Caro Segretario,

apprendo da notizie di stampa (https://www.corrieredellacalabria.it/editoriale-paolo-pollichieni/item/136801-il-congresso-del-pd-a-roma-non-ne-sanno-nulla/) che la segreteria organizzativa del Pd nazionale è venuta a conoscenza “«in via del tutto non ufficiale», di una convocazione del congresso regionale per il 23 giugno prossimo, allo scopo di eleggere il segretario e gli altri organismi statutari regionali”, donde l’interrogativo ad  effetto che titola l’articolo “Il congresso del Pd? A Roma non ne sanno nulla”;

il segretario regionale, Sen. Magorno, ha affermato in più occasioni di essere in possesso di una “deroga” per la Calabria, concessa da Roma, per la celebrazione del congresso regionale, in controtendenza alla decisione nazionale di congelare le assemblee regionali in attesa del congresso nazionale, dopo le dimissioni di Renzi;

lo stridente contrasto tra i due fatti, mi induce, per colmare un profondo senso di disorientamento ed amarezza, a chiederTi formalmente e direttamente una parola chiarificatrice, che dissipi in modo la innegabile contraddittorietà e la nebbiosa opacità che avvolge tutta la vicenda.

Ove mai esistesse una specificità calabrese, che, a dire del Segretario Magorno, potrebbe giustificare la affermata deroga, tale ipotetica peculiarità, a mio sommesso parere, dovrebbe spingere nella direzione opposta di una profonda ed aperta riflessione politica sulla situazione di questa nostra amata Calabria, che sembra sempre più una desolata periferia dell’impero, abbandonata a se stessa;

e questo è tanto più urgente ed ineludibile, dopo la cocente sconfitta elettorale del 4 marzo, ancora più profonda, ove mai fosse immaginabile, nel nostro meridione;

chiamare a congresso gli iscritti del PD calabrese, senza un ragionato e meditato confronto ed in aperta contraddizione all’indirizzo scelto a livello nazionale, assume il retrogusto amaro di una (disperata ?) chiamata alle armi dei fedelissimi, per rinserrarsi in una sorta di Fort Alamo, cieco e sordo a tutto quanto avviene nella società circostanze, in una sterile e malevola conservazione del (poco) esistente.

Tutto questo sarebbe un tradire la funzione prima di una forza progressista, quale ambisce essere il Partito Democratico, funzione che è quella di disegnare, nelle deputate sedi e nei confacenti tempi, una identità riconoscibile e condivisa, che sia in grado di consegnare ai nostri elettori una possibile speranza di progresso sociale.

Ti chiedo, quindi, con un personalissimo grido di dolore, di affrontare la questione con una indicazione chiara e netta, pena la stessa sopravvivenza del PD in terra calabra, dove, forse, il partito, come sognato dai fondatori nazionali, non è ancora nato.

Con sincera stima

Francesco Attanasio

Iscritto del Partito democratico

Componente della Assemblea regionale PD Calabria

COMUNICATO STAMPA

Si svolgerà a Castrovillari, Sabato 21 Aprile 2018, una manifestazione in  difesa dell'articolo 32 della Costituzione, una manifestazione in difesa del  diritto alla salute troppe volte piegato agli interessi di pochi in questa  nostra regione. Il corteo, organizzato dal MeetUp Castrovillari a 5 stelle, partirà da  piazza Municipio alle ore 10:00 e vedrà la partecipazione dei Parlamentari del Movimento 5 stelle Francesco Sapia, Francesco Forciniti, Elisa  Scutellà e Rosa Silvana Abate, muovendo su via Roma fino all'ospedale  Ferrari di Castrovillari. Tutti i cittadini del Pollino devono sentirsi in dovere di partecipare alla  manifestazione poiché il diritto alla salute non ha colore politico e  territorialità, ma appartiene a tutti noi indistintamente. Presso il Nosocomio cittadino si svolgerà poi un Agorà pubblica con tutti i  cittadini e le associazioni, dove si chiederanno spiegazioni ed azioni  concrete per risolvere i tanti problemi che riguardano lo Spoke di  Castrovillari, che ad oggi non vede ancora attivi i servizi essenziali  previsti dalla normativa regionale. Nel pomeriggio poi è previsto l'intervento del portavoce alla Camera dei  Deputati Massimo Misiti alle ore 16:00 su Kontatto Radio, lo stesso Dott.  Misiti parteciperà, al termine della trasmissione, al banchetto in piazza  municipio per incontrare i cittadini di Castrovillari. La salute è un diritto fondamentale, sancito e tutelato dalla Costituzione,  non può e non deve essere soggetto a giochi di potere, a profitti economici  ed a logiche politiche. Gli attivisti di Castrovillari invitano tutti i cittadini indistintamente a  partecipare ed a difendere i diritti di tutti noi.

