− COMUNICATO STAMPA −

La “Castrovillari in rosa”, fissata in una mostra fotografica di Nicola Caracciolo, che è stata inaugurata venerdì 21 luglio, alle ore 20, nei locali del Ristorante Alia, rilancia la Bellezza impressa alla città dalla 7a Tappa del 100 Giro d’Italia , dai suoi colori, emozioni, attese, a due mesi dalla partenza (12 maggio) dei ciclisti dal capoluogo del Pollino verso Alborobello.

L’allestimento, visitabile sino al 12 agosto, cercherà di raccogliere gli effetti postumi di un evento che ha catturato e trasfigurato, per giorni e nelle ore terminali, Castrovillari, ripresa dall’ “occhio” di Caracciolo.

“Un momento- afferma il Sindaco, Domenico Lo Polito, invitato per il taglio del nastro- che susciterà sensazioni e suggestioni, legate a tanti momenti ed a quegli ultimi istanti, sin dal mattino presto, quando la città, nello svegliarsi, si preparava a salutare gli atleti presentati alla partenza e pronti ad una nuova fatica. E sicuramente un modo, grazie pure alla capacità di Nicola come è avvenuto per altri che hanno abbracciato l’evento, per capire meglio come lo sport si coniuga con tutto, con ogni momento della vita, segno del grande entusiasmo che suscita anche in chi non segue questa o quella disciplina ma ha a cuore la storia e cultura del nostro Paese che si annodano con tutte le attività sportive che vengono praticate, da sempre rigeneratrici dei luoghi quando l’invadono e vengono accolte.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

I cinquantanni di carriera dal suo primo disco “O Violão che uscì nel 1966, il grande chitarrista e cantante brasiliano di origini italiane, TOQUINHO, pseudonimo di Antonio Pecci Filho , ha deciso di festeggiarli con il Festival Etno Jazz “ Suoni” XII edizione. L’evento è organizzato dalla Pro Loco cittadina, (presidente, Eugenio Iannelli Direttore Artistico, Gerardo Bonifati) con il contributo del Comune di Castrovillari, la Gas Pollino, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) la UISP, l’UNPLI, lo IOV , l’IPSEOA e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati.

L’appuntamento con il grande artista è in programma nella Corte del Castello Aragonese, giovedì 27 luglio con inizio alle ore 21,45; con lui sul palco un’altra grande artista brasiliana, SELMA HERNANDES, cantante, interprete , compositrice che porta in giro nei suoi concerti, le radici della musica brasiliana intrecciate a sonorità attuali. Insieme daranno vita ad un tributo alla musica brasiliana e soprattutto un omaggio a tutti quei grandi amici con cui Toquinho ha condiviso tanta musica e tanta poesia.

La “saudade” di Tom Jobim, che quest’anno avrebbe compiuto 90 anni, e del suo grande amico e collaboratore Vinicius de Moraes, di Baden Powell, Carlos Lyra, Chico Buarque, Menescal e tanti altri. Il palco si trasformerà in uno spettacolo di grande fascino. Milioni di appassionati hanno dentro il cuore le melodie di “La voglia e la Pazzia, L’incoscienza e l’allegria”, “Senza Paura”, “Samba della Benedizione”, “Samba per Vinicius” ,“Aquarello”, solo per citare alcune delle canzoni legate a una carriera fatta di grandi successi dell’artista miscelati ai generi musicali, di tradizione e modernità non esclusivamente etnico ma internazionale della grande Selma Hernandes , che ha iniziato a suonare la chitarra a sei anni; a 13 la sua carriera inizia come cantante in un gruppo di giovani musicisti di Sao Paulo con i quali ha lavorato per 5 anni. I testi delle sue canzoni sono quasi tutti scritti da lei che evidenzia continuamente lo spirito del suo popolo e del suo paese, dello stile di vita brasiliano che porta ad affrontare tutto con estrema calma in base al concetto: Posso rendere bene e tanto anche senza farmi prendere dalla frenesia e dall'isterismo.

