Martedì, 26 Luglio 2016 18:42

PD Saracena. Nessuna divisione tra i democratici

Scritto da

 COMUNICATO STAMPA

La comunità di Saracena si avvia ormai verso le elezioni amministrative della primavera del 2017. Dopo 10 anni di Amministrazione a guida Gagliardi, i cittadini saranno chiamati ad eleggere un nuovo consiglio comunale, un nuovo Sindaco e una nuova amministrazione. C’è grande fermento nella comunità in vista di questo importante appuntamento. Il Partito Democratico, unico partito organizzato presente a Saracena, da mesi ormai ragiona al suo interno su una proposta da elaborare e da presentare alla cittadinanza nella prossima competizione elettorale. Qualche furbetto ha pensato bene nelle scorse settimane di agitare le acque parlando di rotture all’interno della nostra sezione. Tutto questo non corrisponde assolutamente alla realtà. Un partito che funziona ragiona, discute e decide. E noi da mesi stiamo facendo questo. Nessuna divisione, quindi, tra i democratici ma solo sano confronto in vista delle prossime elezioni. In una piccola comunità come la nostra spesso con l’approssimarsi di una competizione elettorale locale la politica lascia spazio al gossip, al pettegolezzo. Sono molti a chiedersi chi guiderà i progetti politici in campo. Se saranno di nuovo 5 le liste in campo o addirittura sei, sette. Una discussione questa che sicuramente appassiona tanti ma che non è ciò che serve in questo momento alla nostra comunità. Saracena ha bisogno di un cambio di passo. E’ bene che i cittadini in questo momento si concentrino sulle idee piuttosto che sui nomi. E’ importante capire cosa fare e qual è la Saracena che vogliamo costruire nei prossimi anni. Per tale motivo pensiamo sia necessario coinvolgere quante più anime presenti nella nostra comunità e confrontarsi certamente sui problemi che l’ attanagliano ma soprattutto sui punti di forza, magari quelli ancora inespressi, che essa offre. Nelle prossime settimane la nostra sezione produrrà un documento politico-programmatico. Sulla base di questo documento avvieremo un confronto con la cittadinanza che ci porterà nei prossimi mesi a delineare meglio il progetto e alla scelta di chi dovrà guidarlo. Nei prossimi mesi scriveremo, quindi, una bella pagina di democrazia nel nostro paese che è già destinata ad entrare nella storia della nostra comunità: il candidato sindaco lo sceglieranno i cittadini attraverso le primarie che saranno aperte a tutti coloro che si riconoscono nell’area politica da noi rappresentata e che sottoscriveranno la nostra carta dei valori, le linee politiche e programmatiche. Vogliamo ridare, così, alla politica il ruolo centrale che le spetta. Una politica che stia tra la gente, che l’ascolti e che la faccia sentire protagonista delle scelte che la riguardano. Pensiamo che questa sia la strada giusta da seguire per l’elaborazione di un progetto largamente condiviso nell’esclusivo interesse della nostra comunità mettendo da parte ogni individualismo e ogni personalismo che tante volte hanno rappresentato una palla al piede per lo sviluppo della nostra comunità. E’ l’ennesima dimostrazione,questa, al di là di quanto possa dire qualcuno in malafede, che per noi Saracena e i Saracenari vengono prima di tutto.

                                                               Renzo Russo
Segretario PD Saracena

− COMUNICATO STAMPA −

Cosenza, 26 luglio 2016. Sarà presentato domani, 27 luglio, alle 18,30 nella sala conferenze del Monastero dei Frati Osservanti di Rocca Imperiale il nuovo romanzo storico di Domenico Marino, La tomba di Erdoto (Falco Editore). Saranno presenti l’autore, Domenico Marino, l’editore Michele Falco e il direttore responsabile de L'eco Rocchese Franco Lofrano. 

Il libro

Erodoto visse, lavorò, morì e fu sepolto a Thurii, la colonia panellenica che nel IV secolo a.C. Pericle volle sui resti della grande Sybaris. Lo raccontano fonti storiche e ne sono convinti Luciana, Rocco e Paola che si ritrovano a scavare nell’area archeologica sibarita ancora devastata dall’esondazione del Crati. Individuano una debole traccia sul bronzo del Toro cozzante, seguono una linea tracciata dal Tuffatore di Paestum, trovano conforto nella Retorica di Aristotele. Tra molti dubbi e poche certezze, tensioni sentimentali e timori burocratici, i tre vivono un piccolo, grande giallo sino alla scoperta, tra fango e ruderi, d’un epigramma funebre e d’una lastra di pietra calcarea col prologo delle Storie: «Questa è l’esposizione delle ricerche di Erodoto di Thurii, perché le imprese degli uomini col tempo non siano dimenticate». È la tomba?

L’autore

Domenico Marino (Cassano all’Jonio, 1975), giornalista, è redattore della Gazzetta del Sud, collabora con Avvenire, dirige l’Abbraccio. È stato borsista per il dipartimento di Filologia dell’Università della Calabria e ha insegnato materie letterarie nelle scuole superiori. Ha pubblicato La vendetta narrativa di Nicola Misasi (Periferia, 2003), I misteri di Balacari (Periferia 2008) e Le avventure di Pino il calzino (Gazzetta del Sud, 2009). Preferisce il tragitto al traguardo.

-- 

Ufficio stampa 
Falco editore

− COMUNICATO STAMPA −

Nella giornata di ieri, all’interno della storica cornice della Sala consiliare del Comune di San Marco Argentano si è tenuta la presentazione ufficiale del progetto “Transumanze Culturali tra due Parchi”, con cui una cordata di quaranta comuni, compresi tra due parchi nazionali, Parco Nazionale del Pollino, versante calabro, e Parco Nazionale della Calabria, con la Sila Grande, della Sila, interconnessi tra loro attraverso una dorsale verde, che passa per la Valle dell’Esaro che intendono partecipare al Bando MIBACT in scadenza allo 05/09/2016. L’iniziativa progettuale, elaborata dai due tecnici Architetti Massimo Chiodo e Giovanna Castagnaro, nel titolo propone il concetto di “transumanza” strettamente legato alla memoria rurale regionale, inteso nella sua accezione ampia di interscambio, trasferimento, interazione e integrazione di risorse culturali tra i comuni d’area vasta, ed è un condensato di quelle che daranno le linee guida da esplicitare nella seconda fase, a finanziamento ottenuto, per poter portare a compimento il disegno di una strategia d’area complessiva. “La strategia d’area che si vuole costruire – hanno sottolineato tutti i sindaci e rappresentanti istituzionali intervenuti- si pone l’obiettivo di creare un sistema integrato territoriale in cui la filiera culturale e quella produttiva abbiano denominatori comuni, chiari e definiti, ma soprattutto orientati a realizzare la valorizzazione e messa in rete del ricco patrimonio culturale e identitario dell’area vasta di progetto: Pollino-Valle dell’Esaro-Sila Grande”.

In particolare, le linee guida della strategia d’area vertono su cinque tematiche culturali a carattere orizzontale (Percorsi Mistico-Mariani, Percorsi naturalistici, Valorizzazione e Tutela delle Etnie consolidate e nuovi sistemi di accoglienza, Messa in rete e recupero conservativodi elementi afferenti alla storia, Preistoria e Archeologia Industriale, Borghi e Paesaggi), su cui di innestano due azioni di rilancio socio-economico trasversali (OSPITALITA’ & Servizi al turismo e Sapori, in relazione a prodotti e Produzioni tipiche & Saperi, riferiti alle Arti e Mestieri di tradizione, funzionali a favorire l’integrazione tra le finalità di recupero conservativo e di promozione turistica, contemplate tra gli obiettivi del bando pubblico.

Soddisfatti i partecipanti i quali sono consci che gli enti comunali sono i protagonisti assoluti di questo bando. “La progettualità in questione- riporta Lo Polito - si basa su specifici interventi di natura orizzontale, per cui concertati tra le singole amministrazioni locali, con un’ottica di lungo periodo (10/15 anni) e a beneficio di tutti i territori oggetto d’intervento, i quali per la prima volta in modo condiviso e partecipato sono artefici di un processo di crescita “buttom up” (dal basso)”.

− COMUNICATO STAMPA −

COSENZA 25 luglio 2016. Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Longobardi e Cetraro hanno deferito all’autorità Giudiziaria un uomo di Cetraro per il reato di incendio Boschivo. Al deferimento dell’uomo si è arrivati dopo una accurata indagine svolta dal personale Forestale e grazie all’aiuto di alcuni cittadini. Mentre gli uomini del CFS e i mezzi aerei ed un Canadair operavano in località Frontino, altri due focolai sono partiti nelle vicinanze, uno dei quali tempestivamente spento dai mezzi di soccorso. Le indagini del Corpo Forestale hanno accertato la responsabilità dell’uomo che è stato quindi deferito. Il Corpo Forestale dello Stato è particolarmente impegnato in questo periodo nell’attività di coordinamento delle operazioni di spegnimento degli incendi nella vasta Provincia di Cosenza (Mezzi aerei all’opera in C.da Cerasullo di Castrovillari in questo momento). Attività che prevede una importante attività investigativa e di repertazione. A tal riguardo nelle scorse settimane a Castrovillari lungo la strada che porta verso il Comune di Frascineto un uomo di Castrovillari è stato deferito per incendio colposo su fondi rustici. A seguito dell’abbruciamento delle erbe sfalciate effettuato durante le ore più calde della giornata è partito un incendio che ha bruciato una superficie incolta e terreni agrari. Sul posto è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco di Castrovillari per domare le fiamme. In seguito l’attività del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Civita, dipendente dal CTA del Pollino, ha portato al deferimento del responsabile dell’incendio.

CORPO FORESTALE DELLO STATO

COMANDO PROVINCIALE di COSENZA

− COMUNICATO STAMPA −

ROTONDA, 24 luglio 2016: Sono stati sorpresi all’interno del Parco Nazionale del Pollino mentre tagliavano furtivamente della legna. Per quattro persone, una di Lungro e tre di Acquaformosa è scattata su disposizione del Magistrato di turno la denuncia per furto,danneggiamento e deturpa,mento di bellezze naturali. I quattro sono stati fermati dal personale del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di S.Donato Ninea, dipendente dal Coordinamento Territoriale per l'Ambiente di Rotonda, in località “Chialamenta” di Acquaformosa, area in cui è presente un bosco di alto fusto di Faggio ricadente nel perimetro del Parco Nazionale del Pollino. Gli Agenti della Forestale durante un controllo hanno sorpreso i quattro mentre stavano sezionando con la motosega due piante di faggio precedentemente abbattute, pronte per essere caricate su una pedana di un trattore per poi essere trasportate a monte dov’era posteggiato un rimorchio già carico nella maggior parte di legna. Si è quindi subito provveduto all’identificazione delle persone, risultate sprovviste di ogni tipo di autorizzazione, al deferimento delle stesse e al sequestro del legname e della motosega che era servita a danneggiare le piante oggetto del furto. Il materiale legnoso su disposizione del Magistrato di turno è stato consegnato all’ente proprietario nella fattispecie il comune di Acquaformosa.