 

Meetup CASTROVILLARI A 5 STELLE  

COMUNICATO STAMPA

Avanzano speditamente i lavori di ripristino e messa in sicurezza della strada di accesso al Santuario della Madonna del Castello di Castrovillari.

Lo rende noto il Sindaco, Domenico Lo Polito, in seguito al sopralluogo congiunto svolto questa mattina insieme all'Ufficio di direzione dei lavori, costituito dagli ingegneri Milione, Saraceni, Morrone, il geometra Martire, al tecnico del Comune, l’ingegnere Roberta Mari , ed al collaudatore in corso d'opera l’ingegnere Capani, con i rappresentanti dell'impresa Verbicaro.

“Dopo 42 giorni di sospensione, dovuti, purtroppo, alle avverse condizioni meteo, sono già visibili- sottolinea il primo cittadino-  gli interventi effettuati che porteranno, prima dell'estate, alla riapertura della strada che la città attende da tempo dopo il crollo del febbraio 2012.”

“L’importante opera, attenzionata– ha aggiunto-, è parte integrante del programma che stiamo portando avanti, consapevoli del ruolo che svolge l’esistente per la nostra popolazione. ”

 “L’Amministrazione comunale di Castrovillari, così,  continua – conclude - ad affrontare ed accompagnare  le varie questioni per la loro soluzione, fondamentale per la crescita della comunità e l’inserimento dei luoghi in quelle “Vie” regionali che ci appartengono e che caratterizzano storia, tradizione, religiosità ed identità come Fede, Castelli, Enogastronomia rappresentano con il costume e la cultura che ci rende.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

 

Importante principio giurisprudenziale è stato di recente affermato dal Tribunale di Castrovillari -Giudice del lavoro dott.ssa Lambriola - che con Ordinanza esecutiva condanna l'Istituto Vittorio Veneto della città del Pollino a pagare il TFR dell'insegnante G. G. .

Nonostante la ritrosia e il diniego del "Vittorio Veneto" più volte opposti per non riconoscere il trattamento di fine rapporto dell'insegnante, il Tribunale ha condannato l'Istituto religioso a pagare il TFR accumulato negli anni dalla stessa, nonostante l'assemblea dei soci avesse votato per la rinuncia e l'accantonamento del TFR al fine di ripianare le perdite pregresse dell'istituto religioso.

Soddisfatto il legale dell'insegnante, avv. Livio Faillace, che in primis stigmatizza l'atteggiamento dell'Istituto religioso che dovrebbe riconoscere e non privare il lavoratore dei propri frutti dopo anni di sacrifici e ore di insegnamento, anche oltre le proprie ore sindacali, men che meno per ripianare le perdite dell'Istituto religioso causate da chi lo gestisce e non dai dipendenti che ci lavorano.

Inoltre importante è il principio affermato dal Tribunale in quanto si è riconosciuto come  il trasferimento alla società cooperativa di diritti o beni di pertinenza del singolo socio lavoratore non può essere realizzato unilateralmente e "coattivamente" dalla medesima società attraverso l'attività di un proprio organo (nel caso di specie, l'assemblea), ma può realizzarsi solo attraverso un atto negoziale - cessione o rinunzia individuale  e per iscritto - che nella vicenda in esame non c'era mai stato. In sintesi  non possono le perdite pregresse di una società costituire un valido motivo per privare i dipendenti dei propri diritti economici - come ad  es. il TFR senza il consenso degli stessi.

COMUNICATO STAMPA

Chi differenzia meglio più risparmia. Lo afferma in una dichiarazione alla stampa l’Assessore all’Ambiente del Comune di Castrovillari, Pasquale Pace, che a nome e per conto dell’Amministrazione comunale segue, con gli Uffici, tale materia rendendo i percorsi predisposti, funzionali ad un cambio di passo delle abitudini dei cittadini, fondamentali per incentivare una raccolta differenziata  che valorizzi  tutte le materie contenuti nei rifiuti.

“Dopo la soglia del 67% a cui è pervenuto il capoluogo del Pollino nel differenziare si punta al rialzo con programmazioni dedicate e, soprattutto, - afferma l’Assessore- con l’avvio di ulteriori metodiche virtuose di monitoraggio e differenziazione per diminuire al massimo ciò che deve andare in discarica.”

