Cultura

Cultura (541)

− COMUNICATO STAMPA −

Come ogni anno in concomitanza con la Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (20 novembre), arriva la Settimana Nazionale Nati per Leggere, pronta a celebrare, in tutti i presidi italiani NpL, il DIRITTO ALLE STORIE di tutti i bambini e le bambine.

E come ogni anno, il presidio locale NpL di Castrovillari partecipa con una serie di incontri volti a favorire l’incontro con il libro e le famiglie e a diffondere il piacere della lettura condivisa.

Ma quest’anno la ricorrenza è più emozionante perché il Punto Lettura NpL e la libreria La freccia azzurra che lo ospita, compiono il primo anno di vita!

Le attività della settimana inizieranno sabato 18 novembre alle ore 17:00 con STORIE SUONATE, un incontro volto alla scoperta di storie, suoni e ritmi, per bambini dai 6 mesi ai 6 anni (ma non saranno esclusi i bambini più grandi) insieme ai genitori. L’attività prende vita dalla voce narrante di Alessandra Stabile, libraia e referente NpL e dall’uso di suoni, realizzati da Nunzio Seminara, appassionato percussionista, al fine di permettere ai bambini di familiarizzare anche con gli strumenti percussivi, convenzionali e non, e favorire un primo approccio dei bambini al ritmo e alla poliritmia.

La serata del 18 continuerà con la proiezione del video 365 GIORNI DI STORIE! un racconto fotografico delle attività svolte durante l’anno presso la libreria e il Punto Lettura NpL e con la festa di compleanno.

Mercoledì 22 novembre dalle ore 17:00, il pediatra Enrico Guercio affronterà insieme ai genitori, un argomento di portata sociale ormai: l’uso e l’abuso delle tecnologie digitali sin dalla prima infanzia.

Nel corso della settimana, dal 20 al 24 novembre i bambini delle scuole dell’infanzia aderenti incontreranno i genitori al Punto lettura Nati per Leggere per condividere dei semplici momenti di lettura e godere di un momento di intimità e raccoglimento.

Tutti gli eventi si svolgeranno presso La freccia azzurra, su C.so Calabria, 80.

− COMUNICATO STAMPA −

Grande appuntamento a Maratea, venerdì 10 novembre 2017, con inizio alle ore 18 nella Sala Mara@congress, per la presentazione del libro di Olimpia Regina, Squarci di Palestina, pubblicato dalla casa editrice cosentina Progetto 2000.

La Pro Loco di Maratea ha inteso coinvolgere sia il Comune, che la Provincia di Potenza e il Consiglio Regionale della Basilica per parlare di un volume che affronta il problema della convivenza, in un’unica terra, tra ebrei e palestinesi.

Dopo i saluti degli organizzatori dell’incontro e delle autorità: il presidente della Pro Loco “La Perla” di Maratea Pierfrancesco De Marco; il sindaco di Maratea Domenico Cipolla; il presidente della Provincia di Potenza Nicola Valluzzi; il presidente del Consiglio Regionale della Basilicata Francesco Mollica; sono stati chiamati a discutere con l’autrice del volume: l’editore di Progetto 2000 Demetrio Guzzardi; la dirigente scolastica di Maratea Carmela Cafasso; il coordinatore del “Centro lucani nel mondo” Luigi Carmine Scaglione e il senatore Gian Guido Folloni, presidente dell’Istituto nazionale per l’Asia e il Medioriente; i lavori saranno coordinati da Luisa Zaccaro.

Il testo di Olimpia Regina, come scrive nella sua presentazione al libro l’ambasciatore di Palestina in Italia, Mai Alkaiale, «è la testimonianza diretta e quotidiana di una donna che negli anni Ottanta, ha vissuto per lunghi periodi in Palestina e in Israele»; con un registro narrativo molto interessante, l’autrice ci introduce nel mondo, specialmente quello femminile, della Palestina, che ancora oggi vive problematiche che meritano l’attenzione del mondo occidentale; il testo accompagnato da 11 schede esplicative riesce a far conoscere storie e situazioni che gli uomini e le donne della Palestina vivono sulla loro pelle.