CORPO FORESTALE DELLO STATO

COORDINAMENTO TERRITORIALE AMBIENTE

Parco Nazionale del Pollino

− COMUNICATO STAMPA −

La storia della "Castrovillari Suoni Orchestra" nata dal M° A. “SUONI XI edizione, Festival Etno Jazz” partito questa mattina sarà presente a Castrovillari, in due location importanti, Protoconvento francescano e Castello Aragonese, fino al 31 di luglio 2016. L’evento, organizzato dalla Pro Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) e con “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati, si avvale di un’orchestra strepitosa, la "Castrovillari Suoni Orchestra" una formazione che assume un sapore sinfonico, ma aperta alle contaminazioni moderne, come il Pop, il Rock e la World Music in generale, un collettivo messo su dal M° Alfredo Biondo,originario della vicina Belvedere, diplomato al prestigioso conservatorio di Perugia, vanta collaborazioni di rilievo internazionale nell’ambito jazz/pop/rock come pianista, tastierista, arrangiatore, direttore d’orchestra jazz (tra gli altri, ha collaborato con Joe Cocker e Lutte Berg) solo per citarne alcuni; e Sasà Calabrese, nelle doppie vesti, quello di direttore artistico del Festival, insieme a Gerardo Bonifati, e musicista di fama nazionale,bassista, essenzialmente autodidatta che ha però progressivamente integrato la crescita teorica e strumentale venendo a contatto con molteplici figure di rilievo, Davide Santorsola, Joe Amoruso, Dan Kinzelman, Mariella Nava, solo per citarne alcuni.

Oggi vi raccontiamo la storia “dell’orchestra di Suoni”, questa avventura che si accinge ad iniziare all’interno del festival; ha bisogno di essere raccontata per bene. Vogliamo precisare che l'idea di creare un orchestra con musicisti della zona nasce già qualche anno fa, da un idea, come dicevamo, di Alfredo Biondo e Sasà Calabrese, che con grande passione e lavoro fatto sul campo, vede quest'anno la realizzazione  reale di un idea. I rapporti umani e istituzionali di questo sodalizio hanno creato questa realtà che vede al Sud un esempio concreto di collaborazione, di rete, di unione. La Proloco di Castrovillari ha dato spazio e credibilità ai due artisti calabresi che dopo mesi dedicati alla composizione, alla scrittura e al reclutamento dei musicisti, finalmente ne vedranno il frutto sul palco di questo Festival giunto alla undicesima edizione. É giusto precisare che questa mole di lavoro fatta a monte, permetterà alla manifestazione di ospitare una figura di rilievo internazionale nel mondo della musica: Geoff Westley, che non ha bisogno di presentazioni. La storia di questa orchestra é ancora fresca, ma il M° Biondo, Sasà Calabrese e la stessa Proloco cercheranno di istituzionalizzarla, rendendola un punto fermo non solo del Festival, ma di tutta la realtà musicale calabrese.

Castrovillari 23 luglio 2016

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA Communication

Assestamento e salvaguardia degli equilibri di bilancio al centro della prossima riunione della Massima Assemblea cittadina che affronterà otto punti in tutto.

Il presidente del Consiglio comunale di Castrovillari, Piero Vico, su determinazione della conferenza dei capigruppo, ha convocato il parlamentino locale in prima convocazione  per giovedì 28 luglio alle ore 16,30  nella Sala delle Rappresentanze al primo piano di palazzo Gallo, sede temporanea del Comune, e, in seconda, per venerdì  29 luglio, alle ore 17 nella sala Consiliare del Palazzo di Città.

Oltre le interrogazioni, interpellanze e l’assestamento  di bilancio, l’Assemblea cittadina si occuperà: dell’aggiornamento del Piano Triennale delle opere pubbliche ( elenco anno 2016); del riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio; dell’esame ed approvazione del documento unico di programmazione 2017-2019; dell’intesa con l’Agenzia Regionale del Demanio per l’attribuzione a titolo non oneroso degli immobili di proprietà del Demanio dello Stato situati nel territorio di  Castrovillari; della cessione in uso gratuito del terreno per la realizzazione della Caserma dei Vigili del Fuoco e discuterà della sentenza del Tar Calabria circa il ricorso delle Civiche sulle amministrative.

Le argomentazioni verranno rispettivamente illustrate dall’Assessore ai Lavori Pubblici e Pianificazione Territoriale, Aldo Visciglia, dal Sindaco, Domenico Lo Polito, e dal consigliere Nicola Di Gerio.

Il Consiglio sarà trasmesso in diretta streaming su http://www.streamera.tv/channel/38054/castrovillari-in-rete/

 

 

COMUNICATO STAMPA

Apprendiamo davvero con stupore che l’Agenzia nazionale per i Beni confiscati in Calabria alla criminalità organizzata intende destinare l’Hotel Sybaris ubicato nell’area ad alta vocazione turistica del comune jonico all’accoglienza degli immigrati. In particolare perché la Costa Jonica ha completamente un’altra vocazione: ricca di strutture ricettive, zona vocata al turismo, all’archeologia e all’agricoltura. Non capiamo cosa abbia portato il Prefetto Umberto Postiglione, responsabile dell’Agenzia nazionale per i Beni confiscati, a fare questa scelta. Eravamo a conoscenza del fatto che alla questione si fossero interessate la Diocesi di Cassano All’Jonio e l’Associazione Libera ma che poi il caso non aveva avuto mutamenti rilevanti.

Forza Italia Cassano vuole andare in fondo alla questione e capire perché, innanzitutto, si è arrivati a questa decisione che potrebbe avere notevoli (e negativi) risvolti su un territorio la cui vocazione è tutt’altra che quella di ospitare un centro di accoglienza. «L’antico spirito greco – sottolinea Luigi De Rose – e il fatto che l’ospitalità che da esso ci deriva sia a fondamento della nostra civiltà non ci costringe a chiudere gli occhi davanti a tutto. Ci sono tempi, modi e luoghi per fare tutto, anche per ospitare i meno fortunati di noi che sono costretti a fuggire dalla loro madrepatria».

Auspichiamo per loro soluzioni diverse. Dopo la notizia, in città c’è grande preoccupazione e vogliamo farci portavoce e risolutori della questione. Speriamo che l’Amministrazione comunale si opponga con forza a questa decisione.

 

Giuseppe Gaetani

Pietro Perri

Forza Italia Cassano.

 

Luigi De Rose

Coordinatore Provinciale Forza Italia Cosenza

Sabato, 23 Luglio 2016 15:52

La notte del M5s a Reggio Calabria

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

La notte che spazza il sistema,  è l'iniziativa politica che dopo i recenti arresti a Reggio Calabria il Movimento 5 stelle terrà nella città dello Stretto domenica 24 luglio, dalle ore 21 nel piazzale della stazione del lido.

Confermata la partecipazione di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista, con un contributo di Salvatore ‪#‎Borsellino‬, fratello del magistrato Paolo, ucciso a Palermo il 19 luglio del 1992.

In programma anche gli interventi dei colleghi 5 stelle Giulia Sarti, Federica Dieni, Laura Ferrara, Paolo Parentela e Nicola Morra, nonché dei consiglieri comunali M5s della Calabria. Parlerò anche io, che parteciperò.

Le triangolazioni politico-massonico-mafiose ricostruite dalla Procura di Reggio Calabria e anche le più recenti ipotesi dell'inchiesta Alchemia raccontano di un'intera regione senza democrazia, in cui l'amministrazione pubblica è condizionata nel midollo e le possibilità di sviluppo e riscatto sociale sono uccise da apparati che corrompono, violentano le regole e lasciano fame e spopolamento.

I partiti hanno fallito, perché in nome del potere hanno rinunciato alla pulizia morale al loro interno, rifiutando l'eredità di PAOLO BORSELLINO. Il Movimento 5 stelle ha denunciato in ogni modo la distruzione della politica e la sua 'ndranghetizzazione a opera di comitati d'affari ben coperti.

In Calabria, come sta venendo a galla dopo anni di colpevoli silenzi, comandano i capi della cupola, la burocrazia è in buona parte asservita e l'emergenza è dunque altissima.

Il Movimento 5 stelle ha contribuito a creare in Calabria una ‪#‎coscienza‬ critica, a divulgare il coraggio dell'azione e la difesa della sovranità popolare, a promuovere controinformazione e una conoscenza vera delle vicende pubbliche. Siamo la ‪#‎speranza‬ dei calabresi, traditi e umiliati dall'avidità mafiosa che alberga nei palazzi del potere.
Il meetup Castrovillari a 5 Stelle invita la cittadinanza a partecipare.

Gruppo Comunicazione

MeetUp
"Castrovillari a 5 stelle"

− COMUNICATO STAMPA −

Si comincia. Dice uno dei due direttori artistici, Sasà Calabrese; l’altro è Gerado Bonifati, “è stato un duro lavoro ma crediamo nel risultato”. Ovviamente parliamo di “SUONI” Festival Etno-Jazz in programma a Castrovillari dal 23 al 31 di luglio 2016. 11° Edizione quindi già un buon traguardo considerando il fatto che in questo territorio è molto difficile realizzare eventi di lunga durata, specialmente se questi sono di natura culturale. Il lavoro da fare é tanto, hanno rimarcato i due direttori artistici, organizzare un orchestra di oltre 40 elementi porta via tempo e sudori. Ma sapere che la gente del nostro territorio avrà l'onore di ascoltare musica diretta e arrangiata da Geoff Westley lenisce le braccia, rammenda i calli e sgonfia la fatica”. E si perché sarà lui quest’anno ad omaggiare il Festival. Geoff Westley, una presenza che darà lustro e nome all’evento; musicista, compositore, arrangiatore, produttore, direttore di fama mondiale direttore della London Symphony Orchestra. La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) e con “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati.

La presentazione dell’evento nel Palazzo di Città, da poco ristrutturato. A portare i saluti, il sindaco Domenico Lo Polito, il suo vice, Angela Lo Passo, e poi il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli e naturalmente i due direttori artistici, Gerardo Bonifati e Sasà Calabrese.

Tutti hanno sottolineato, in vario modo e da più angolazioni, la portata della manifestazione per le opportunità che offre e che affermano la positività di un progetto, nato per richiamare il ruolo della mediterraneità e delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili, ma soprattutto fare della kermesse un veicolo per promuovere i tanti talenti musicali che risiedono nella nostra terra.