Ma la prima serata dei grandi concerti di “SUONI”, inizierà intorno alle 21,00 nel chiostro del Protoconvento francescano con il concerto di Musica Etnica dal titolo emblematico “ Nicciabbaca” a cura dei “Cumededè” L’ensemble percorrerà sentieri musicali che andranno dalle sonorità africane alle grida di protesta del Sudamerica, dalla Genova di Faber alle nostre terre, quella nostalgica di Pino Daniele, quella amara di Domenico Modugno, dalle canzoni di lotta calabrese a quelle passionali e struggenti siciliane, attraversando le cornici d'oriente; un viaggio intorno al mondo da Sud a Sud. I “Cumededè” restituiscono al tamburo a cornice, una nuova veste, non più confinato nelle sue radici popolari ma protagonista sorprendente anche di tutta la musica proposta, rimanendo allo stesso tempo in grado di toccare luoghi intimi, profondi e antropologicamente significativi. L'ensemble è composto da dodici elementi, tra cui otto percussionisti, cattura e affascina immediatamente l'ascoltatore, saziando i gusti musicali di più generazioni. Sul palco, ad incantare il popolo di “Suoni” Checco Pallone (chitarra/tamburi), Piero Gallina (violino, lira calabrese), Carlo Cimino (basso elettrico), Federica Greco (voce/tamburi),Francesca Ricca Zupi (voce/tamburi), Tiziana Grezzi (voce), Serenella Garofalo (tamburi), Raffaella Damiano (tamburi), Angelo Artuso (tamburi), Pasquale Morrone (tamburi), Carlo Antonante Bugliari(tamburi), Alessandra Colucci (tamburi/cajon). Al concerto, sarà presente anche il sax diNicola Pisani, la mandola di Giuseppe Pallone, la fisarmonica di Enzo Naccarato, la voce di Aldo D'Orrico e il violoncello di Alessandra Ciniglia.

L’attesa per questo grande evento è frenetica. Non vi resta che viverlo…non fatevelo
raccontare.
Ingresso € 5,00
Soci Pro Loco 3,00
Solo per il concerto di Toquinho €15,00
PREVENDITA
Pro Loco di Castrovillari C.so Garibaldi, 160
Danny Music Via Mazzini, 57 Castrovillari

UFFICIO STAMPA
Anna Rita Cardamone ARCA Communication

− COMUNICATO STAMPA −

COSENZA 18 Luglio 2017 - Nella giornata di ieri i militari della Stazione Carabinieri forestale di Rossano, nel corso di un servizio mirato alla prevenzione e repressione del fenomeno degli incendi boschivi, hanno notato una grossa fumata di colore nero alimentata di continuo in C.da Oliveto. I militari si avvicinavano alla zona senza farsi scorgere sorprendendo in flagranza di reato un cittadino rumeno, C.I. del 63', intento a bruciare rifiuti speciali di varia natura tra cui un ingente quantitativo di materiale plastico. I fumi maleodoranti e carichi di elementi nocivi per l'ambiente e la salute dell'uomo hanno invaso le abitazioni delle contrade Santa Caterina-Oliveto di Rossano. L'uomo è stato fermato e condotto nella locale Stazione Carabinieri forestali dove veniva messo a disposizione dell'autorità giudiziaria che ne disponeva gli arresti domiciliari e il processo per direttissima nella giornata di oggi [18 luglio 2017, N.d.R.]. L'attività è stata diretta Sost. Proc. Alessandra Rana e coordinata dal Procuratore capo della Procura di Castrovillari Eugenio Facciolla.

Regione Carabinieri Forestale “Calabria”

- Gruppo di Cosenza -

− COMUNICATO STAMPA −

Ci può essere una strategia comune che sia in grado di rispondere ai bisogni dei territori, in particolar modo alle necessità che interessano i diversamente abili, e costruire progetti d'insieme che uniscano realtà simili in grado di concorrere al bando social housing della Regione Calabria? Se questa strada è possibile la Provincia di Cosenza vuole costruirla insieme ai rappresentanti dei territori, dei consorzi tra comuni, delle associazioni che operano in ambito assistenziale, per realizzare una grande strategia d'insieme che dia risposte concrete sul Dopo di noi e porti a casa il miglior risultato possibile sfruttando il plafond dei finanziamenti messi a disposizione dalla misura del Por 2014 - 2020.

