Lunedì, 04 Dicembre 2017 12:54

Incontro “Per un nuovo umanesimo della montagna”

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
La locandina dell’incontro La locandina dell’incontro Crediti dell’immagine non indicati

− COMUNICATO STAMPA −

La montagna per gli Uomini, e per le comunità delle aree interne, ha sempre rappresentato qualcosa da rispettare, che richiama ad un significato particolare e misterioso, che infonde considerazione e per come da la possibilità a ciascuno di riavvicinarsi alla natura per ristabilirvi, nel massimo riguardo per la stessa, un’armonia che qui, a certe altitudini, offre una possibilità in più di riflessione ed incontro con la Bellezza e grandezza del Creato.

E’ in parte questa, con tutto ciò che ne consegue ed abbraccia, l’iniziativa che viene proposta questa sera, a partire dalle ore 19,30, dalla Gas Pollino- Società partecipata del Comune – e dall’Amministrazione municipale nel protoconvento francescano di Castrovillari, precisamente al Protos Cafè, dal titolo “Per un nuovo umanesimo della Montagna”.

Qui’ l’incontro, tra intermezzi musicali, con Franco Arminio, originario della provincia di Avellino, poeta, scrittore (nel 2013 è uscito il suo ultimo libro di prosa Geografia commossa dell'Italia interna), collaboratore di quotidiani, regista italiano (uno dei suoi films “Terramossa” del 2012 riguarda il terremoto con le aree interne) e soprattutto «paesologo» per il suo sguardo attento e appassionato verso gli elementi che legano “madre natura” alla gente ed alla storia dei popoli; è stato definito da Roberto Saviano «uno dei poeti più importanti di questo Paese, il migliore che abbia mai raccontato il terremoto e ciò che ha generato».

“Un appuntamento- precisa il Sindaco, Domenico Lo Polito- che incuriosisce per come si pone, propone, richiama e con chi colloquia, a partire da quella presenza “rugosa” che, nonostante prospetta fatica e sacrificio a Chi desidera avvicinarla, ha sempre affascinato e spesso coinciso, nel paragone, con la meta e sogno della vita da raggiungere.”

Ecco uno degli approcci- forse ed in parte - per questo “nuovo umanesimo della montagna” che si partecipa, per realizzarlo, arricchirlo come contenuto culturale e trasmetterlo agli altri. È un orizzonte da percepire, apprendere e condividere sempre più, con una sensibilità che non può che non prescindere da un’opera, sempre più urgente per l’Uomo, per educare ciascuno all’amore e al rispetto della Terra. Ecco perché- per gli organizzatori- l’importanza di parteciparvi.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Semper adamas

«La mia gente non ha paura di nulla, nemmeno delle parole»
(Gabriele d'ANNUNZIO, principe di Montenevoso)

«Ritti sulla cima del mondo, noi scagliammo, una volta ancora, la nostra sfida alle stelle!»
(Filippo Tommaso MARINETTI, Manifesto del Futurismo, in «Le Figaro», PARIGI, 20 febbraio 1909)

Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Thursday the 14th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.