Cultura

Cultura (398)

COMUNICATO STAMPA

Il Carnevale di Castrovillari è anche cultura; gli eventi sono curati  dalla consulta scientifica della Pro Loco cittadina sotto la lente d’ingrandimento della prof.ssa Filomena Bloise in collaborazione con l’Accademia Pollineana. La 59ª edizione ha scelto come Focus la Puglia.

La Regione Puglia  ha dimostrato negli ultimi anni   un notevole dinamismo economico e culturale,  che l’ha portata  a raggiungere risultati inimmaginabili  solo fino a qualche anno prima.  L’area  del Salento ad esempio, è diventata una delle mete  di vacanza  più visitate dai turisti di tutta Italia e dall’estero.  Venerdì 24 febbraio, con inizio alle ore 10,00 presso l’Auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale  e per Geometri “ Pitagora Calvosa” di Castrovillari si terrà un incontro sul tema:” Lo sviluppo del turismo in Puglia, diversità e analogie con il caso calabrese”. All’importante appuntamento sarà presente il Governatore della Puglia Michele Emiliano. L’incontro mira a capire le ragioni del successo pugliese e a compararlo con la situazione calabrese per cercare di individuare un eventuale percorso di sviluppo turistico adattabile alla Calabria.

Intanto presso  la Galleria d'Arte "Il Coscile", diretta da Mimmo Sancineto,  è in visione  la mostra fotografica "Puglia, luce dei miei occhi" del fotografo pugliese Domenico Zagaria.  La mostra, comprende quaranta scatti che documentano la passione del fotografo per le bellezze della sua regione e sarà visitabile fino al 28 Febbraio 2017.

Ed ancora, per gli eventi culturali, ricordiamo il concorso dal titolo “PitturiAmo la Puglia”. L’iniziativa è finalizzata alla valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale del territorio di PUGLIA. Segnaliamo, inoltre,  il Concorso a Premi ispirato al celebre personaggio della tradizione castrovillarese (e calabrese) conosciuto come “ ‘ U monachiddu” giunto alla sua V edizione  e riservato agli alunni-singolarmente o in gruppo- della quinta Classe della Scuola Primaria e gli studenti delle Classi  della Scuola secondaria di primo grado. I lavori originali si ispireranno preferibilmente alla leggenda “Storia di Margherita, figlia di Gregùro” dell’autore Antonio Dellisanti, libro consigliato dalla Bibliotecaria di Massafra (TA). In alternativa, saranno gli stessi docenti delle classi a scegliere un autore di libri per ragazzi, rappresentativo della Regione Puglia.

Domenica, 19 Febbraio 2017 10:12

Castrovillari. Consegnati i Premi Carnevale

Scritto da

Nella sala del Circolo Cittadino di Castrovillari è stato consegnato il “Premio Carnevale” che la Pro Loco, consegna ogni annoa personalità calabresi, operanti nel mondo della cultura, della politica, dell’arte, dell’enogastronomia ecc., che con il loro operato rendono onore e portano alla ribalta la loro terra di origine. Quest’anno il premio, realizzato, come sempre, dal noto orafo Gerardo Sacco, giunto alla sua XIV edizione è stato consegnato:

a Vincenzo Bonifati  con la seguente motivazione   : “Per la sua opera di ricerca  e per l’intenso lavoro nel campo specialistico che ne fanno un esempio di alto profilo nel panorama della Comunità Medico Scientifica Internazionale”.  A premiarlo, il presidente della Pro loco, Eugenio Iannelli. “Premio Carnevale” a Nicola Paldino: “Per aver promosso e diretto il processo di autoriforma che ha preservato i valori e la storia del Credito Cooperativo riuscendo a coniugare la professionalità con le doti umane che  possiede chi si trova a diretto contatto con le difficoltà  di famiglie e di imprese  in questa difficile congiuntura economica, oltre al sostegno ed alla  spiccata sensibilità dimostrata verso tutte le iniziative culturali dell’intero territorio regionale”. A premiarlo, il Vicesindaco di Castrovillari, Francesca Dorato e il Consigliere Provinciale, Vincenzo Tamburi.