Per questo stamattina il presidente della Provincia, Franco Iacucci, insieme al consigliere provinciale con delega ai servizi sociali, Vincenzo Tamburi, hanno incontrato i delegati dei comuni capo ambito insieme a Maria Annunziata Longo responsabile del bando, Giuseppe Iritano, dirigente del settore II, Franco  Madeo, dirigente della Provincia di Cosenza sulle politiche sociali. La strategia è quella di sondare, con chi opera nei comuni, per macro aree provinciali, la possibilità di riqualificare, in maniera funzionale a progetti dedicate alle politiche sociali a sostegno della disabilità, immobili inutilizzati e/o l’ampliamento, la riqualificazione e l’adeguamento agli standard di settore di strutture già adibite o da adibire a centri diurni per persone con limitata autonomia o a centri per il Dopo di Noi. Accanto a questo anche mettere innescare il meccanismo virtuoso di censire il patrimonio pubblico che sia potenzialmente candidabile ad idee di questo genere e che abbiano la visione collettiva coinvolgendo più municipalità sullo stesso tema. La volontà è quella di «ragionare su macro sistemi - ha dichiarato Tamburi - e innescare quel modus operandi che deve vederci insieme, fuori dagli schemi campanilistici, per rispondere alle esigenze delle persone più fragili, E' attorno a loro, in maniera collettiva, che dobbiamo lavorare in sinergia per dare vita a strutture capaci di mettere in campo progetti seri, duraturi nel tempo e che ci facciano aprire una prospettiva di speranza sui grandi temi del bisogno sociale di questo territorio».

«Si potrà riqualificare centri diurni e strutture per il dopo di noi, di incrementare la disponibilità di alloggi sociali ed eliminare le barriere architettoniche negli edifici residenziali pubblici. E lo potremo fare - aggiunge il consigliere provinciale delegato - stando insieme, ragionando per territori omogenei, per bisogni condivisi, rafforzando il concetto dell'unità attorno alle risposte più profonde da dare ai nostri cittadini più fragili».

«Non si può fare inclusione sociale senza edifici sicuri e funzionali – ha dichiarato l’assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno presentando il pre bando – ed a questo pensiero mi associo - ha rilanciato Tamburi - rilanciando la necessità di costruire una filiera istituzionale che sappia dar vita ad una cabina di regia per costruire una proposta progettuale che ci porti ad essere il fiore all'occhiello della programmazione di social housing in questa regione».

Vincenzo Tamburi
Consigliere Provincia di Cosenza 
Deleghe alle politiche sociali, mercato del lavoro e formazione professionale, immigrazione, accoglienza, pari opportunità e politiche energetiche
Ufficio stampa

− COMUNICATO STAMPA −

Toquinho, Mingardi, Esposito, Voltarelli, solo per citarne alcuni, gli artisti che saranno presenti alla XII edizione di “ Suoni” Festival Etno Jazz in programma a Castrovillari dal 23 al 30 luglio. L’evento è organizzato dalla Pro Loco cittadina, (presidente, Eugenio Iannelli Direttore Artistico, Gerardo Bonifati) con il contributo del Comune di Castrovillari, la Gas Pollino, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) la UISP, l’UNPLI, lo IOV , l’IPSEOA e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati.

La presentazione questa mattina nella sala giunta del Comune di Castrovillari, presente il Sindaco, Mimmo Lo Polito, il Presidente ed il Direttore Artistico, rispettivamente Eugenio Iannelli Gerardo Bonifati ed il past president della Pro Loco, Paolo Salvaggio.

Nato dodici anni , “Suoni” ha la particolarità di coniugare la valorizzazione dei musicisti locali attraverso il confronto con artisti di livello internazionale in jam session di alto profilo musicale, in cui l’improvvisazione e la passione per l’etno jazz offrono contesti sonori di grande originalità.

Un mix di contaminazioni da vivere nel chiostro del Protoconvento Francescano, e nel Castello Aragonese, due importanti location nel cuore della Castrovillari storica che, per l’occasione diventeranno spazio di d’incontro e scambio, di apertura e condivisione delle esperienze musicali, alla portata di tutti.

Una manifestazione nata con l’intento di richiamare il ruolo della mediterraneità e delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili richiamati anche nel manifesto realizzato da Stefano Ferrante, nello scatto e da Elmira Boosari, nella grafica. (i modelli Denny Musca e Arianna Cruscomagno) “Il manifesto è un omaggio alla musica popolare e all'amore perchè la musica è come l'amore.

Ancor più la musica popolare. Suonare è come amare, coccolare e proteggere la persona amata.

E tra le braccia di un uomo, in questo caso il nostro uomo in locandina, suonare uno splendido, antico strumento come la chitarra battente è come sfiorare con dolcezza e passione una donna bellissima, entrare in sintonia con lei, toccare le corde della sua anima, per una musica autentica, forte come la passione per le tradizioni, genuina e originale come una melodia etnica che, pur contaminata da ritmi nuovi, è espressione di un popolo e della sua storia”.