Quest’anno il Festival punta tutto sulla realizzazione di un collettivo "Castrovillari Suoni Orchestra" una formazione che assume un sapore sinfonico, ma aperta alle contaminazioni moderne, come il Pop, il Rock e la World Music in generale, un collettivo che il M° Westey, vorrebbe portare in giro. Un’opportunità per valorizzare i musicisti della nostra terra, dando loro la possibilità di condividere palco e musica con artisti di assoluto valore. Aprire nuove collaborazioni per poter "esportare" le musiche, i valori e i colori del nostro Sud. Senza aver paura di ascoltare la parola "Classica".

Il chiostro del Protoconvento Francescano e il Castello Aragonese, saranno opportunità d’incontro e scambio, di apertura e condivisione delle esperienze; spazio aperto a tutti, “luoghi emozionali” dove chiunque, dai bambini agli anziani, può “agire” e mettersi in gioco deponendo anche solo per pochi istanti la pirandelliana maschera della vita di tutti i giorni e ritrovare se stesso e la propria spontaneità”.

Anche in questa edizione, dopo il successo della passata sarà organizzata “ ESTADANZA”; incontri, scambi e corsi di musica popolare a cura dell’Associazione Culturale TARANTA Tradizioni Popolari con la supervisione di Lega Danza UISP. I corsi saranno tenuti dal prof Pino Gala, ricercatore etnocoreologo, antropologo della danza che nel 1987 ha fondato l’Associazione Culturale “ Taranta” e dal 96 dirige la prima Scuola Nazionale di Formazione per insegnanti di danza popolare, i corsi saranno gratuiti per i residenti. L’intento è quello di mantenere vivi balli e musiche tradizionali e soprattutto quell’atmosfera festosa tipica della tradizione popolare. Si parte sabato 23 luglio dalle 09,00 alle 19,00 nel Protoconvento francescano per proseguire fino a sabato 30 luglio. Ma andiamo nel dettaglio.

Mercoledì 27 alle ore 21,30 presso Episcopio-Vescovado Rione Civita; Gastronomia e Musica con “ CIVITA…IN VITA”, animazioni musicali e degustazioni gastronomiche. Giovedì 28 luglio si entra nel vivo del festival con un primo “set” allestito presso il Protoconvento francescano con “ SUONI D’AUTORE” con Maurizio Morante-Roberto Cherillo e la “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta dal M° Alfredo Biondi. Cambio di location, e il “set” prenderà vita al Castello Aragonese con le note di Mimmo Cavallaro. Venerdì 29 luglio alle ore 21,30 il Protoconvento francescano vedrà i 40 elementi diretti dal grande Geoff Westley uniti all’interpretazione vocale di Pilar, nome d’arte di Ilaria Patassini, unisce l’interpretazione vocale a un uso strumentale della voce che coniuga radici popolari e canzone d’autore in un sound originale e contemporaneo. I suoi riferimenti vanno da Lhasa de Sela a Dulce Pontes, da Antony and the Johnsons a Ivano Fossati. Con Pilar nel chiostro del Protoconvento francescano, una delle

cantanti liriche inglesi più importanti , Janice Watson. vincitrice del Grammy Award. A seguire al Castello Aragonese sarà la volta di “ VIVA STA VITA” uno Showcase di “ Amakorà” una band di giovani musicisti delle serre calabresi, connessi alla propria terra e alle proprie origini. La consacrazione degli Amakorà avviene con la vittoria al Kaulonia Tarantella Future 2013.

Sabato 30 “ I SUONI DELL’ALBA”…alle 05,00 del mattino la città si sveglierà con il concerto della “ Castrovillari Suoni Orchestra” , nell’arena del Castello Aragonese , concerto dedicato al Maestro Luigi Le Voci. Alle 21,30, sempre di sabato 30 luglio, la “ Castrovillari Suoni Orchestra” , con “ I SUONI DELL’ANIMA” sarà diretta dal M° Geoff Westley.

“ I SUONI DEL SUD”, alle ore 22,00 nel Castello Aragonese con il concerto di Musica Etnica a cura di “Fiumi di Lava”.

Tre “set” concluderanno , domenica 31 luglio, l’XI edizione di “ SUONI”. Si parte alle ore 21,30 nel Protoconvento francescano con un omaggio ai Beatles a cura della “ Castrovillari Suoni Orchestra” che sarà diretta dal M° Alfredo Biondo con la partecipazione del Soul Sighs Gospel Choir di Elisa Brow. In questa occasione sarà consegnato al M° Westley il preio “ Suoni d’Autore 2016”, riconoscimento che verrà consegnato anche al M°Mimmo Cavallaro.

Poi il Castello Aragonese, sarà invaso dalle 22 di “ SUONI e COLORI” con il concerto di Frances Ascione e a seguire “ I CANTU STRITTU” con in omaggio agli antichi e nuovi suoni di Sicilia.

Nove giorni da vivere intensamente, minuto per minuto.

Castrovillari 22 luglio 2016

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA Communication

PROGRAMMA

_____________________________________________________________

Sabato 23 Luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Domenica 24 Luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Lunedì 25 luglio 2016

ESTADANZA h. 10.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Martedì 26 luglio 2016

ESTADANZA h. 10.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Mercoledì 27luglio 2016

ESTADANZA h.09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Ore 21.30: CIVITA…..IN VITA - Gastronomia e Musica

Presso Episcopio - Vescovado Rione Civita.

Animazioni musicali e degustazioni gastronomiche.

Giovedì 28 luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 SUONI D’AUTORE con Maurizio Morante-Roberto Cherillo

2° set. Ore 22.30 Premio “Suoni d’Autore 2016” a Mimmo Cavallaro

Con la “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta dal M° Alfredo Biondo.

Protoconvento Francescano

Castello Aragonese

Venerdì 29 luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/11.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 “FRIENDS IN ARGENTINA”con PILAR, JANICE WATSON e

2° Set. Ore 22: 00 “VIVA STA VITA” Showcase di “Amakorà

“Castrovillari Suoni Orchestra”

Arrangiamenti e direzione GeoffWestley

Protoconvento Francescano

Castello Aragonese

Sabato 30 luglio 2016

Ore 05:00 mattino “I SUONI DELL’ALBA“

Concerto della “Castrovillari Suoni Orchestra” dedicato al Maestro L. Le Voci

Arena Aragonese

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 “I SUONI DELL’ANIMA” concerto a cura Della “Castrovillari Suoni Orchestra” Arrangiamenti e direzione GeoffWestley

Protoconvento Francescano

2° Set. Ore 22: 00 “I SUONI DEL SUD“ Concerto Musica Etnica a cura di FIUMI di LAVA

Castello Aragonese

Domenica 31 luglio 2016

1° Set Ore 21.30 Omaggio ai Beatles a cura della “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta da Alfredo Biondo

Con la partecipazione del Soul Sighs Gospel Choir di Elisa Brown

Premio Suoni d’Autore 2016 a GeoffWestley

Protoconvento Francescano

2° Set. Ore 22: 00 “SUONI e COLORI “ ConcertoSoul di FrancesAscione

Castello Aragonese

3° Set. Ore 22.30 “I CANTU STRITTU” Antichi e nuovi Suoni di Sicilia

Castello Aragonese

Vino e taralli a cura dei “Vini di FERROCINTO”e “Forno ORLANDO “.

Informazioni: biglietteria : Ufficio I.A.T. – Pro Loco 

C.so Garibaldi , 160 –Tel. 0981.27750

Martedì, 26 Luglio 2016 18:42

PD Saracena. Nessuna divisione tra i democratici

Scritto da

 COMUNICATO STAMPA

La comunità di Saracena si avvia ormai verso le elezioni amministrative della primavera del 2017. Dopo 10 anni di Amministrazione a guida Gagliardi, i cittadini saranno chiamati ad eleggere un nuovo consiglio comunale, un nuovo Sindaco e una nuova amministrazione. C’è grande fermento nella comunità in vista di questo importante appuntamento. Il Partito Democratico, unico partito organizzato presente a Saracena, da mesi ormai ragiona al suo interno su una proposta da elaborare e da presentare alla cittadinanza nella prossima competizione elettorale. Qualche furbetto ha pensato bene nelle scorse settimane di agitare le acque parlando di rotture all’interno della nostra sezione. Tutto questo non corrisponde assolutamente alla realtà. Un partito che funziona ragiona, discute e decide. E noi da mesi stiamo facendo questo. Nessuna divisione, quindi, tra i democratici ma solo sano confronto in vista delle prossime elezioni. In una piccola comunità come la nostra spesso con l’approssimarsi di una competizione elettorale locale la politica lascia spazio al gossip, al pettegolezzo. Sono molti a chiedersi chi guiderà i progetti politici in campo. Se saranno di nuovo 5 le liste in campo o addirittura sei, sette. Una discussione questa che sicuramente appassiona tanti ma che non è ciò che serve in questo momento alla nostra comunità. Saracena ha bisogno di un cambio di passo. E’ bene che i cittadini in questo momento si concentrino sulle idee piuttosto che sui nomi. E’ importante capire cosa fare e qual è la Saracena che vogliamo costruire nei prossimi anni. Per tale motivo pensiamo sia necessario coinvolgere quante più anime presenti nella nostra comunità e confrontarsi certamente sui problemi che l’ attanagliano ma soprattutto sui punti di forza, magari quelli ancora inespressi, che essa offre. Nelle prossime settimane la nostra sezione produrrà un documento politico-programmatico. Sulla base di questo documento avvieremo un confronto con la cittadinanza che ci porterà nei prossimi mesi a delineare meglio il progetto e alla scelta di chi dovrà guidarlo. Nei prossimi mesi scriveremo, quindi, una bella pagina di democrazia nel nostro paese che è già destinata ad entrare nella storia della nostra comunità: il candidato sindaco lo sceglieranno i cittadini attraverso le primarie che saranno aperte a tutti coloro che si riconoscono nell’area politica da noi rappresentata e che sottoscriveranno la nostra carta dei valori, le linee politiche e programmatiche. Vogliamo ridare, così, alla politica il ruolo centrale che le spetta. Una politica che stia tra la gente, che l’ascolti e che la faccia sentire protagonista delle scelte che la riguardano. Pensiamo che questa sia la strada giusta da seguire per l’elaborazione di un progetto largamente condiviso nell’esclusivo interesse della nostra comunità mettendo da parte ogni individualismo e ogni personalismo che tante volte hanno rappresentato una palla al piede per lo sviluppo della nostra comunità. E’ l’ennesima dimostrazione,questa, al di là di quanto possa dire qualcuno in malafede, che per noi Saracena e i Saracenari vengono prima di tutto.

                                                               Renzo Russo
Segretario PD Saracena

− COMUNICATO STAMPA −

Cosenza, 26 luglio 2016. Sarà presentato domani, 27 luglio, alle 18,30 nella sala conferenze del Monastero dei Frati Osservanti di Rocca Imperiale il nuovo romanzo storico di Domenico Marino, La tomba di Erdoto (Falco Editore). Saranno presenti l’autore, Domenico Marino, l’editore Michele Falco e il direttore responsabile de L'eco Rocchese Franco Lofrano. 

