− COMUNICATO STAMPA −

Mancano pochi giorni all’inizio della XVIII edizione di Primavera dei Teatri, il festival sui nuovi linguaggi della scena contemporanea ideato e diretto da Scena Verticale. Nel ricco cartellone - quindici spettacoli in programma, due incontri e due laboratori di formazione - c’è spazio anche per i piccoli spettatori con il Primavera Kids. La Primavera dei bambini di Primavera dei Teatri si svolge nella libroteca La Freccia Azzurra con sei incontri Kamishibai, per bambini dai 3 anni in su, curati da Alessandra Stabile.

Il Kamishibai, letteralmente "dramma/teatro di carta" è un teatro di immagini di origine giapponese utilizzato dai cantastorie e che ha avuto la massima espressività tra gli anni '20 e '50.

ll Kamishibai è un originale ed efficace strumento per l'animazione alla lettura, un vero e proprio teatro d’immagini. In una valigetta in legno, il butai, vengono inserite delle tavole stampate sia davanti che dietro, da una parte il disegno e dall’altra il testo: lo spettatore vede l’immagine mentre il narratore legge la storia.

Artebambini è stata la prima casa editrice a promuovere e portare in Italia, questo caratteristico metodo di raccontare storie.

Di seguito il programma:

Martedì 30 MAGGIO

COS’E’? (di Eleonora Cumer)

E’ la storia di una macchia, un piccolo pezzo di carta che può essere ogni cosa. Un invito ai bambini ad usare l’immaginazione per creare fantastiche storie.

Mercoledì 31 MAGGIO

IL SIGNOR FORMICA (di R.Panero, S. Gambaro, P. Racca)

Un testo ritmato e giocoso, con illustrazioni e grafica accattivanti, raccontano una storia dal finale a sorpresa.

Giovedì 1 GIUGNO

IL CAVALLO E IL SOLDATO (di Gek Tessaro)

Filastrocca “bislacca” di un soldato che vuole andare a fare la guerra e di un cavallo che non risponde ai suoi comandi.

Venerdì 2 GIUGNO

LA LETTERA (di Antonio Ferrara)[da 8 anni in su]

Un viaggio sui binari della dolcezza del testo e delle poetiche illustrazioni, alla scoperta di luoghi ed emozioni.

Sabato 3 GIUGNO

LA MIA MANO (di Fuad Aziz)

Fuad Aziz incanta con semplicità: pensiamo ai piccoli gesti che possiamo fare con uno strumento che usiamo tutti i giorni, per migliorare il mondo. Cosa può fare di speciale la tua mano oggi?

Domenica 4 GIUGNO

LA FANTASTICA STORIA DI LINO IL BUCATIERE E DELLA SUA SPAZZOLA MAGICA (di Marco Dallari) [da 8 anni in su]

Il viaggio di Lino, solo con la sua sporta e la sua spazzola magica, si trasforma in una straordinaria avventura di salvataggio.

− COMUNICATO STAMPA −

“L’Adesione del Comune di Castrovillari allo S.P.R.A.R. per l’accoglienza di richiedenti/titolari di protezione internazionale e dei loro familiari , nonché degli stranieri e dei loro familiari beneficiari di protezione umanitaria che fruiscono del fondo nazionale per le politiche ed i servizi all’asilo grazie ad una sinergia Ministero dell’Interno ed ANCI (Associazione nazionale dei Comuni), è per costruire, attraverso semplici forme solidaristiche, accoglienze sostanziali verso chi fugge dalle guerre e da ogni tipo di persecuzione.”

Lo afferma e ribadisce, a nome e per conto dell’Amministrazione comunale, l’Assessore alle politiche sociali, Pino Russo, dopo averlo ripetuto in un incontro, come ripreso dagli organi d’informazione, martedì sera in Comune con alcuni cittadini preoccupati della ventilata intenzione di un privato di voler utilizzare un proprio stabile per affittarlo a migranti.

Proprio per la specifica situazione il Sindaco, Domenico Lo Polito, ha già scritto al Ministero dell’Interno ed alla Prefettura, esprimendo “ferma contrarietà ai centri di accoglienza che creerebbero ghetti e non veri ambiti di ospitalità, condividendo in pieno le preoccupazioni espresse in Comune dai cittadini. E questo a maggior ragione- sottolinea- in località come la parte nord della città, inidonea sia da un punto di vista logistico che infrastrutturale.”