Vincenzo Bonifati  castrovillarese doc, dopo la laurea in Medicina, e la specializzazione in Neurologia presso l’Universita’ Sapienza di Roma, dal 1992 ha fatto parte del centro per la diagnosi e terapia della malattia di Parkinson presso la stessa Universita’, nel gruppo diretto dal Prof. Giuseppe Meco, conducendo ricerche cliniche ed epidemiologiche con particolare riferimento alla familiarita’ ed al ruolo dei fattori genetici nella malattia di Parkinson.Questi studi lo hanno condotto a collaborare sempre piu’ strettamente con i principali centri di ricerca Italiani ed europei, tra cui la Universita’ Erasmus, a Rotterdam, in Olanda. E’ autore di piu’ di 175 pubblicazioni scientifiche in riviste internazionali; questi lavori sono stati citati gia’ piu’ di 12.000 volte nella letteratura scientifica negli ultimi 15 anni. Il suo articolo piu’ famoso, e’ stato citato piu’ di 1500 volte, e per questo e’ entrato a far parte dei “classici” nella letteratura scientifica. L’obiettivo principale delle sue ricerche e’ la comprensione dei meccanismi biologici e molecolari della Malattia di Parkinson, per sviluppare nuove terapie per questa terribile malattia, che resta ancora oggi curabile (ed in molti casi con buoni risultati per molti anni), ma non ancora guaribile. Ha ricevuto vari premi e riconoscimenti scientifici nazionali ed internazionali, tra cui la prestigiosa elezione a “corresponding fellow” (membro corrispondente) della American Neurological Association.

Nicola Paldino  presidente della Federazione Calabrese delle BCC., presidente della BCC Mediocrati, è nel Credito Cooperativo dal 1990.
Già presidente della Cassa Rurale di Bisignano, è stato tra i protagonisti della fusione che, nel 1999, ha unito le tre Casse Rurali di Bisignano, Luzzi e Rota Greca, dando vita alla Banca di Credito Cooperativo Mediocrati. Amministratore unico del consorzio In.Cra, fornitore di servizi per il back-office delle BCC, Paldino è anche membro del consiglio di Amministrazione di ICCREA Banca, l’istituto di secondo livello delle BCC italiane.

Le motivazioni sono state lette da Minella Bloise, e rimarcate dal prof. Leonardo Alario della Consulta Scientifica della Pro Loco. A Raccontare dei due premiati,  per il dr. Paldino, Mario Galima, amico e direttore di banca in pensione; per il dr. Vincenzo Bonifati lo storico, Gianluigi Trombetti amico fraterno del ricercatore. A fare gli onori di casa, il presidente del Circolo Cittadino, Angelo Giannoni. Al tavolo, il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli, Il Vicesindaco di Castrovillari, Francesca Dorato, il Consigliere Provinciale, Vincenzo Tamburi e il Direttore Artistico della Pro Loco, Gerardo Bonifati che ha moderato la serata.

Prima di consegnare il Premio Carnevale, nelle vesti di “ RE BURLONE” ( Massimo La Falce della Compagnia Teatrale “J Pirrupaijni” , testi di Mena Filpo) ,  ad un parterre  d’eccezioneha brindato al Carnevale, con il vino dell’azienda “Campo verde “ anche se,  dovrà aspettare fino a giovedì grasso per ricevere dalle mani del Sindaco Lo Polito,  le chiavi della  città per aprire le porte al mascheramento e alla gioia. Nelle vesti della Quaresima, Marilena La Polla; le coreografie sono state affidate all’Associazione Culturale C.E.A. di Tilde Nocera mentre, gli intermezzi musicali alla giovane violoncellistacastrovillarese, Monica Cafarelli.

Per chi volesse sostenere l’evento, lo può fare attraverso la “Lotteria del Carnevale”,  sponsorizzata da “Paponetti Gioielleria” di Castrovillari   e distribuita dalla nascente delivery agency  “ Tic Toc” di due giovani castrovillaresi, Giovanni De Santo e Fernando Loricchio.