Il libro

Erodoto visse, lavorò, morì e fu sepolto a Thurii, la colonia panellenica che nel IV secolo a.C. Pericle volle sui resti della grande Sybaris. Lo raccontano fonti storiche e ne sono convinti Luciana, Rocco e Paola che si ritrovano a scavare nell’area archeologica sibarita ancora devastata dall’esondazione del Crati. Individuano una debole traccia sul bronzo del Toro cozzante, seguono una linea tracciata dal Tuffatore di Paestum, trovano conforto nella Retorica di Aristotele. Tra molti dubbi e poche certezze, tensioni sentimentali e timori burocratici, i tre vivono un piccolo, grande giallo sino alla scoperta, tra fango e ruderi, d’un epigramma funebre e d’una lastra di pietra calcarea col prologo delle Storie: «Questa è l’esposizione delle ricerche di Erodoto di Thurii, perché le imprese degli uomini col tempo non siano dimenticate». È la tomba?

L’autore

Domenico Marino (Cassano all’Jonio, 1975), giornalista, è redattore della Gazzetta del Sud, collabora con Avvenire, dirige l’Abbraccio. È stato borsista per il dipartimento di Filologia dell’Università della Calabria e ha insegnato materie letterarie nelle scuole superiori. Ha pubblicato La vendetta narrativa di Nicola Misasi (Periferia, 2003), I misteri di Balacari (Periferia 2008) e Le avventure di Pino il calzino (Gazzetta del Sud, 2009). Preferisce il tragitto al traguardo.

-- 

Ufficio stampa 
Falco editore

− COMUNICATO STAMPA −

Nella giornata di ieri, all’interno della storica cornice della Sala consiliare del Comune di San Marco Argentano si è tenuta la presentazione ufficiale del progetto “Transumanze Culturali tra due Parchi”, con cui una cordata di quaranta comuni, compresi tra due parchi nazionali, Parco Nazionale del Pollino, versante calabro, e Parco Nazionale della Calabria, con la Sila Grande, della Sila, interconnessi tra loro attraverso una dorsale verde, che passa per la Valle dell’Esaro che intendono partecipare al Bando MIBACT in scadenza allo 05/09/2016. L’iniziativa progettuale, elaborata dai due tecnici Architetti Massimo Chiodo e Giovanna Castagnaro, nel titolo propone il concetto di “transumanza” strettamente legato alla memoria rurale regionale, inteso nella sua accezione ampia di interscambio, trasferimento, interazione e integrazione di risorse culturali tra i comuni d’area vasta, ed è un condensato di quelle che daranno le linee guida da esplicitare nella seconda fase, a finanziamento ottenuto, per poter portare a compimento il disegno di una strategia d’area complessiva. “La strategia d’area che si vuole costruire – hanno sottolineato tutti i sindaci e rappresentanti istituzionali intervenuti- si pone l’obiettivo di creare un sistema integrato territoriale in cui la filiera culturale e quella produttiva abbiano denominatori comuni, chiari e definiti, ma soprattutto orientati a realizzare la valorizzazione e messa in rete del ricco patrimonio culturale e identitario dell’area vasta di progetto: Pollino-Valle dell’Esaro-Sila Grande”.

In particolare, le linee guida della strategia d’area vertono su cinque tematiche culturali a carattere orizzontale (Percorsi Mistico-Mariani, Percorsi naturalistici, Valorizzazione e Tutela delle Etnie consolidate e nuovi sistemi di accoglienza, Messa in rete e recupero conservativodi elementi afferenti alla storia, Preistoria e Archeologia Industriale, Borghi e Paesaggi), su cui di innestano due azioni di rilancio socio-economico trasversali (OSPITALITA’ & Servizi al turismo e Sapori, in relazione a prodotti e Produzioni tipiche & Saperi, riferiti alle Arti e Mestieri di tradizione, funzionali a favorire l’integrazione tra le finalità di recupero conservativo e di promozione turistica, contemplate tra gli obiettivi del bando pubblico.

Soddisfatti i partecipanti i quali sono consci che gli enti comunali sono i protagonisti assoluti di questo bando. “La progettualità in questione- riporta Lo Polito - si basa su specifici interventi di natura orizzontale, per cui concertati tra le singole amministrazioni locali, con un’ottica di lungo periodo (10/15 anni) e a beneficio di tutti i territori oggetto d’intervento, i quali per la prima volta in modo condiviso e partecipato sono artefici di un processo di crescita “buttom up” (dal basso)”.

− COMUNICATO STAMPA −

COSENZA 25 luglio 2016. Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Longobardi e Cetraro hanno deferito all’autorità Giudiziaria un uomo di Cetraro per il reato di incendio Boschivo. Al deferimento dell’uomo si è arrivati dopo una accurata indagine svolta dal personale Forestale e grazie all’aiuto di alcuni cittadini. Mentre gli uomini del CFS e i mezzi aerei ed un Canadair operavano in località Frontino, altri due focolai sono partiti nelle vicinanze, uno dei quali tempestivamente spento dai mezzi di soccorso. Le indagini del Corpo Forestale hanno accertato la responsabilità dell’uomo che è stato quindi deferito. Il Corpo Forestale dello Stato è particolarmente impegnato in questo periodo nell’attività di coordinamento delle operazioni di spegnimento degli incendi nella vasta Provincia di Cosenza (Mezzi aerei all’opera in C.da Cerasullo di Castrovillari in questo momento). Attività che prevede una importante attività investigativa e di repertazione. A tal riguardo nelle scorse settimane a Castrovillari lungo la strada che porta verso il Comune di Frascineto un uomo di Castrovillari è stato deferito per incendio colposo su fondi rustici. A seguito dell’abbruciamento delle erbe sfalciate effettuato durante le ore più calde della giornata è partito un incendio che ha bruciato una superficie incolta e terreni agrari. Sul posto è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco di Castrovillari per domare le fiamme. In seguito l’attività del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Civita, dipendente dal CTA del Pollino, ha portato al deferimento del responsabile dell’incendio.

CORPO FORESTALE DELLO STATO

COMANDO PROVINCIALE di COSENZA

− COMUNICATO STAMPA −

ROTONDA, 24 luglio 2016: Sono stati sorpresi all’interno del Parco Nazionale del Pollino mentre tagliavano furtivamente della legna. Per quattro persone, una di Lungro e tre di Acquaformosa è scattata su disposizione del Magistrato di turno la denuncia per furto,danneggiamento e deturpa,mento di bellezze naturali. I quattro sono stati fermati dal personale del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di S.Donato Ninea, dipendente dal Coordinamento Territoriale per l'Ambiente di Rotonda, in località “Chialamenta” di Acquaformosa, area in cui è presente un bosco di alto fusto di Faggio ricadente nel perimetro del Parco Nazionale del Pollino. Gli Agenti della Forestale durante un controllo hanno sorpreso i quattro mentre stavano sezionando con la motosega due piante di faggio precedentemente abbattute, pronte per essere caricate su una pedana di un trattore per poi essere trasportate a monte dov’era posteggiato un rimorchio già carico nella maggior parte di legna. Si è quindi subito provveduto all’identificazione delle persone, risultate sprovviste di ogni tipo di autorizzazione, al deferimento delle stesse e al sequestro del legname e della motosega che era servita a danneggiare le piante oggetto del furto. Il materiale legnoso su disposizione del Magistrato di turno è stato consegnato all’ente proprietario nella fattispecie il comune di Acquaformosa.

CORPO FORESTALE DELLO STATO

COORDINAMENTO TERRITORIALE AMBIENTE

Parco Nazionale del Pollino

− COMUNICATO STAMPA −

La storia della "Castrovillari Suoni Orchestra" nata dal M° A. “SUONI XI edizione, Festival Etno Jazz” partito questa mattina sarà presente a Castrovillari, in due location importanti, Protoconvento francescano e Castello Aragonese, fino al 31 di luglio 2016. L’evento, organizzato dalla Pro Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) e con “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati, si avvale di un’orchestra strepitosa, la "Castrovillari Suoni Orchestra" una formazione che assume un sapore sinfonico, ma aperta alle contaminazioni moderne, come il Pop, il Rock e la World Music in generale, un collettivo messo su dal M° Alfredo Biondo,originario della vicina Belvedere, diplomato al prestigioso conservatorio di Perugia, vanta collaborazioni di rilievo internazionale nell’ambito jazz/pop/rock come pianista, tastierista, arrangiatore, direttore d’orchestra jazz (tra gli altri, ha collaborato con Joe Cocker e Lutte Berg) solo per citarne alcuni; e Sasà Calabrese, nelle doppie vesti, quello di direttore artistico del Festival, insieme a Gerardo Bonifati, e musicista di fama nazionale,bassista, essenzialmente autodidatta che ha però progressivamente integrato la crescita teorica e strumentale venendo a contatto con molteplici figure di rilievo, Davide Santorsola, Joe Amoruso, Dan Kinzelman, Mariella Nava, solo per citarne alcuni.

Oggi vi raccontiamo la storia “dell’orchestra di Suoni”, questa avventura che si accinge ad iniziare all’interno del festival; ha bisogno di essere raccontata per bene. Vogliamo precisare che l'idea di creare un orchestra con musicisti della zona nasce già qualche anno fa, da un idea, come dicevamo, di Alfredo Biondo e Sasà Calabrese, che con grande passione e lavoro fatto sul campo, vede quest'anno la realizzazione  reale di un idea. I rapporti umani e istituzionali di questo sodalizio hanno creato questa realtà che vede al Sud un esempio concreto di collaborazione, di rete, di unione. La Proloco di Castrovillari ha dato spazio e credibilità ai due artisti calabresi che dopo mesi dedicati alla composizione, alla scrittura e al reclutamento dei musicisti, finalmente ne vedranno il frutto sul palco di questo Festival giunto alla undicesima edizione. É giusto precisare che questa mole di lavoro fatta a monte, permetterà alla manifestazione di ospitare una figura di rilievo internazionale nel mondo della musica: Geoff Westley, che non ha bisogno di presentazioni. La storia di questa orchestra é ancora fresca, ma il M° Biondo, Sasà Calabrese e la stessa Proloco cercheranno di istituzionalizzarla, rendendola un punto fermo non solo del Festival, ma di tutta la realtà musicale calabrese.

Castrovillari 23 luglio 2016

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA Communication

Assestamento e salvaguardia degli equilibri di bilancio al centro della prossima riunione della Massima Assemblea cittadina che affronterà otto punti in tutto.

Il presidente del Consiglio comunale di Castrovillari, Piero Vico, su determinazione della conferenza dei capigruppo, ha convocato il parlamentino locale in prima convocazione  per giovedì 28 luglio alle ore 16,30  nella Sala delle Rappresentanze al primo piano di palazzo Gallo, sede temporanea del Comune, e, in seconda, per venerdì  29 luglio, alle ore 17 nella sala Consiliare del Palazzo di Città.