“E’ ferma intenzione di questa Amministrazione – aggiunge Russo- sin da quando ha aderito alla rete dello S.P.R.A.R., impedire iniziative che travalichino il principio che sottende la semplice ma adeguata accoglienza, legata al dramma dei migranti ed alle loro sofferenze. Da qui pure la scelta di essere in testa a decisioni e rimostranze di cittadini contro chicchessia opterebbe per percorrere strade alternative.”

Una scelta, rilancia l’Amministrazione, dettata solamente dal buon senso e per una ospitalità veramente umanitaria e mirata a chi è bisognoso di quella gratuità, attenta al rispetto assoluto dell’altro - della dignità e sua condizione- proveniente da vicissitudini dispotiche e dunque da egoismi di poteri e nazioni insensibili ai diritti imprescindibili dell’Uomo.

“Il fenomeno delle migrazioni che oggi, più che mai, investe ed interroga l’Italia, l’Europa, ogni città, come la nostra, e, soprattutto, la libertà di ciascuno, costringendolo a misurarsi con alcune domande di fondo come quella “chi è l’altro? come è possibile convivere con chi è diverso da me?” - richiama il Sindaco, Domenico Lo Polito- non può che suscitare anche momenti del genere: di legittimo chiarimento che riportano sulla vera strada di scelte come quella effettuata, dello SPRAR, per affermare, attraverso la immedesimazione con l’atro, l’importanza di una ospitalità dedicata che si fa carico, con prontezza, senza risparmio di energie, dello straniero, dell’arrivante in maniera consona a questi. E’ con tali spirito e sentimenti che ci muoviamo in questo ambito e, più, in generale nel welfare, per ribadire la bontà di un cammino scelto nel segno dell’integrazione, consapevoli che aprirsi all’altro è crescere anche in ciò che ci costituisce ed a cui apparteniamo come le nostre radici.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Ottime prestazioni per gli atleti del team di Tennistavolo di Castrovillari ai Campionati Regionali 2017. Ben sette i piazzamenti di prestigio, di seguito elencati:

Eros Perri primo nel singolo maschile Terza Categoria: Campione Regionale

Antonio Corrado primo nel singolo maschile Quarta Categoria: Campione Regionale

Eros Perri - Antonio Corrado Bronzo nel doppio maschile Assoluto

Antonio Corrado - Luca Lombardi Argento nel doppio maschile Quarta Categoria

Giada D' Elia Bronzo nel singolo femminile Quarta Categoria:

Giada D' Elia Argento nel doppio femminile Quarta Categoria (con Mastroianni)

Giada D' Elia bronzo nel doppio misto Quarta Categoria (con Cucci)

“Dopo la promozione in serie B oggi i nostri giovani atleti hanno ribadito nuovamente il loro talento in una annata da incorniciare. Un altra tappa nel percorso di crescita di questi ragazzi che ci stanno dando grandi soddisfazioni e che molto bene promettono per il futuro” Il commento del presidente De Gaio.

Prossimo appuntamento per i pongisti del pollino i Campionati Italiani di categoria che si svolgeranno dal 7 al 17 Giugno a Terni.

− COMUNICATO STAMPA −

Riconoscibile per la salita dell’ Imperticata la Marathon degli Aragonesi, gara ciclistica in mountain bike organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica Ciclistica Castrovillari, presieduta da Antonio Limonti, ha anche la particolarità di essere tecnicamente affascinante per essere inserita in un contesto naturale di grande pregio, il Parco Nazionale del Pollino.

I tre percorsi di gara che si sviluppano per 66, 47 e 30 km offrono ai bikers la ricchezza paesaggistica unica nel suo genere che ripaga delle fatiche per arrivare a conquistare le cime interessate dai percorsi Marathon, Gran fondo ed Escursionistico, distribuiti sui territori montani dei comune di Castrovillari, Frascineto e Civita inseriti nei circuiti di gara che prenderanno il via l’11 giugno dalla centralissima Via Roma della città del Pollino.