Il Carnevale è organizzato dalla Pro Loco cittadina in collaborazione con la locale Amministrazione Comunale,  la Regione Calabria, il Parco Nazionale del Pollino, la BCC Medio Crati di Rende, la Gas Pollino , patrocinata dalla Provincia di Cosenza e sostenuta da numerosi sponsor privati che da anni credono nella manifestazione ed impreziosita dai brand A.C.T. ( Ambiente, Cultura,Turismo) e da “ Castrovillari Città Festival”.

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

COMUNICATO STAMPA

La II e IV classe della scuola primaria “Istituto Vittorio Veneto” hanno fatto visita alla Biblioteca Civica “U. Caldora” per partecipare alle attività di lettura coordinate dallo scrittore cosentino Michele D’Ignazio, autore, tra le altre opere, di apprezzati libri come “Storia di una matita”, “Storia di una matita. A scuola” “Pacunaímba (L’avventuroso viaggio di Santo Emanuele” e “Dizionario per un lavoro da matti”, nonché di alcuni pregevoli documentari.   

Salutati dal sindaco di Castrovillari, avvocato Domenico Lo Polito, particolarmente soddisfatto dell’iniziativa (che «ben si colloca nel percorso di promozione culturale avviato dall’amministrazione comunale, anche attraverso le scelte fatte a sostegno della Biblioteca civica, del Museo Archeologico e della Pinacoteca “A. Alfano”»), e accolti nella sala 14 del protoconvento francescano dal personale addetto, i bambini hanno così potuto viaggiare in un mondo fantastico – uno di quelli che si possono incontare e visitare solo nella magia delle pagine di un libro –  ma anche conoscere o ritrovare i luoghi che oggi ospitano la Biblioteca “Caldora”: con cui, come ha detto il professor Giovanni Donato, direttore dell’Istituto Vittorio Veneto, presente all’evento, «una scuola deve interagire e cooperare, se pretende di avere un ruolo decisivo nella formazione civile dei cittadini presenti e futuri di una comunità, perché siano pronti a dare il loro contributo alla sua buona organizzazione e al suo buon funzionamento».

Antonello Fazio

Venerdì, 10 Febbraio 2017 10:15

Carnevale e cultura. Focus Puglia

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Il Carnevale di Castrovillari è sinonimo di cultura.  Eventi curati  dalla consulta scientifica della Pro Loco cittadina sotto la lente d’ingrandimento della prof.ssa Filomena Bloise in collaborazione con l’Accademia Pollineana.

La 59ª edizione ha scelto come Focus la Puglia: “Grande, antica terra con fiumi sotterranei. Terra, dove il bestiame pascola d'inverno, perché d'inverno c'è l'erba; d'estate è negli stalli… gli olivi – antichi olivi, contorti come la biancheria nelle mani di una lavandaia molto forte. La siccità, l'odore delle stoppie, simile all'odore di pezzi intatti delle nostre sconfinate steppe, e le strane capanne di pietra – i trulli. I cristalli architettonici della Puglia sono originali come le sue grotte… . (cit. Viktor Borisovič Šklovskij, Brano di una lettera ad Ettore Lo Gatto in Ettore Lo Gatto, Russi in Italia, Editori Riuniti, Milano 1971). 

Primo appuntamento domenica 12 Febbraio 2017, presso la Galleria d'Arte "Il Coscile", diretta da Mimmo Sancineto, con la mostra fotografica "Puglia, luce dei miei occhi" del fotografo pugliese Domenico Zagaria, Nel suo percorso professionale, grazie ai suoi racconti di viaggio, Zagaria  ha collaborato e collabora ancora oggi con alcune testate giornalistiche e riviste web di promozione del turismo in Puglia, come: ‘Apulia Magazine’e ‘La Terra del Sole’ e ‘Città Meridiane’. Ancora oggi continua il suo percorso professionale con cui alimenta la passione per la fotografia paesaggistica, che lo porta a viaggiare spesso in tutta l’Italia, per raccontare e far conoscere, attraverso il suo obiettivo, le bellezze della nostra magica terra.

Relazionerà lo storico e bibliotecario dell'Accademia Pollineana, dott. Gianluigi Trombetti. Interverranno il sindaco della città di Castrovillari, avv. Domenico Lo Polito, l'Editore Mimmo Sancineto. La mostra, che comprende quaranta scatti che documentano la passione del fotografo per le bellezze della sua regione, sarà visitabile per tutta la durata dell'evento carnascialesco, vale a dire fino al 28 Febbraio 2017.