Oltre le interrogazioni, interpellanze e l’assestamento  di bilancio, l’Assemblea cittadina si occuperà: dell’aggiornamento del Piano Triennale delle opere pubbliche ( elenco anno 2016); del riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio; dell’esame ed approvazione del documento unico di programmazione 2017-2019; dell’intesa con l’Agenzia Regionale del Demanio per l’attribuzione a titolo non oneroso degli immobili di proprietà del Demanio dello Stato situati nel territorio di  Castrovillari; della cessione in uso gratuito del terreno per la realizzazione della Caserma dei Vigili del Fuoco e discuterà della sentenza del Tar Calabria circa il ricorso delle Civiche sulle amministrative.

Le argomentazioni verranno rispettivamente illustrate dall’Assessore ai Lavori Pubblici e Pianificazione Territoriale, Aldo Visciglia, dal Sindaco, Domenico Lo Polito, e dal consigliere Nicola Di Gerio.

Il Consiglio sarà trasmesso in diretta streaming su http://www.streamera.tv/channel/38054/castrovillari-in-rete/

 

 

COMUNICATO STAMPA

Apprendiamo davvero con stupore che l’Agenzia nazionale per i Beni confiscati in Calabria alla criminalità organizzata intende destinare l’Hotel Sybaris ubicato nell’area ad alta vocazione turistica del comune jonico all’accoglienza degli immigrati. In particolare perché la Costa Jonica ha completamente un’altra vocazione: ricca di strutture ricettive, zona vocata al turismo, all’archeologia e all’agricoltura. Non capiamo cosa abbia portato il Prefetto Umberto Postiglione, responsabile dell’Agenzia nazionale per i Beni confiscati, a fare questa scelta. Eravamo a conoscenza del fatto che alla questione si fossero interessate la Diocesi di Cassano All’Jonio e l’Associazione Libera ma che poi il caso non aveva avuto mutamenti rilevanti.

Forza Italia Cassano vuole andare in fondo alla questione e capire perché, innanzitutto, si è arrivati a questa decisione che potrebbe avere notevoli (e negativi) risvolti su un territorio la cui vocazione è tutt’altra che quella di ospitare un centro di accoglienza. «L’antico spirito greco – sottolinea Luigi De Rose – e il fatto che l’ospitalità che da esso ci deriva sia a fondamento della nostra civiltà non ci costringe a chiudere gli occhi davanti a tutto. Ci sono tempi, modi e luoghi per fare tutto, anche per ospitare i meno fortunati di noi che sono costretti a fuggire dalla loro madrepatria».

Auspichiamo per loro soluzioni diverse. Dopo la notizia, in città c’è grande preoccupazione e vogliamo farci portavoce e risolutori della questione. Speriamo che l’Amministrazione comunale si opponga con forza a questa decisione.

 

Giuseppe Gaetani

Pietro Perri

Forza Italia Cassano.

 

Luigi De Rose

Coordinatore Provinciale Forza Italia Cosenza

Sabato, 23 Luglio 2016 15:52

La notte del M5s a Reggio Calabria

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

La notte che spazza il sistema,  è l'iniziativa politica che dopo i recenti arresti a Reggio Calabria il Movimento 5 stelle terrà nella città dello Stretto domenica 24 luglio, dalle ore 21 nel piazzale della stazione del lido.

Confermata la partecipazione di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista, con un contributo di Salvatore ‪#‎Borsellino‬, fratello del magistrato Paolo, ucciso a Palermo il 19 luglio del 1992.

In programma anche gli interventi dei colleghi 5 stelle Giulia Sarti, Federica Dieni, Laura Ferrara, Paolo Parentela e Nicola Morra, nonché dei consiglieri comunali M5s della Calabria. Parlerò anche io, che parteciperò.

Le triangolazioni politico-massonico-mafiose ricostruite dalla Procura di Reggio Calabria e anche le più recenti ipotesi dell'inchiesta Alchemia raccontano di un'intera regione senza democrazia, in cui l'amministrazione pubblica è condizionata nel midollo e le possibilità di sviluppo e riscatto sociale sono uccise da apparati che corrompono, violentano le regole e lasciano fame e spopolamento.

I partiti hanno fallito, perché in nome del potere hanno rinunciato alla pulizia morale al loro interno, rifiutando l'eredità di PAOLO BORSELLINO. Il Movimento 5 stelle ha denunciato in ogni modo la distruzione della politica e la sua 'ndranghetizzazione a opera di comitati d'affari ben coperti.

In Calabria, come sta venendo a galla dopo anni di colpevoli silenzi, comandano i capi della cupola, la burocrazia è in buona parte asservita e l'emergenza è dunque altissima.

Il Movimento 5 stelle ha contribuito a creare in Calabria una ‪#‎coscienza‬ critica, a divulgare il coraggio dell'azione e la difesa della sovranità popolare, a promuovere controinformazione e una conoscenza vera delle vicende pubbliche. Siamo la ‪#‎speranza‬ dei calabresi, traditi e umiliati dall'avidità mafiosa che alberga nei palazzi del potere.
Il meetup Castrovillari a 5 Stelle invita la cittadinanza a partecipare.

Gruppo Comunicazione

MeetUp
"Castrovillari a 5 stelle"

− COMUNICATO STAMPA −

Si comincia. Dice uno dei due direttori artistici, Sasà Calabrese; l’altro è Gerado Bonifati, “è stato un duro lavoro ma crediamo nel risultato”. Ovviamente parliamo di “SUONI” Festival Etno-Jazz in programma a Castrovillari dal 23 al 31 di luglio 2016. 11° Edizione quindi già un buon traguardo considerando il fatto che in questo territorio è molto difficile realizzare eventi di lunga durata, specialmente se questi sono di natura culturale. Il lavoro da fare é tanto, hanno rimarcato i due direttori artistici, organizzare un orchestra di oltre 40 elementi porta via tempo e sudori. Ma sapere che la gente del nostro territorio avrà l'onore di ascoltare musica diretta e arrangiata da Geoff Westley lenisce le braccia, rammenda i calli e sgonfia la fatica”. E si perché sarà lui quest’anno ad omaggiare il Festival. Geoff Westley, una presenza che darà lustro e nome all’evento; musicista, compositore, arrangiatore, produttore, direttore di fama mondiale direttore della London Symphony Orchestra. La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) e con “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati.

La presentazione dell’evento nel Palazzo di Città, da poco ristrutturato. A portare i saluti, il sindaco Domenico Lo Polito, il suo vice, Angela Lo Passo, e poi il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli e naturalmente i due direttori artistici, Gerardo Bonifati e Sasà Calabrese.

Tutti hanno sottolineato, in vario modo e da più angolazioni, la portata della manifestazione per le opportunità che offre e che affermano la positività di un progetto, nato per richiamare il ruolo della mediterraneità e delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili, ma soprattutto fare della kermesse un veicolo per promuovere i tanti talenti musicali che risiedono nella nostra terra.

Quest’anno il Festival punta tutto sulla realizzazione di un collettivo "Castrovillari Suoni Orchestra" una formazione che assume un sapore sinfonico, ma aperta alle contaminazioni moderne, come il Pop, il Rock e la World Music in generale, un collettivo che il M° Westey, vorrebbe portare in giro. Un’opportunità per valorizzare i musicisti della nostra terra, dando loro la possibilità di condividere palco e musica con artisti di assoluto valore. Aprire nuove collaborazioni per poter "esportare" le musiche, i valori e i colori del nostro Sud. Senza aver paura di ascoltare la parola "Classica".

Il chiostro del Protoconvento Francescano e il Castello Aragonese, saranno opportunità d’incontro e scambio, di apertura e condivisione delle esperienze; spazio aperto a tutti, “luoghi emozionali” dove chiunque, dai bambini agli anziani, può “agire” e mettersi in gioco deponendo anche solo per pochi istanti la pirandelliana maschera della vita di tutti i giorni e ritrovare se stesso e la propria spontaneità”.

Anche in questa edizione, dopo il successo della passata sarà organizzata “ ESTADANZA”; incontri, scambi e corsi di musica popolare a cura dell’Associazione Culturale TARANTA Tradizioni Popolari con la supervisione di Lega Danza UISP. I corsi saranno tenuti dal prof Pino Gala, ricercatore etnocoreologo, antropologo della danza che nel 1987 ha fondato l’Associazione Culturale “ Taranta” e dal 96 dirige la prima Scuola Nazionale di Formazione per insegnanti di danza popolare, i corsi saranno gratuiti per i residenti. L’intento è quello di mantenere vivi balli e musiche tradizionali e soprattutto quell’atmosfera festosa tipica della tradizione popolare. Si parte sabato 23 luglio dalle 09,00 alle 19,00 nel Protoconvento francescano per proseguire fino a sabato 30 luglio. Ma andiamo nel dettaglio.

Mercoledì 27 alle ore 21,30 presso Episcopio-Vescovado Rione Civita; Gastronomia e Musica con “ CIVITA…IN VITA”, animazioni musicali e degustazioni gastronomiche. Giovedì 28 luglio si entra nel vivo del festival con un primo “set” allestito presso il Protoconvento francescano con “ SUONI D’AUTORE” con Maurizio Morante-Roberto Cherillo e la “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta dal M° Alfredo Biondi. Cambio di location, e il “set” prenderà vita al Castello Aragonese con le note di Mimmo Cavallaro. Venerdì 29 luglio alle ore 21,30 il Protoconvento francescano vedrà i 40 elementi diretti dal grande Geoff Westley uniti all’interpretazione vocale di Pilar, nome d’arte di Ilaria Patassini, unisce l’interpretazione vocale a un uso strumentale della voce che coniuga radici popolari e canzone d’autore in un sound originale e contemporaneo. I suoi riferimenti vanno da Lhasa de Sela a Dulce Pontes, da Antony and the Johnsons a Ivano Fossati. Con Pilar nel chiostro del Protoconvento francescano, una delle

cantanti liriche inglesi più importanti , Janice Watson. vincitrice del Grammy Award. A seguire al Castello Aragonese sarà la volta di “ VIVA STA VITA” uno Showcase di “ Amakorà” una band di giovani musicisti delle serre calabresi, connessi alla propria terra e alle proprie origini. La consacrazione degli Amakorà avviene con la vittoria al Kaulonia Tarantella Future 2013.

Sabato 30 “ I SUONI DELL’ALBA”…alle 05,00 del mattino la città si sveglierà con il concerto della “ Castrovillari Suoni Orchestra” , nell’arena del Castello Aragonese , concerto dedicato al Maestro Luigi Le Voci. Alle 21,30, sempre di sabato 30 luglio, la “ Castrovillari Suoni Orchestra” , con “ I SUONI DELL’ANIMA” sarà diretta dal M° Geoff Westley.