− COMUNICATO STAMPA −

Organizzato dalla delegazione del FAI – Pollino per sabato prossimo 11 novembre alle ore 17 presso la sala consiliare del comune di Castrovillari un convegno sul tema “La grande fauna appenninica nel mezzogiorno d’Italia”. Dopo il saluto del sindaco Domenico Lo Polito sono previsti gli interventi di Donatella Laudadio, capo delegazione Fai Pollino e dell’editore Mimmo Sancineto. La introduzione è affidata a Francesco Caruso, delegato Fai Pollino per l’ambiente. Seguirà la relazione a cura di Franco Tassi del Centro Parchi Internazionale.

Il convegno sarà l’occasione per conoscere ed apprezzare in tutti i suoi aspetti le specie di fauna esistenti in tutta la fascia appenninica del sud Italia. Un posto di rilievo lo avrà certamente il lupo , questo splendido animale alcune volte conosciuto, a torto, come l’emblema del male e non già una specie diversa come ve ne sono tante altre. E negli anni 70 proprio Franco Tassi, all’epoca direttore del Parco Nazionale d’Abbruzzo, prese a cuore il destino di questo predatore pubblicando anche il primo studio scientifico moderno sul lupo appenninico, lanciando anche la storica “operazione San Francesco” in difesa di questo animale seriamente minacciato e smentendo, così, la leggenda del lupo cattivo. In seguito a ciò anche il governo nazionale accolse le sue tesi vietando, nel luglio del 1971, l’esercizio venatorio e l’uso di bocconi avvelenati.

Mario Alvaro
Delegato alla Comunicazione Fai - Pollino

− COMUNICATO STAMPA −

Si è conclusa positivamente la terza edizione della campagna nazionale di promozione della lettura #ioleggoperché, promossa dall’AIE (Associazione Italiana Editori) e sostenuta da tante scuole e librerie di tutto il territorio nazionale.

Numerose gli incontri con il libro e la lettura, organizzate dalle scuole gemellate con la libreria La freccia azzurra: un’intera settimana, dal lunedì 23 al venerdì 27, ha coinvolto diversi alunni della città.

Lunedì 23 hanno iniziato le classi prime seconde e terza primaria dell’Istituto Vittorio Veneto, accompagnate dalle insegnanti Elisa Spagnolo, Carmen Aita, Giuditta De Stefano e dal dirigente scolastico Gianni Donato.

Un incontro di lettura sulla serie molto amata dai bambini “Dory Fantasmagorica” edito da Terre di Mezzo editore. I bambini si sono alternati nelle letture espressive ed espresso in singolari disegni le emozioni di una piacevole lettura condivisa precedentemente in classe.

Il 24 Ottobre, in due turni, gli alunni della classi quarte C e D della scuola primaria SS. Medici e gli alunni delle classi quarta e quinta dell’Istituto Vittorio Veneto, accompagnati dalle rispettive docenti Anna Fragale, Francesca Nicoletti, Gemma Russo e Vittoria Cortese, e da Annarita Aversa … sono stati protagonisti di un incontro-dibattito con Daniela Valente, autrice del libro “ Strane storie di mare”, edito da Coccole Books, già letto in classe. I lettori, dopo aver riflettuto insieme all’autrice sulle tematiche trattate nel libro, le hanno posto domande, hanno esternato le loro impressioni e le sensazioni suscitate dalla lettura, infine si sono “tuffati” in un laboratorio di scrittura creativa individuale, dal quale sono emerse produzioni e spunti didattici molto interessanti.