Ed ancora, per gli eventi culturali, la Consulta Scientifica della Pro Loco di Castrovillari, in collaborazione con l’Accademia Pollineana, bandisce un concorso dal titolo “PitturiAmo la Puglia”. Tale iniziativa è finalizzata alla valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale del territorio di PUGLIA, oggetto appunto  del Focus Cultura del 59mo Carnevale di Castrovillari. Modalità e iscrizioni presso la segreteria della Pro Loco cittadina

Segnaliamo, inoltre,  il Concorso a Premi ispirato al celebre personaggio della tradizione castrovillarese (e calabrese) conosciuto come “ ‘ U monachiddu”

giunto alla sua V edizione . Possono partecipare gli alunni-singolarmente o in gruppo- della quinta Classe della Scuola Primaria e gli studenti delle Classi  della Scuola secondaria di primo grado. I lavori devono essere originali e si devono ispirare preferibilmente alla leggenda “Storia di Margherita, figlia di Gregùro” dell’autore Antonio Dellisanti, libro consigliato dalla Bibliotecaria di Massafra (TA). In alternativa, saranno gli stessi docenti delle classi a scegliere un autore di libri per ragazzi, rappresentativo della Regione Puglia.

 Per partecipare, è necessario eseguire un lavoro scegliendo tra i vari generi previsti, che sono:

 • Recensione o tema • Poesie e filastrocche • Fumetti o disegni.

Gli elaborati dovranno pervenire entro il 19 Febbraio 2017 alla docente referente indicata dal Dirigente Scolastico del proprio Istituto.

 UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

COMUNICATO STAMPA

Al via il 6° Festival del Dialetto e Lingue di minoranza di Calabria, organizzato dal Centro Cultura e Arte 26, diretto dall'Antropologa Maria Zanoni, con il Patrocinio del MiBACT - Progetto Etnie e Lingue. L'evento che ha lo scopo di contribuire a salvare la Lingua Madre (dialetto e lingue di minoranza di Calabria, con pari dignità, come beni culturali preziosi da tutelare) è itinerante ed ha durata annuale: sono previsti incontri con Reading di poesia e Teatro dialettali, Canti e musica popolare in vari centri storici della Regione.

Sarà il Comune di Marcellinara (Catanzaro) ad ospitare una delle tappe importanti di Teatro Dialettale, i Comuni di Castrovillari e Morano con i reading di poesia dialettale, in rappresentanza dell'area Lausberg; i Comuni di San Basile e Frascineto con incontri di Canti popolari arbereshe; il Comune di Guardia Piemontese con i canti occitani e non mancherà la partecipazione dei paesi dell'area grecanica con il loro dialetto in via di estinzione.

Il Festival, unico nel suo genere, quest'anno gemellato con L'America Latina, i cui Circoli calabresi mantengono fortemente vive la lingua e le tradizioni dei loro avi, come elemento d'identificazione e di legame con la terra di origine, prende il via con il concorso Letterario e Fotografico il cui bando - pubblicato su www.arte26.it - scade il 1° Maggio 2017.

Al concorso - che si svolge online - possono partecipare gratuitamente Autori di tutte le età, anche residenti fuori regione o all'estero, con opere in dialetto o Lingua arbëreshe, occitana, grecanica di Calabria. Una sezione speciale è riservata alle Scuole, i cui operatori hanno a cuore la salvaguardia della lingua madre, come risorsa comunicativa in più, come le lingue straniere, funzionale e vitale come varietà aggiuntiva alla lingua nazionale.

"Attraverso le parlate locali si conosce la storia di una comunità, di un territorio ben inseriti nel contesto nazionale, con le loro tradizioni, le loro risorse, usi e costumi popolari" - afferma la prof.ssa Maria Zanoni, promoter del Festival - "In un mondo sempre più multilingue e multiculturale, nell'era digitale dobbiamo conoscere bene innanzitutto la lingua italiana e, senza pregiudizi, contribuire a salvare la nostra lingua madre. Conoscendo il dialetto, non più considerato, come un tempo, lingua dei ceti bassi, simbolo di ignoranza e veicolo di svantaggio o esclusione sociale. significa conoscere le nostre radici, la storia di un popolo; e il Festival si rivolge soprattutto ai giovani, con l'obiettivo di favorire la conoscenza, promozione e conservazione del patrimonio linguistico, per scongiurarne l'estinzione". 