“ I SUONI DEL SUD”, alle ore 22,00 nel Castello Aragonese con il concerto di Musica Etnica a cura di “Fiumi di Lava”.

Tre “set” concluderanno , domenica 31 luglio, l’XI edizione di “ SUONI”. Si parte alle ore 21,30 nel Protoconvento francescano con un omaggio ai Beatles a cura della “ Castrovillari Suoni Orchestra” che sarà diretta dal M° Alfredo Biondo con la partecipazione del Soul Sighs Gospel Choir di Elisa Brow. In questa occasione sarà consegnato al M° Westley il preio “ Suoni d’Autore 2016”, riconoscimento che verrà consegnato anche al M°Mimmo Cavallaro.

Poi il Castello Aragonese, sarà invaso dalle 22 di “ SUONI e COLORI” con il concerto di Frances Ascione e a seguire “ I CANTU STRITTU” con in omaggio agli antichi e nuovi suoni di Sicilia.

Nove giorni da vivere intensamente, minuto per minuto.

Castrovillari 22 luglio 2016

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA Communication

PROGRAMMA

_____________________________________________________________

Sabato 23 Luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Domenica 24 Luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Lunedì 25 luglio 2016

ESTADANZA h. 10.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Martedì 26 luglio 2016

ESTADANZA h. 10.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Mercoledì 27luglio 2016

ESTADANZA h.09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Ore 21.30: CIVITA…..IN VITA - Gastronomia e Musica

Presso Episcopio - Vescovado Rione Civita.

Animazioni musicali e degustazioni gastronomiche.

Giovedì 28 luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 SUONI D’AUTORE con Maurizio Morante-Roberto Cherillo

2° set. Ore 22.30 Premio “Suoni d’Autore 2016” a Mimmo Cavallaro

Con la “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta dal M° Alfredo Biondo.

Protoconvento Francescano

Castello Aragonese

Venerdì 29 luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/11.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 “FRIENDS IN ARGENTINA”con PILAR, JANICE WATSON e

2° Set. Ore 22: 00 “VIVA STA VITA” Showcase di “Amakorà

“Castrovillari Suoni Orchestra”

Arrangiamenti e direzione GeoffWestley

Protoconvento Francescano

Castello Aragonese

Sabato 30 luglio 2016

Ore 05:00 mattino “I SUONI DELL’ALBA“

Concerto della “Castrovillari Suoni Orchestra” dedicato al Maestro L. Le Voci

Arena Aragonese

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 “I SUONI DELL’ANIMA” concerto a cura Della “Castrovillari Suoni Orchestra” Arrangiamenti e direzione GeoffWestley

Protoconvento Francescano

2° Set. Ore 22: 00 “I SUONI DEL SUD“ Concerto Musica Etnica a cura di FIUMI di LAVA

Castello Aragonese

Domenica 31 luglio 2016

1° Set Ore 21.30 Omaggio ai Beatles a cura della “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta da Alfredo Biondo

Con la partecipazione del Soul Sighs Gospel Choir di Elisa Brown

Premio Suoni d’Autore 2016 a GeoffWestley

Protoconvento Francescano

2° Set. Ore 22: 00 “SUONI e COLORI “ ConcertoSoul di FrancesAscione

Castello Aragonese

3° Set. Ore 22.30 “I CANTU STRITTU” Antichi e nuovi Suoni di Sicilia

Castello Aragonese

Vino e taralli a cura dei “Vini di FERROCINTO”e “Forno ORLANDO “.

Informazioni: biglietteria : Ufficio I.A.T. – Pro Loco 

C.so Garibaldi , 160 –Tel. 0981.27750

Martedì, 26 Luglio 2016 18:42

PD Saracena. Nessuna divisione tra i democratici

Scritto da

 COMUNICATO STAMPA

La comunità di Saracena si avvia ormai verso le elezioni amministrative della primavera del 2017. Dopo 10 anni di Amministrazione a guida Gagliardi, i cittadini saranno chiamati ad eleggere un nuovo consiglio comunale, un nuovo Sindaco e una nuova amministrazione. C’è grande fermento nella comunità in vista di questo importante appuntamento. Il Partito Democratico, unico partito organizzato presente a Saracena, da mesi ormai ragiona al suo interno su una proposta da elaborare e da presentare alla cittadinanza nella prossima competizione elettorale. Qualche furbetto ha pensato bene nelle scorse settimane di agitare le acque parlando di rotture all’interno della nostra sezione. Tutto questo non corrisponde assolutamente alla realtà. Un partito che funziona ragiona, discute e decide. E noi da mesi stiamo facendo questo. Nessuna divisione, quindi, tra i democratici ma solo sano confronto in vista delle prossime elezioni. In una piccola comunità come la nostra spesso con l’approssimarsi di una competizione elettorale locale la politica lascia spazio al gossip, al pettegolezzo. Sono molti a chiedersi chi guiderà i progetti politici in campo. Se saranno di nuovo 5 le liste in campo o addirittura sei, sette. Una discussione questa che sicuramente appassiona tanti ma che non è ciò che serve in questo momento alla nostra comunità. Saracena ha bisogno di un cambio di passo. E’ bene che i cittadini in questo momento si concentrino sulle idee piuttosto che sui nomi. E’ importante capire cosa fare e qual è la Saracena che vogliamo costruire nei prossimi anni. Per tale motivo pensiamo sia necessario coinvolgere quante più anime presenti nella nostra comunità e confrontarsi certamente sui problemi che l’ attanagliano ma soprattutto sui punti di forza, magari quelli ancora inespressi, che essa offre. Nelle prossime settimane la nostra sezione produrrà un documento politico-programmatico. Sulla base di questo documento avvieremo un confronto con la cittadinanza che ci porterà nei prossimi mesi a delineare meglio il progetto e alla scelta di chi dovrà guidarlo. Nei prossimi mesi scriveremo, quindi, una bella pagina di democrazia nel nostro paese che è già destinata ad entrare nella storia della nostra comunità: il candidato sindaco lo sceglieranno i cittadini attraverso le primarie che saranno aperte a tutti coloro che si riconoscono nell’area politica da noi rappresentata e che sottoscriveranno la nostra carta dei valori, le linee politiche e programmatiche. Vogliamo ridare, così, alla politica il ruolo centrale che le spetta. Una politica che stia tra la gente, che l’ascolti e che la faccia sentire protagonista delle scelte che la riguardano. Pensiamo che questa sia la strada giusta da seguire per l’elaborazione di un progetto largamente condiviso nell’esclusivo interesse della nostra comunità mettendo da parte ogni individualismo e ogni personalismo che tante volte hanno rappresentato una palla al piede per lo sviluppo della nostra comunità. E’ l’ennesima dimostrazione,questa, al di là di quanto possa dire qualcuno in malafede, che per noi Saracena e i Saracenari vengono prima di tutto.

                                                               Renzo Russo
Segretario PD Saracena

− COMUNICATO STAMPA −

Cosenza, 26 luglio 2016. Sarà presentato domani, 27 luglio, alle 18,30 nella sala conferenze del Monastero dei Frati Osservanti di Rocca Imperiale il nuovo romanzo storico di Domenico Marino, La tomba di Erdoto (Falco Editore). Saranno presenti l’autore, Domenico Marino, l’editore Michele Falco e il direttore responsabile de L'eco Rocchese Franco Lofrano. 

Il libro

Erodoto visse, lavorò, morì e fu sepolto a Thurii, la colonia panellenica che nel IV secolo a.C. Pericle volle sui resti della grande Sybaris. Lo raccontano fonti storiche e ne sono convinti Luciana, Rocco e Paola che si ritrovano a scavare nell’area archeologica sibarita ancora devastata dall’esondazione del Crati. Individuano una debole traccia sul bronzo del Toro cozzante, seguono una linea tracciata dal Tuffatore di Paestum, trovano conforto nella Retorica di Aristotele. Tra molti dubbi e poche certezze, tensioni sentimentali e timori burocratici, i tre vivono un piccolo, grande giallo sino alla scoperta, tra fango e ruderi, d’un epigramma funebre e d’una lastra di pietra calcarea col prologo delle Storie: «Questa è l’esposizione delle ricerche di Erodoto di Thurii, perché le imprese degli uomini col tempo non siano dimenticate». È la tomba?

L’autore

Domenico Marino (Cassano all’Jonio, 1975), giornalista, è redattore della Gazzetta del Sud, collabora con Avvenire, dirige l’Abbraccio. È stato borsista per il dipartimento di Filologia dell’Università della Calabria e ha insegnato materie letterarie nelle scuole superiori. Ha pubblicato La vendetta narrativa di Nicola Misasi (Periferia, 2003), I misteri di Balacari (Periferia 2008) e Le avventure di Pino il calzino (Gazzetta del Sud, 2009). Preferisce il tragitto al traguardo.

-- 

Ufficio stampa 
Falco editore

− COMUNICATO STAMPA −

Nella giornata di ieri, all’interno della storica cornice della Sala consiliare del Comune di San Marco Argentano si è tenuta la presentazione ufficiale del progetto “Transumanze Culturali tra due Parchi”, con cui una cordata di quaranta comuni, compresi tra due parchi nazionali, Parco Nazionale del Pollino, versante calabro, e Parco Nazionale della Calabria, con la Sila Grande, della Sila, interconnessi tra loro attraverso una dorsale verde, che passa per la Valle dell’Esaro che intendono partecipare al Bando MIBACT in scadenza allo 05/09/2016. L’iniziativa progettuale, elaborata dai due tecnici Architetti Massimo Chiodo e Giovanna Castagnaro, nel titolo propone il concetto di “transumanza” strettamente legato alla memoria rurale regionale, inteso nella sua accezione ampia di interscambio, trasferimento, interazione e integrazione di risorse culturali tra i comuni d’area vasta, ed è un condensato di quelle che daranno le linee guida da esplicitare nella seconda fase, a finanziamento ottenuto, per poter portare a compimento il disegno di una strategia d’area complessiva. “La strategia d’area che si vuole costruire – hanno sottolineato tutti i sindaci e rappresentanti istituzionali intervenuti- si pone l’obiettivo di creare un sistema integrato territoriale in cui la filiera culturale e quella produttiva abbiano denominatori comuni, chiari e definiti, ma soprattutto orientati a realizzare la valorizzazione e messa in rete del ricco patrimonio culturale e identitario dell’area vasta di progetto: Pollino-Valle dell’Esaro-Sila Grande”.

In particolare, le linee guida della strategia d’area vertono su cinque tematiche culturali a carattere orizzontale (Percorsi Mistico-Mariani, Percorsi naturalistici, Valorizzazione e Tutela delle Etnie consolidate e nuovi sistemi di accoglienza, Messa in rete e recupero conservativodi elementi afferenti alla storia, Preistoria e Archeologia Industriale, Borghi e Paesaggi), su cui di innestano due azioni di rilancio socio-economico trasversali (OSPITALITA’ & Servizi al turismo e Sapori, in relazione a prodotti e Produzioni tipiche & Saperi, riferiti alle Arti e Mestieri di tradizione, funzionali a favorire l’integrazione tra le finalità di recupero conservativo e di promozione turistica, contemplate tra gli obiettivi del bando pubblico.

