Martedì, 10 Ottobre 2017 00:56

Crotone. Il progetto “Arcobaleno – Rinascita in Corsa” raddoppia

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un momento della presentazione del progetto Un momento della presentazione del progetto Crediti dell’immagine non indicati

− COMUNICATO STAMPA −

Risplende l’ Arcobaleno di Vincenzo Malomo anche sul carcere di Crotone.

Il “Progetto Arcobaleno – Rinascita in Corsa”, promosso da Vincenzo Malomo presso la casa circondariale di Castrovillari dal febbraio 2016, per lo sviluppo e lo studio dell’atletica leggera in carcere, approda con successo anche al penitenziario di Crotone.

Nel corso della cerimonia di presentazione al pubblico ed alla stampa, tenutasi il 6 ottobre 2017 nella sala convegni del penitenziario di Crotone, gli ideatori dell’iniziativa, Vincenzo Malomo, Danilo Ruggiero (atleta della Milonrunners Crotone), Luca Grisolia (in rappresentanza dell’US Acli), Ignazio Vita (Presidente regionale Fidal), hanno presentato le linee guida e l’articolato programma che sarà sottoposto all’attenzione dei detenuti del penitenziario, allo scopo precipuo di favorire un proficuo recupero etico-sociale mediante la pratica dell’atletica leggera.

La cerimonia di presentazione si è aperta con un ringraziamento della direttrice del penitenziario, Dott.ssa Emilia Boccagna, che ha definito l’iniziativa come altamente meritoria per l’intento di coniugare i valori dello sport con il recupero etico-sociale dei detenuti.

Il rappresentante dell’US Acli, Luca Grisolia, ha sottolineato come la particolarità del progetto presso il penitenziario di Crotone consista nel pieno coinvolgimento del mondo della scuola, mediante i docenti di educazioni fisica delle scuole di Crotone che hanno dato da subito la propria disponibilità a cooperare nella realizzazione del progetto.

Ignazio Vita, presidente della Fidal Calabria, dopo aver ampiamente elogiato Vincenzo Malomo come dirigente sportivo federale preparato e sempre operativo, ha definito il Progetto Arcobaleno come il vero fiore all’occhiello dell’atletica calabrese e del comitato regionale Fidal, sempre attento ad iniziative che promuovono lo sport e la diffusione dell’atletica leggera nella regione.

Vincenzo Malomo, in rappresentanza dell’ASD Tiger Running Club, ha tracciato un bilancio dell’iniziativa già adottata presso il penitenziario di Castrovillari, sottolineando come lo sport e l’atletica leggera in particolare possano contribuire fattivamente al recupero dei detenuti, alcuni dei quali, nella sperimentazione seguita da oltre un anno, sono stati anche coinvolti nella partecipazione a gare sportive federali sia su strada che su pista. Ma l’aspetto peculiare del progetto, ha sottolineato Malomo, è soprattutto quello di coinvolgere i detenuti in attività di studio teorico e di approfondimento mediante lezioni in aula tenute da docenti qualificati.

Veramente gradito dai presenti è stato il messaggio di saluto fatto pervenire da Giacomo Leone, indimenticato ex vincitore della Maratona di New York e atleta di fama mondiale, attuale presidente Fidal per la regione Puglia, che ha elogiato il lavoro svolto dai promotori dell’iniziativa auspicandone la diffusione anche nei penitenziari di altre regioni.

Il Presidente Fidal per la Provincia di Cosenza, Prof. Vincenzo Caira, ha fatto pervenire il saluto del Comitato Provinciale ai presenti, e nel proprio messaggio ha precisato che l’iniziativa dell’insegnamento dell’atletica leggera nei penitenziari è frutto di lungimiranza e capacità fuori dal comune.

Adesso il prossimo obiettivo dichiarato di Vincenzo Malomo è quello di estendere il “Progetto Arcobaleno” ad altri istituti penitenziari italiani, sempre sotto l’egida della Fidal. E per ora le promesse sono state sempre mantenute.

Gianluca Pugliese

Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Semper adamas

«La mia gente non ha paura di nulla, nemmeno delle parole»
(Gabriele d'ANNUNZIO, principe di Montenevoso)

«Ritti sulla cima del mondo, noi scagliammo, una volta ancora, la nostra sfida alle stelle!»
(Filippo Tommaso MARINETTI, Manifesto del Futurismo, in «Le Figaro», PARIGI, 20 febbraio 1909)

Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Monday the 23rd. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.