Il 25 Ottobre le classi terze C e D dell’istituto, accompagnati dalle docenti Antonella Lucia Arcidiacono e Mara Sposato e dalle signore Lucia Perrone ed Emiliana Greco, hanno partecipato ad un laboratorio di lettura interpretativa animato da Alessandra Stabile che, nelle vesti di lettrice-attrice, ha proposto l’ascolto di fiabe e favole della tradizione spronando gli alunni che, insieme alle insegnanti, hanno riflettuto sulla struttura narrativa ed effettuato confronti con una storia moderna: “Dory Fantasmagorica”, dell’autrice Abby Hanlon. Insieme, ci è interrogati sui diversi significati della lettura: essa può essere intesa come momento intimo e personale, oppure occasione di condivisione affettuosa tra bambini e adulti o come scambio culturale. Infine i piccoli lettori si sono divertiti ad esplorare gli spazi della “libroteca”, in una sorta di caccia al libro preferito ed, al ritorno in classe, hanno prodotto elaborati individuali e lavori di gruppo esprimendo il loro pensiero e le emozioni provate nel corso della mattinata.

Anche i “piccolissimi” della sezione di quattro e cinque anni della scuola dell’infanzia “Porcione”, nei giorni 26 e 27 Ottobre, hanno vissuto un divertente momento in libreria, ascoltando storie e la narrazione di “ Tararì tararera” edito da Carthusia, versione teatro di carta in lingua “Piripù”, accompagnati dalle loro insegnanti Mariarosaria Stabile, Maria Carmela Vincenzi, Margherita Pellegrino, Giuseppina Rivello e Graziella De Rosa.

Tutti gli alunni hanno vissuto una singolare e divertente esperienza, molto interessante sotto il profilo dell’insegnamento- apprendimento, sottolineando come, l’approccio diretto con i luoghi e le persone adatte, possano incentivare l’amore per il libro e per la lettura, in una fascia di età decisiva per lo sviluppo dei gusti e delle abitudini dei bambini e dei ragazzi. “ E’ stata una giornata straordinaria”, hanno commentato alla fine degli incontri alunni ed insegnanti, augurandosi che a questa ne possano seguire ancora molte altre.

Nel pomeriggio di sabato 28 la libreria La freccia azzurra è stata tappa del percorso di lettura ad alta voce organizzato dagli insegnanti e studenti degli Istituti di Istruzione Superiore “Garibaldi”, “Alfano” e “Da Vinci” in occasione di Libriamoci, la campagna di lettura gemellata con #ioleggoperché.

Una settimana, insomma, dedicata alla socializzazione dell’uso del libro.

Positivo anche il numero complessivo di libri donati alle biblioteche scolastiche delle scuole gemellate con la libreria La freccia azzurra dai cittadini e dalle famiglie degli alunni che hanno contribuito attraverso acquisti di singoli libri e raccolte libere. Particolarmente meritevole il comune di Frascineto che ha visto la diretta partecipazione dei componenti dell’amministrazione comunale a favore dei libri e della crescita culturale dei propri bambini e ragazzi.

− COMUNICATO STAMPA −

La lettura del paesaggio montano del Parco Nazionale del Pollino nei suoi aspetti naturalistici ed , un patrimonio da difendere dai rischi geo-ambientali e da possibili speculazioni, e da valorizzare adeguando gli usi antropici del territorio: questo il tema del corso per insegnanti della scuola secondaria di primo e secondo grado “Pini Loricati e comunità arbëreshe tra i Monti di Apollo”.

Un viaggio tra natura, storia e tradizioni, organizzato a Castrovillari (CS) da sabato 28 ottobre a mercoledì 1 novembre dal Club Alpino Italiano (attraverso il Comitato Scientifico Centrale, il CAI Calabria e la Sezione di Castrovillari), al quale parteciperanno 50 docenti provenienti da 12 regioni (Lazio, Veneto e Sicilia quelle più rappresentate). Essi potranno conoscere a fondo le peculiarità ambientali e le singolari emergenze naturalistiche della zona, accompagnate da un’immersione in un’antropologia di flussi e migrazioni remote che hanno conservato con tenacia il loro patrimonio culturale.

Il progetto costituisce una nuova tappa, la 31^ per la precisione, del percorso iniziato dal CAI oltre una decina di anni fa, a seguito dei protocolli d’intesa con il MIUR, per accompagnare i docenti della scuola italiana alla scoperta della straordinaria ricchezza del territorio nazionale, con particolare attenzione all’ambito montano, trasformando i diversi contesti visitati in laboratori ambientali ed offrendo esperienze sul campo utili ad integrare la didattica e la metodologia dei docenti coinvolti.