Soddisfatti i partecipanti i quali sono consci che gli enti comunali sono i protagonisti assoluti di questo bando. “La progettualità in questione- riporta Lo Polito - si basa su specifici interventi di natura orizzontale, per cui concertati tra le singole amministrazioni locali, con un’ottica di lungo periodo (10/15 anni) e a beneficio di tutti i territori oggetto d’intervento, i quali per la prima volta in modo condiviso e partecipato sono artefici di un processo di crescita “buttom up” (dal basso)”.

− COMUNICATO STAMPA −

COSENZA 25 luglio 2016. Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Longobardi e Cetraro hanno deferito all’autorità Giudiziaria un uomo di Cetraro per il reato di incendio Boschivo. Al deferimento dell’uomo si è arrivati dopo una accurata indagine svolta dal personale Forestale e grazie all’aiuto di alcuni cittadini. Mentre gli uomini del CFS e i mezzi aerei ed un Canadair operavano in località Frontino, altri due focolai sono partiti nelle vicinanze, uno dei quali tempestivamente spento dai mezzi di soccorso. Le indagini del Corpo Forestale hanno accertato la responsabilità dell’uomo che è stato quindi deferito. Il Corpo Forestale dello Stato è particolarmente impegnato in questo periodo nell’attività di coordinamento delle operazioni di spegnimento degli incendi nella vasta Provincia di Cosenza (Mezzi aerei all’opera in C.da Cerasullo di Castrovillari in questo momento). Attività che prevede una importante attività investigativa e di repertazione. A tal riguardo nelle scorse settimane a Castrovillari lungo la strada che porta verso il Comune di Frascineto un uomo di Castrovillari è stato deferito per incendio colposo su fondi rustici. A seguito dell’abbruciamento delle erbe sfalciate effettuato durante le ore più calde della giornata è partito un incendio che ha bruciato una superficie incolta e terreni agrari. Sul posto è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco di Castrovillari per domare le fiamme. In seguito l’attività del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Civita, dipendente dal CTA del Pollino, ha portato al deferimento del responsabile dell’incendio.

CORPO FORESTALE DELLO STATO

COMANDO PROVINCIALE di COSENZA

− COMUNICATO STAMPA −

ROTONDA, 24 luglio 2016: Sono stati sorpresi all’interno del Parco Nazionale del Pollino mentre tagliavano furtivamente della legna. Per quattro persone, una di Lungro e tre di Acquaformosa è scattata su disposizione del Magistrato di turno la denuncia per furto,danneggiamento e deturpa,mento di bellezze naturali. I quattro sono stati fermati dal personale del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di S.Donato Ninea, dipendente dal Coordinamento Territoriale per l'Ambiente di Rotonda, in località “Chialamenta” di Acquaformosa, area in cui è presente un bosco di alto fusto di Faggio ricadente nel perimetro del Parco Nazionale del Pollino. Gli Agenti della Forestale durante un controllo hanno sorpreso i quattro mentre stavano sezionando con la motosega due piante di faggio precedentemente abbattute, pronte per essere caricate su una pedana di un trattore per poi essere trasportate a monte dov’era posteggiato un rimorchio già carico nella maggior parte di legna. Si è quindi subito provveduto all’identificazione delle persone, risultate sprovviste di ogni tipo di autorizzazione, al deferimento delle stesse e al sequestro del legname e della motosega che era servita a danneggiare le piante oggetto del furto. Il materiale legnoso su disposizione del Magistrato di turno è stato consegnato all’ente proprietario nella fattispecie il comune di Acquaformosa.

CORPO FORESTALE DELLO STATO

COORDINAMENTO TERRITORIALE AMBIENTE

Parco Nazionale del Pollino

− COMUNICATO STAMPA −

La storia della "Castrovillari Suoni Orchestra" nata dal M° A. “SUONI XI edizione, Festival Etno Jazz” partito questa mattina sarà presente a Castrovillari, in due location importanti, Protoconvento francescano e Castello Aragonese, fino al 31 di luglio 2016. L’evento, organizzato dalla Pro Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) e con “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati, si avvale di un’orchestra strepitosa, la "Castrovillari Suoni Orchestra" una formazione che assume un sapore sinfonico, ma aperta alle contaminazioni moderne, come il Pop, il Rock e la World Music in generale, un collettivo messo su dal M° Alfredo Biondo,originario della vicina Belvedere, diplomato al prestigioso conservatorio di Perugia, vanta collaborazioni di rilievo internazionale nell’ambito jazz/pop/rock come pianista, tastierista, arrangiatore, direttore d’orchestra jazz (tra gli altri, ha collaborato con Joe Cocker e Lutte Berg) solo per citarne alcuni; e Sasà Calabrese, nelle doppie vesti, quello di direttore artistico del Festival, insieme a Gerardo Bonifati, e musicista di fama nazionale,bassista, essenzialmente autodidatta che ha però progressivamente integrato la crescita teorica e strumentale venendo a contatto con molteplici figure di rilievo, Davide Santorsola, Joe Amoruso, Dan Kinzelman, Mariella Nava, solo per citarne alcuni.

Oggi vi raccontiamo la storia “dell’orchestra di Suoni”, questa avventura che si accinge ad iniziare all’interno del festival; ha bisogno di essere raccontata per bene. Vogliamo precisare che l'idea di creare un orchestra con musicisti della zona nasce già qualche anno fa, da un idea, come dicevamo, di Alfredo Biondo e Sasà Calabrese, che con grande passione e lavoro fatto sul campo, vede quest'anno la realizzazione  reale di un idea. I rapporti umani e istituzionali di questo sodalizio hanno creato questa realtà che vede al Sud un esempio concreto di collaborazione, di rete, di unione. La Proloco di Castrovillari ha dato spazio e credibilità ai due artisti calabresi che dopo mesi dedicati alla composizione, alla scrittura e al reclutamento dei musicisti, finalmente ne vedranno il frutto sul palco di questo Festival giunto alla undicesima edizione. É giusto precisare che questa mole di lavoro fatta a monte, permetterà alla manifestazione di ospitare una figura di rilievo internazionale nel mondo della musica: Geoff Westley, che non ha bisogno di presentazioni. La storia di questa orchestra é ancora fresca, ma il M° Biondo, Sasà Calabrese e la stessa Proloco cercheranno di istituzionalizzarla, rendendola un punto fermo non solo del Festival, ma di tutta la realtà musicale calabrese.

Castrovillari 23 luglio 2016

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA Communication

Assestamento e salvaguardia degli equilibri di bilancio al centro della prossima riunione della Massima Assemblea cittadina che affronterà otto punti in tutto.

Il presidente del Consiglio comunale di Castrovillari, Piero Vico, su determinazione della conferenza dei capigruppo, ha convocato il parlamentino locale in prima convocazione  per giovedì 28 luglio alle ore 16,30  nella Sala delle Rappresentanze al primo piano di palazzo Gallo, sede temporanea del Comune, e, in seconda, per venerdì  29 luglio, alle ore 17 nella sala Consiliare del Palazzo di Città.

Oltre le interrogazioni, interpellanze e l’assestamento  di bilancio, l’Assemblea cittadina si occuperà: dell’aggiornamento del Piano Triennale delle opere pubbliche ( elenco anno 2016); del riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio; dell’esame ed approvazione del documento unico di programmazione 2017-2019; dell’intesa con l’Agenzia Regionale del Demanio per l’attribuzione a titolo non oneroso degli immobili di proprietà del Demanio dello Stato situati nel territorio di  Castrovillari; della cessione in uso gratuito del terreno per la realizzazione della Caserma dei Vigili del Fuoco e discuterà della sentenza del Tar Calabria circa il ricorso delle Civiche sulle amministrative.

Le argomentazioni verranno rispettivamente illustrate dall’Assessore ai Lavori Pubblici e Pianificazione Territoriale, Aldo Visciglia, dal Sindaco, Domenico Lo Polito, e dal consigliere Nicola Di Gerio.

Il Consiglio sarà trasmesso in diretta streaming su http://www.streamera.tv/channel/38054/castrovillari-in-rete/

 

 

COMUNICATO STAMPA

Apprendiamo davvero con stupore che l’Agenzia nazionale per i Beni confiscati in Calabria alla criminalità organizzata intende destinare l’Hotel Sybaris ubicato nell’area ad alta vocazione turistica del comune jonico all’accoglienza degli immigrati. In particolare perché la Costa Jonica ha completamente un’altra vocazione: ricca di strutture ricettive, zona vocata al turismo, all’archeologia e all’agricoltura. Non capiamo cosa abbia portato il Prefetto Umberto Postiglione, responsabile dell’Agenzia nazionale per i Beni confiscati, a fare questa scelta. Eravamo a conoscenza del fatto che alla questione si fossero interessate la Diocesi di Cassano All’Jonio e l’Associazione Libera ma che poi il caso non aveva avuto mutamenti rilevanti.

Forza Italia Cassano vuole andare in fondo alla questione e capire perché, innanzitutto, si è arrivati a questa decisione che potrebbe avere notevoli (e negativi) risvolti su un territorio la cui vocazione è tutt’altra che quella di ospitare un centro di accoglienza. «L’antico spirito greco – sottolinea Luigi De Rose – e il fatto che l’ospitalità che da esso ci deriva sia a fondamento della nostra civiltà non ci costringe a chiudere gli occhi davanti a tutto. Ci sono tempi, modi e luoghi per fare tutto, anche per ospitare i meno fortunati di noi che sono costretti a fuggire dalla loro madrepatria».

Auspichiamo per loro soluzioni diverse. Dopo la notizia, in città c’è grande preoccupazione e vogliamo farci portavoce e risolutori della questione. Speriamo che l’Amministrazione comunale si opponga con forza a questa decisione.

 

Giuseppe Gaetani

Pietro Perri

Forza Italia Cassano.

 

Luigi De Rose

Coordinatore Provinciale Forza Italia Cosenza

Sabato, 23 Luglio 2016 15:52

La notte del M5s a Reggio Calabria

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

La notte che spazza il sistema,  è l'iniziativa politica che dopo i recenti arresti a Reggio Calabria il Movimento 5 stelle terrà nella città dello Stretto domenica 24 luglio, dalle ore 21 nel piazzale della stazione del lido.

Confermata la partecipazione di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista, con un contributo di Salvatore ‪#‎Borsellino‬, fratello del magistrato Paolo, ucciso a Palermo il 19 luglio del 1992.

In programma anche gli interventi dei colleghi 5 stelle Giulia Sarti, Federica Dieni, Laura Ferrara, Paolo Parentela e Nicola Morra, nonché dei consiglieri comunali M5s della Calabria. Parlerò anche io, che parteciperò.