L’evento patrocinato dalla Polisportiva del Pollino, presieduta da Luigi Filpo, e dall’Ente Parco Nazionale del Pollino, affidato alla guida del Presidente Domenico Pappaterra, fin dalla sua nascita ha avuto interesse per la promozione del territorio e valorizzazione dei turismi sportivi ecosostenibili in un’area così ricca di valenza ambientale e paesaggistica. Attenzione al territorio denotata dalla scelta dei percorsi gara che porteranno i bikers – in arrivo da tutta Italia per essere la gara inserita all’interno del programma del Trofeo dei Parchi naturali – a sfidarsi lungo i sentieri ed i tratturi montani dell’area protetta più grande d’Italia.  

Il percorso Escursionistico di 30 km parte da Via Roma per inserirsi dopo pochi chilometri nella natura che da Conca del re porta verso la Petrosa per poi declinare verso il territorio di Frascineto prima di far rientro a Castrovillari nella zona d’arrivo che sarà ubicata nel Parco Giochi comunale, cuore verde della città. Un percorso senza nessuna particolarità tecnica di rilievo eccezion fatta per la salita di un paio di chilometri in single track e la discesa rock garden nei pressi di Frascineto.

L’itinerario del percorso Gran fondo si snoda per 47 km su un dislivello di 1750 metri sviluppato nella prima parte sullo stesso terreno di gara dell’escursionistico per poi affrontare la salita dell’Imperticata che sale verso Colle della Scala, prima di scendere – con due single track – verso Civita per arrivare ad Eiannina. Il gruppo dei bikers si innesterà così dentro il territorio comunale di Frascineto prima di salire verso la Petrosa e declinare dentro la città di Castrovillari per guadagnare l’arrivo.

Paesaggisticamente emozionante il percorso Marathon65 km per un dislivello di 2600 metri che porteranno gli arditi della mountain bike a guadagnare la vista del Pino Loricato, simbolo del Parco nazionale del Pollino, nei pressi del Piano di Fossa, al termine della salita lungo l’Imperticata, del Monte Moschereto inoltrandosi nel cuore della Fagosa. Lungo il tracciato della gara i bikers attraverseranno il Piano di Ratto, prima di scendere in single track verso Civita ed Eiannina, prima dell’ingresso a Frascineto ed il ritorno nella zona arrivo a Castrovillari. Il percorso Marathon esalta tutte le caratteristiche dei bikers con grandi slanci tecnici, la potenza di gambe in salita, la lucidità in discesa per controllare le traiettorie nelle curve a gomito lungo i rock garden ed i single track disegnati in mezzo alle faggete storiche del Pollino.

Una gara dal sapore autentico, genuino e puro come la gente del Pollino che segue con passione l’evento e le sue evoluzioni sportive. Proprio per questo l’organizzazione dell’evento ha predisposto – per l’edizione 2017 – il servizio navetta in collaborazione con la Polisportiva di Frascineto che consentirà agli appassionati di gustare le fasi tecniche della salita sul Monte Moschereto in un punto preciso lungo i ripidi pendii dell’Imperticata.

 
 

______________________

Ufficio stampa Marathon degli Aragonesi: Vincenzo Alvaro

COMUNICATO STAMPA

Il 19 maggio si è tenuto l’ultimo consiglio comunale in cui si è discusso del rendiconto di gestione 2016. In quella sede non sono mancati i durissimi attacchi dei consiglieri delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione culminati con un netto e chiaro voto contrario al documento contabile. Nessun dubbio può essere insinuato sulla posizione di dura OPPOSIZIONE delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione al modo che l’amministrazione, a guida Lo Polito, ha di gestire la cosa pubblica.

In questi mesi ne abbiamo visti di ammiccamenti, da noi denunciati pubblicamente, ma i protagonisti di questa possibile love-story non sono certo i consiglieri Santagada, Laghi e Guaragna! 