“E’ in questa scia che si muove ed articola il piano finanziario specifico- aggiunge- proposto e votato dal Consiglio  per l’anno 2018 nel Bilancio di previsione, al fine di attenuare il carico impositivo del tributo e per incentivare la riduzione della produzione dei rifiuti. Così, ecco le forme di riduzioni che non possono prescindere dalla partecipazione. Una riduzione del 30% della tariffa- precisa l’amministratore-, per la sola quota variabile del tributo, sarà riconosciuto, per esempio,   alle utenze domestiche che effettuano il compostaggio domestico e che hanno sottoscritto la convenzione con il Comune entro il 2017 ovvero per tutte le utenze che risiedono nelle zone ove non è prevista la raccolta della frazione organica; una riduzione fino al 50%, invece, per la sola quota variabile del tributo sarà ammessa a quelle utenze non domestiche, calcolata con riferimento alle quantità di rifiuti speciali assimilati che il produttore dimostra di aver avviato a riciclo, direttamente o tramite soggetti autorizzati, mediante specifica attestazione rilasciata dall'impresa, a ciò abilitata, che ha effettuato l'attività di recupero ed in proporzione al quantitativo totale teorico di rifiuti prodotto dalla stessa utenza; di un’altra riduzione del 30%, e ancora  per la sola quota variabile del tributo, potranno avvalersene le abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso non continuativo ma ricorrente purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare.”

“Inoltre- ricorda l’Assessore Pace- nelle famiglie in cui sono presenti componenti con età inferiore ai 30 anni, calcolata alla data 31 gennaio 2018, domiciliati in altri Comuni per motivi di studio, il calcolo della parte variabile della tariffa non terrà conto di tale componenti. Le utenze per avere questa riduzione dovranno presentare copia del contratto di locazione regolarmente registrato, della durata minima di mesi sei nell’anno corrente. La riduzione, se spettante, verrà attribuita a conguaglio, nell’anno successivo di applicazione della tariffa.  La tariffa, poi,  sarà minore sull’intero tributo  per le famiglie economicamente disagiate e per quelle in cui vi sia la presenza di un portatore di handicap. Ciò verrà applicato sulla base dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del nucleo familiare dell’utente/richiedente e nel rispetto di alcuni parametri a cui potrà dare ulteriore informazione gli Uffici comunali preposti.

“Altra  diminuzione del 30% sull’intera tariffa è prevista – fa presente l’amministratore- per quelle utenze non domestiche che daranno avvio ad attività commerciali all’interno del centro storico e al 50%per le botteghe artigianali che decideranno di aprire nel centro storico.  Riduzioni del 20% si applicheranno per le sedi delle associazioni di volontariato e per i Bed & Breakfast, affittacamere, case e appartamenti per vacanze, se gestiti in forma non imprenditoriale.”

“Agevolazioni - conclude l’Assessore Pace- per alleviare il peso della tariffa e creare quel sistema virtuoso volto alla pulizia ed alla migliore qualità ambientale che stiamo perseguendo e che prevedrà anche la tracciabilità del secco non riciclabile in via sperimentale nel prossimo semestre al fine di utilizzarne a pieno le potenzialità nel prossimo anno. Fattori importantissimi che riguardano apposite campagne di sensibilizzazioni nei quartieri per far intendere ulteriormente come effettuare al meglio la differenziata anche attraverso la realizzazione, da parte dell’Amministrazione, della nuova isola ecologica in località PIP quindi molto vicina alla città, utile ad un migliore conferimento delle varie frazioni. Attraverso queste prossime tappe continua senza sosta l’educazione a differenziare i rifiuti da parte dell’Amministrazione  comunale Lo Polito grazie alle diverse azioni messe in campo con l’apporto dell’Ufficio Ambiente e della ditta appaltatrice della raccolta in città.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

I consiglieri comunali di Castrovillari, Serena Carrozzino e Peppino Pignataro, questa mattina hanno protocollato verso le ore 10,30 le loro dimissioni dal consesso cittadino indirizzandole al primo cittadino,  al presidente del Consiglio, Piero Vico e al segretario generale dell’ente, Angelo Pellegrino, il quale ha informato i rappresentati istituzionali. Il fatto avviene a meno di 32 ore dal Consiglio comunale, convocato per domani pomeriggio,  richiesto dalle Civiche sulla situazione politica e successivamente all’astensione dei due al Bilancio di previsione ed alla richiesta di azzeramento dell’esecutivo.

Nella lettera i due sottolineano “l’atto di responsabilità nei confronti dei cittadini che li hanno votato” e la scelta determinata – aggiungono tra le varie motivazioni- “per una non effettiva collaborazione più volte sollecitata e richiesta nonché per una politica di rilancio della città e di questo territorio”.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Pagina 1 di 403
FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 23rd. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.