“Verranno discusse tematiche inerenti la fruizione dell’ambiente montano, in particolare di quelli tipici dell’area geografica del Pollino. Un'area scelta come laboratorio di riferimento del corso, con le sue valenze, problematiche, risorse, equilibri e pericolosità”, afferma il responsabile del progetto CAI Scuola Francesco Carrer. “Il Pollino è un campo particolarmente adatto alla conduzione di studi, ricerche, riflessioni e considerazioni anche a livello didattico, come dimostrato da alcuni progetti nazionali e comunitari in itinere”. Particolarmente soddisfatto ed orgoglioso si dichiara Eugenio Iannelli, Direttore organizzativo del corso, che ringrazia il CAI Nazionale per aver scelto il Pollino e Castrovillari come sede del corso; un giusto riconoscimento per tutto il CAI Calabria e per la Sezione di Castrovillari per il lavoro che svolgono quotidianamente per la conoscenza, promozione e valorizzazione delle nostre montagne.

Il corso prevede lezioni frontali, momenti di dibattito, lavori di gruppo ed escursioni in ambiente montano nei territori dell'Area Protetta e delle Comunità arbëreshe.

− COMUNICATO STAMPA −

Ultimi appuntamenti per l’edizione cosentina della Settimana della cultura calabrese, la giornata è dedicata in modo particolare alla conoscenza della vita e delle attività della Comunità evangelica pentecostale Bethel, fondata dal pastore Paolo Giovannini.

Alle ore 11.30 presso Ristorando, in Via Popilia di fronte Agenzia delle Entrate, verrà presentato il nuovo start per il progetto “Avanzo.. quando Ristorando diventa Social Maker”, promosso da MEDA Calabria insieme alla Chiesa Bethel, Amico Volontario e Stella Cometa. Il progetto, al quale collaborano anche la Casa Circondariale di Cosenza, il Comune di Cosenza e il Comune di Spezzano Piccolo, è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito della Direttiva 266. Il progetto, del quale sono partner anche il salumificio San Vincenzo, la Conad City, Pubbliturco e Bruno Forte srl, ha lo scopo di aiutare le persone in difficoltà a reinserirsi nel mondo del lavoro e ad integrarsi nel tessuto sociale grazie alla possibilità di fare volontariato. Le persone coinvolte, prestando servizio volontario nella mensa Ristorando di Cosenza, ricevono accesso a vari servizi assistenziali (la stessa mensa, consulenze, spese alimentari, ore di palestra, farmaci e visite mediche e socializzazioni).

Dopo una visita alle strutture della Chiesa Bethel seguirà la presentazione del progetto, interverranno Filiberto Benevento, direttore della Casa Circondariale di Cosenza; Alessandra De Rosa per il Comune di Cosenza; Domenico Spadafora (Conad City) per le Aziende; relazionerà l’avv. Rossana Bozzarello e saranno presenti i presidenti Ugo Guglielmo (MEDA Calabria), Paolo Giovannini (Amicib Bethel), Marco Soliberti (Stella Cometa) eSusanna Giovannini (Amico Volontario), oltre al responsabile di Progetto Flora Barone e a quello amministrativo Giuseppe Nappo. Gli intervenuti potranno fermarsi a pranzare a Ristorando con gli abituali frequentatori della mensa.

Nel pomeriggio alle ore 18 nella Sala Nova della Provincia (discesa della Delegazione – Enoteca Regionale) verrà presentato il volume, pubblicato dalla casa editrice Progetto 2000. Paolo Giovannini da boxer a pastore evangelico, interverranno il pastore Giovannini e il curatore del volume Demetrio Guzzardi; alcuni brani del libro saranno letti dall’attrice Aurelia Brogno, l’incontro si concluderà con i canti del Bethel Gospel Choir.

Pagina 9 di 55
Wednesday the 23rd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.