Le triangolazioni politico-massonico-mafiose ricostruite dalla Procura di Reggio Calabria e anche le più recenti ipotesi dell'inchiesta Alchemia raccontano di un'intera regione senza democrazia, in cui l'amministrazione pubblica è condizionata nel midollo e le possibilità di sviluppo e riscatto sociale sono uccise da apparati che corrompono, violentano le regole e lasciano fame e spopolamento.

I partiti hanno fallito, perché in nome del potere hanno rinunciato alla pulizia morale al loro interno, rifiutando l'eredità di PAOLO BORSELLINO. Il Movimento 5 stelle ha denunciato in ogni modo la distruzione della politica e la sua 'ndranghetizzazione a opera di comitati d'affari ben coperti.

In Calabria, come sta venendo a galla dopo anni di colpevoli silenzi, comandano i capi della cupola, la burocrazia è in buona parte asservita e l'emergenza è dunque altissima.

Il Movimento 5 stelle ha contribuito a creare in Calabria una ‪#‎coscienza‬ critica, a divulgare il coraggio dell'azione e la difesa della sovranità popolare, a promuovere controinformazione e una conoscenza vera delle vicende pubbliche. Siamo la ‪#‎speranza‬ dei calabresi, traditi e umiliati dall'avidità mafiosa che alberga nei palazzi del potere.
Il meetup Castrovillari a 5 Stelle invita la cittadinanza a partecipare.

Gruppo Comunicazione

MeetUp
"Castrovillari a 5 stelle"

− COMUNICATO STAMPA −

Si comincia. Dice uno dei due direttori artistici, Sasà Calabrese; l’altro è Gerado Bonifati, “è stato un duro lavoro ma crediamo nel risultato”. Ovviamente parliamo di “SUONI” Festival Etno-Jazz in programma a Castrovillari dal 23 al 31 di luglio 2016. 11° Edizione quindi già un buon traguardo considerando il fatto che in questo territorio è molto difficile realizzare eventi di lunga durata, specialmente se questi sono di natura culturale. Il lavoro da fare é tanto, hanno rimarcato i due direttori artistici, organizzare un orchestra di oltre 40 elementi porta via tempo e sudori. Ma sapere che la gente del nostro territorio avrà l'onore di ascoltare musica diretta e arrangiata da Geoff Westley lenisce le braccia, rammenda i calli e sgonfia la fatica”. E si perché sarà lui quest’anno ad omaggiare il Festival. Geoff Westley, una presenza che darà lustro e nome all’evento; musicista, compositore, arrangiatore, produttore, direttore di fama mondiale direttore della London Symphony Orchestra. La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) e con “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati.

La presentazione dell’evento nel Palazzo di Città, da poco ristrutturato. A portare i saluti, il sindaco Domenico Lo Polito, il suo vice, Angela Lo Passo, e poi il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli e naturalmente i due direttori artistici, Gerardo Bonifati e Sasà Calabrese.

Tutti hanno sottolineato, in vario modo e da più angolazioni, la portata della manifestazione per le opportunità che offre e che affermano la positività di un progetto, nato per richiamare il ruolo della mediterraneità e delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili, ma soprattutto fare della kermesse un veicolo per promuovere i tanti talenti musicali che risiedono nella nostra terra.

Quest’anno il Festival punta tutto sulla realizzazione di un collettivo "Castrovillari Suoni Orchestra" una formazione che assume un sapore sinfonico, ma aperta alle contaminazioni moderne, come il Pop, il Rock e la World Music in generale, un collettivo che il M° Westey, vorrebbe portare in giro. Un’opportunità per valorizzare i musicisti della nostra terra, dando loro la possibilità di condividere palco e musica con artisti di assoluto valore. Aprire nuove collaborazioni per poter "esportare" le musiche, i valori e i colori del nostro Sud. Senza aver paura di ascoltare la parola "Classica".

Il chiostro del Protoconvento Francescano e il Castello Aragonese, saranno opportunità d’incontro e scambio, di apertura e condivisione delle esperienze; spazio aperto a tutti, “luoghi emozionali” dove chiunque, dai bambini agli anziani, può “agire” e mettersi in gioco deponendo anche solo per pochi istanti la pirandelliana maschera della vita di tutti i giorni e ritrovare se stesso e la propria spontaneità”.

Anche in questa edizione, dopo il successo della passata sarà organizzata “ ESTADANZA”; incontri, scambi e corsi di musica popolare a cura dell’Associazione Culturale TARANTA Tradizioni Popolari con la supervisione di Lega Danza UISP. I corsi saranno tenuti dal prof Pino Gala, ricercatore etnocoreologo, antropologo della danza che nel 1987 ha fondato l’Associazione Culturale “ Taranta” e dal 96 dirige la prima Scuola Nazionale di Formazione per insegnanti di danza popolare, i corsi saranno gratuiti per i residenti. L’intento è quello di mantenere vivi balli e musiche tradizionali e soprattutto quell’atmosfera festosa tipica della tradizione popolare. Si parte sabato 23 luglio dalle 09,00 alle 19,00 nel Protoconvento francescano per proseguire fino a sabato 30 luglio. Ma andiamo nel dettaglio.

Mercoledì 27 alle ore 21,30 presso Episcopio-Vescovado Rione Civita; Gastronomia e Musica con “ CIVITA…IN VITA”, animazioni musicali e degustazioni gastronomiche. Giovedì 28 luglio si entra nel vivo del festival con un primo “set” allestito presso il Protoconvento francescano con “ SUONI D’AUTORE” con Maurizio Morante-Roberto Cherillo e la “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta dal M° Alfredo Biondi. Cambio di location, e il “set” prenderà vita al Castello Aragonese con le note di Mimmo Cavallaro. Venerdì 29 luglio alle ore 21,30 il Protoconvento francescano vedrà i 40 elementi diretti dal grande Geoff Westley uniti all’interpretazione vocale di Pilar, nome d’arte di Ilaria Patassini, unisce l’interpretazione vocale a un uso strumentale della voce che coniuga radici popolari e canzone d’autore in un sound originale e contemporaneo. I suoi riferimenti vanno da Lhasa de Sela a Dulce Pontes, da Antony and the Johnsons a Ivano Fossati. Con Pilar nel chiostro del Protoconvento francescano, una delle

cantanti liriche inglesi più importanti , Janice Watson. vincitrice del Grammy Award. A seguire al Castello Aragonese sarà la volta di “ VIVA STA VITA” uno Showcase di “ Amakorà” una band di giovani musicisti delle serre calabresi, connessi alla propria terra e alle proprie origini. La consacrazione degli Amakorà avviene con la vittoria al Kaulonia Tarantella Future 2013.

Sabato 30 “ I SUONI DELL’ALBA”…alle 05,00 del mattino la città si sveglierà con il concerto della “ Castrovillari Suoni Orchestra” , nell’arena del Castello Aragonese , concerto dedicato al Maestro Luigi Le Voci. Alle 21,30, sempre di sabato 30 luglio, la “ Castrovillari Suoni Orchestra” , con “ I SUONI DELL’ANIMA” sarà diretta dal M° Geoff Westley.

“ I SUONI DEL SUD”, alle ore 22,00 nel Castello Aragonese con il concerto di Musica Etnica a cura di “Fiumi di Lava”.

Tre “set” concluderanno , domenica 31 luglio, l’XI edizione di “ SUONI”. Si parte alle ore 21,30 nel Protoconvento francescano con un omaggio ai Beatles a cura della “ Castrovillari Suoni Orchestra” che sarà diretta dal M° Alfredo Biondo con la partecipazione del Soul Sighs Gospel Choir di Elisa Brow. In questa occasione sarà consegnato al M° Westley il preio “ Suoni d’Autore 2016”, riconoscimento che verrà consegnato anche al M°Mimmo Cavallaro.

Poi il Castello Aragonese, sarà invaso dalle 22 di “ SUONI e COLORI” con il concerto di Frances Ascione e a seguire “ I CANTU STRITTU” con in omaggio agli antichi e nuovi suoni di Sicilia.

Nove giorni da vivere intensamente, minuto per minuto.

Castrovillari 22 luglio 2016

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA Communication

PROGRAMMA

_____________________________________________________________

Sabato 23 Luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Domenica 24 Luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Lunedì 25 luglio 2016

ESTADANZA h. 10.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Martedì 26 luglio 2016

ESTADANZA h. 10.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Mercoledì 27luglio 2016

ESTADANZA h.09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

Ore 21.30: CIVITA…..IN VITA - Gastronomia e Musica

Presso Episcopio - Vescovado Rione Civita.

Animazioni musicali e degustazioni gastronomiche.

Giovedì 28 luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 SUONI D’AUTORE con Maurizio Morante-Roberto Cherillo

2° set. Ore 22.30 Premio “Suoni d’Autore 2016” a Mimmo Cavallaro

Con la “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta dal M° Alfredo Biondo.

Protoconvento Francescano

Castello Aragonese

Venerdì 29 luglio 2016

ESTADANZA h. 09.00/11.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 “FRIENDS IN ARGENTINA”con PILAR, JANICE WATSON e

2° Set. Ore 22: 00 “VIVA STA VITA” Showcase di “Amakorà

“Castrovillari Suoni Orchestra”

Arrangiamenti e direzione GeoffWestley

Protoconvento Francescano

Castello Aragonese

Sabato 30 luglio 2016

Ore 05:00 mattino “I SUONI DELL’ALBA“

Concerto della “Castrovillari Suoni Orchestra” dedicato al Maestro L. Le Voci

Arena Aragonese

ESTADANZA h. 09.00/19.00 Corsi di Musica e Danza Popolare

1° Set. Ore 21.30 “I SUONI DELL’ANIMA” concerto a cura Della “Castrovillari Suoni Orchestra” Arrangiamenti e direzione GeoffWestley

Protoconvento Francescano

2° Set. Ore 22: 00 “I SUONI DEL SUD“ Concerto Musica Etnica a cura di FIUMI di LAVA

Castello Aragonese

Domenica 31 luglio 2016

1° Set Ore 21.30 Omaggio ai Beatles a cura della “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta da Alfredo Biondo

Con la partecipazione del Soul Sighs Gospel Choir di Elisa Brown

Premio Suoni d’Autore 2016 a GeoffWestley

Protoconvento Francescano

2° Set. Ore 22: 00 “SUONI e COLORI “ ConcertoSoul di FrancesAscione

Castello Aragonese

3° Set. Ore 22.30 “I CANTU STRITTU” Antichi e nuovi Suoni di Sicilia

Castello Aragonese

Vino e taralli a cura dei “Vini di FERROCINTO”e “Forno ORLANDO “.

Informazioni: biglietteria : Ufficio I.A.T. – Pro Loco 

C.so Garibaldi , 160 –Tel. 0981.27750

Wednesday the 27th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.