  

Uff. Stampa Festival Dialetto

www.arte26.it

Un pubblico di giovanissimi in particolare ha gremito la Sala di Khoreia 2000 per la cerimonia di premiazione del concorso artistico - letterario "Sul fondo. Per non dimenticare la Shoah".

La serata aperta dalla performance "Il coraggio di essere" per la coreografia di Rosy Parrotta è proseguita con l'intervento della prof.ssa Francesca Rizzuto che ha ricordato il suocero Antonio La Banca, carabiniere deportato a Dachau miracolosamente sopravvissuto al plotone d'esecuzione e liberato il 5 maggio del 1945.

Dopo i saluti dei rappresentanti delle associazioni Mystica Calabria e Khoreia 2000, rispettivamente Ines Ferrante e Angela Micieli, del vicesindaco della Città di Castrovillari Francesca Dorato e del presidente di giuria Antonello Fazio, sono stati dati diversi riconoscimenti e premi, tra cui diplomi di merito che sono andati a Ivana Grisolia per la produzione grafica, Luciano Maiorano per il racconto "Soldati", Giovanni Di Cunto per l'installazione "Auschwitz" (per la quale ha ricevuto anche il premio speciale voluto dallo sponsor Spazio Ecologico), Luigi Di Puglia Pugliese e Mario De Rosa per la poesia, Francesco Propato per la fotografia, Mario Talarico per la pittura,  e gli alunni dell' IPSEOA - Casa Circondariale di Castrovillari seguiti dal prof. Edoardo Talarico, per l'installazione "Selektion".

Tanti premi hanno portato a casa, ancora una volta, le scuole del territorio che hanno partecipato con entusiasmo al concorso e alla manifestazione: I.C. "G. Troccoli" di  Lauropoli con la classe 2^A per il cortometraggio "Ricordi" e con la  classe 2^E  per l'installazione "Ce n'est pas un homme" guidati dai proff. Malomo, Galizia, Vigna e Dionesalvi, l' I.T.T. "U. Calvanese "di Tortora con le classi 3^ e 4^ accompagnati  dalla prof.ssa Maria Todaro per l'installazione e la poesia "rap", la scuola media "G. Fortunato" di Castrovillari con la Classe 3^I e la docente Rosa Maria Mastroianni per la storia illustrata "Shaoul e la libertà" (mentre alcune alunne della 2^ I dello stesso istituto hanno suonato per la platea), l' ITCG "Pitagora-Calvosa" di Castrovillari con l'alunna Alessia Laurito, accompagnata dalla prof.ssa docente Maria Ambrosio, per il lavoro "Quando la prima a cadere è la speranza...", gli alunni dell' IPSEOA - Casa Circondariale di Castrovillari, seguiti dalla prof.ssa Annamaria Rubino, per la produzione  "Oltre il filo spinato, un' anima",  l'ITIS "E.Fermi" di Castrovillari con l'alunna Katia Canonico e le prof.sse Francesca Rizzuto e Dora L'Avena per il lavoro  "Ombre a Dachau" (l'alunna ha anche presentato durante la serata una produzione multimediale dedicata alla vicenda di Antonio La Banca").  Un premio speciale anche alla piccola Giorgia Stabile per il miglior pensiero scritto sull'installazione "Mai più filo spinato" realizzata da Mimmo Alichino all'ingresso della Biblioteca Civica.

Pur non potendo partecipare all'evento l'assessore alla P.I Giuseppe Russo ha espresso la sua gratitudine agli organizzatori e ai giovani partecipanti, affermando che «la Giornata della Memoria deve essere celebrata tutti i giorni. In questo momento storico l'accoglienza del migrante è il ponte ideale per unire l'intera umanità intorno ai colori della pace e contrastare l'odio nei confronti del diverso». 

Pagina 1 di 40
Saturday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.