Si parte il 23 con ESTADANZA”; incontri, scambi e corsi di musica popolare a cura dell’Associazione Culturale TARANTA Tradizioni Popolari con la supervisione di Lega Danza UISP. I corsi saranno tenuti dal prof Pino Gala, ricercatore etnocoreologo, antropologo della danza che nel 1987 ha fondato l’Associazione Culturale “ Taranta” e dal 96 dirige la prima Scuola Nazionale di Formazione per insegnanti di danza popolare. L’intento è quello di mantenere vivi balli e musiche tradizionali e soprattutto quell’atmosfera festosa tipica della tradizione popolare.

Dal 27 al 30 di luglio, “ Suoni” sarà opportunità d’incontro e scambio, di apertura e condivisione delle esperienze; spazio aperto a tutti, “luoghi emozionali” dove chiunque, dai bambini agli anziani, potrà “agire”.

Anche quest’anno tributo al grande M° Luigi Le Voci con “ Suoni dell’Alba”; nell’Arena del Castello Aragonese di Castrovillari; il sorgere del sole sarà accompagnato dalla musica, in un palcoscenico unico affacciato su un orizzonte mozzafiato.

PREMIO “SUONI D’AUTORE” 2017

Tony Esposito, (napoletano) musicista, cantautore, percussionista

Peppe Voltarelli , (calabrese) cantautore e attore

Ingresso € 5,00

Soci Pro Loco 3,00

Solo per il concerto di Toquinho €15,00

PREVENDITA

Pro Loco di Castrovillari C.so Garibaldi, 160

Danny Music Via Mazzini, 57 Castrovillari

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA Communication

− COMUNICATO STAMPA −

Nuova attestazione in città per capacità e risultati conseguiti durante anni di responsabilità.

Prossimamente, nella città di Reggio Calabria, in un’apposita cerimonia predisposta dal Comitato Territoriale, il CONI conferirà la Stella d’Oro al merito sportivo, per l’anno 2016, al castrovillarese Franco Pirrera, da sempre impegnato nello Sport, per la promozione di questo a più livelli e, naturalmente, per le benemerenze acquisite nel settore.

Appena il Sindaco, Domenico Lo Polito, è venuto a sapere dell’onorificenza si è complimentato, precisando che il riconoscimento meritato, per la continua profusione di energie di questi nelle attività atletiche, era una grande soddisfazione anche per la città e l’amministrazione.

Un’ulteriore dato che registra il dirigente dopo la medaglia di bronzo ottenuta nell'anno 2003 e d’ argento nel 2009,a testimonianza di un cammino anche in pieno svolgimento ed accompagnato da passione e dedizione.

“L’oro, poi, arriva a sintesi  - ricorda ancora il primo cittadino- di diversi impegni portati avanti: come Assessore allo sport del Comune di Castrovillari dal 1994 al 1998; presidente, per 25 anni, del Comitato Regionale Calabro della Federazione Pugilistica, dal 1977 al 2002; come Consigliere del Comitato Regionale Calabria della Federazione di Pallacanestro dal 2004 al 2008; Vice Presidente del Comitato Provinciale di Cosenza della F.I.P. dal 2008 al 2012; di presidente, da 15 anni, dell'ASD Amaranto Boxe di Reggio Calabria dal 2003 ad oggi nonché, con lo stesso ruolo, ricoperto da 11 anni del CLUB JUVENTUS di Castrovillari , precisamente dal 2006 ad oggi, e per aver fatto parte dell’organizzazione del Giro d’Italia nel 1995 in seguito al passaggio dei ciclisti in città, nel 1997 per l’arrivo e nel 2017 per la tappa di partenza.”

“Un percorso di tutto rispetto- aggiunge Lo Polito- che sottolinea pure la grande tradizione della città e le capacità dei suoi uomini e donne, che sono tanti, nello spendersi per lo sviluppo dell’attività sportiva la quale da sempre dà una mano a fortificare, in chi la pratica, e non solo, il senso di responsabilità, di solidarietà e capacità di sacrificio, fondamentali per la crescita umana quanto per il miglioramento qualitativo di quella realtà agonistica più seguita e conosciuta.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Pagina 1 di 349
FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 24th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.