L’aver accettato l’invito di un aperitivo, essendo il 19 maggio il compleanno di Lo Polito, è stato promosso a notizia del giorno! Si interpreta come possibile accordo politico un atto di mera cortesia. Sarebbe bastata una semplice telefonata di verifica per chiarire le cose. Telefonata che purtroppo non c’è stata. Per fortuna, tutti sanno l’assoluta coerenza delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione nel porre in essere scelte trasparenti e rivolte all’interesse della Comunità! Noi in 10 anni di attività politica non abbiamo mai tradito né il mandato elettorale ricevuto né la fiducia dei castrovillaresi, tanto è vero che i nostri consensi in città sono stati in continua e costante crescita fino ad arrivare al famigerato meno 12! Altri hanno cambiato casacca e bandiera! Altri hanno abbandonato le proprie case “paterne” per cercare dubbie fortune altrove! Chi ha cambiato più volte appartenenza, in due anni, non siamo stati certo noi! E chi, eventualmente, la dovesse cambiare, o stesse per farlo, non va di certo cercato nei ranghi delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione. 

I Consiglieri delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione 

Santagada 

Laghi 

Guaragna  

− COMUNICATO STAMPA −

Domenica 21 maggio il salotto della Città dei Bruzi sarà invaso gioiosamente dal popolo arbereshe della Provincia di Cosenza che colorerà il centro cittadino con le sue melodie tradizionali, i canti di tempi e posti lontani che ancora oggi, a distanza di secoli, rappresentano l’identità che rafforza il valore culturale della minoranza linguistiche che insiste nei nostri territori. 

Bukurìa Arbëreshe – La bellezza italo albanese” si propone sicuramente in continuità con lo spirito delle Vallje ma si presenta come «momento – ha spiegato il protopresbitero Pietro Lanza - unico e singolare di visibilità unitaria dell’arberia, in un luogo che rappresenta tutto il territorio, capoluogo della Provincia». Vincenzo Tamburi, consigliere della Provincia di Cosenza, saluta con gioia la manifestazione promossa dalla Parrocchia “Santissimo Salvatore” di Cosenza che si pone nel solco della programmazione che guarda al centenario dell’Eparchia di Lungro che sarà celebrato nel 2019.

La manifestazione che ha ricevuto la benedizione di S.E. Monsignor Donato Oliverio, Vescovo di Lungro degli Italo – Albanesi dell’Italia continentale, ha visto fin da subito il sostegno della Provincia di Cosenza «attenta – ha specificato Tamburi – nella valorizzazione delle identità culturali, religiose e tradizionali del territorio che è chiamata ad amministrare sotto la guida politica del Presidente Franco Iacucci. Il sostegno ad iniziative di così alto valore impreziosiscono il contesto territoriale di cui siamo parte e rilanciano la bellezza di un comprensorio che ha molte chiavi di lettura, partendo dalla forza identitaria della sua gente che negli anni ha saputo costruire un melting pot di popoli che fa scuola di convivenza e integrazione al mondo intero». 

Nel cuore di Cosenza sfileranno i gruppi di Acquaformosa, Cerzeto, Civita, Firmo, Frascineto, Lungro, San Basile, San Benedetto Ullano, San Cosmo Albanese, San Demetrio Corone, Santa Sofia d’Epiro e Vaccarizzo Albanese dalla nostra Provincia ed i vicini lucani di San Paolo Albanese ed i siciliani di Piana degli Albanesi. Un evento in continuità con le Vallje di Civita, Ejanina, Frascineto e San Basile e le rassegne di Firmo e San Benedetto Ullano e dopo la Primavera Italo – Albanese di Santa Sofia d’Epiro.

A sostegno della iniziativa hanno aderito con entusiasmo la FAA (Federazione Associazioni Arbëreshë ) e UNIARB (Unione Arberia), che raggruppano le associazioni culturali operanti nei Paesi Italo – Albanesi.

«Sono convinto – ha concluso Tamburi – che il patrimonio dell’arberia opportunamente conosciuto e valorizzato è davvero un marcatore identitario che può fungere da attrattore per i turismi esperienziali che sempre più si stanno affermando nella nostra Provincia e che canalizzano attenzione ed interesse verso la nostra Calabria. Per questo va pensata una formula che ne sappia integrare le proposte e strutturare tour promozionali ed educational rivolti anche alla stampa di settore che ne sappia rilanciare l’immenso valore culturale, storico e religioso».

Vincenzo Tamburi
Consigliere Provincia di Cosenza
Ufficio stampa
Pagina 1 di 339
FreshJoomlaTemplates.com
Friday the 26th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.