COMUNICATO STAMPA

Questa amministrazione, come al solito, è insuperabile nella politica dell’annuncio! Nell’ultimo consiglio comunale, con ben 14 punti in discussione, la maggioranza, che supporta l’amministrazione Lo Polito, non si è sentita in dovere di spiegare alla città ciò che ha in animo di fare per il 2017.

Per la prima volta nella storia amministrativa di Castrovillari si è approvato il preventivo 2017 senza aver, prima, chiuso i conti dell’anno 2016; per la prima volta nella storia politica di Castrovillari il silenzio tombale di tutti i consiglieri di maggioranza è calato nella sala consiliare!

Mai è accaduto, prima del 13 aprile, che un sindaco non prendesse parola, nella massima assise democratica di Castrovillari, al fine di illustrare la “manovra finanziaria” comunale. Il Consiglio Comunale di Castrovillari è stato relegato ad un ruolo di mero organo di ratifica di atti di giunta.

Le funzioni del Consiglio Comunale sono, invece, quelle di formare l’indirizzo politico della città, di dare l’impulso e di essere da stimolo all’amministrazione.

Il Consiglio Comunale è il luogo dove si deve svolgere il dibattito politico cittadino, non dove si alza solo la mano senza aprire bocca.

Nel merito, poi, dei punti in discussione quello che si registra non è tanto la scarsa “agibilità” finanziaria, quanto, piuttosto, la conferma di tutto ciò che il commissario prefettizio, dott. Mariani, aveva adottato nel suo anno di attività.

I cittadini più attenti ricorderanno gli attacchi provenienti da Lo Polito e rivolti, nella sua campagna elettorale del 2015, al commissario prefettizio ed ai consiglieri comunali dimissionari, additati dai palchi come gli unici responsabili dell’aumento, ai massimi, di tutte le aliquote e le tariffe pubbliche.

Ebbene, per ben 3 bilanci consecutivi Lo Polito, la sua amministrazione e la sua maggioranza, hanno confermato tutto quello che il Dott. Mariani ha fatto. Per ben 3 anni tutte le aliquote e le tariffe pubbliche sono rimaste ai massimi!

Perché non si sono abbassate le aliquote e le tariffe tanto criticate dal Lo polito candidato, durante la sua campagna elettorale, ed oggi sindaco della Città?

Domanda a cui, da quasi due anni, si attende una risposta.

Così come è singolare il silenzio dei revisori dei conti difronte all’esplicito quesito posto, da noi consiglieri delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione, circa la completezza del documento contabile del 2017. La domanda è stata obbligata perché nel 2016 era “misteriosamente” saltata una colonna del bilancio di previsione, poi inserita solo in novembre, in sede di assestamento. Noi lo avevamo scoperto e denunciato pubblicamente, tant’è che il sindaco Lo Polito ha dovuto ammettere “l’errore”, guarda caso però, solo dopo la nostra esplicita richiesta in Consiglio. Nessuno si è sentito in dovere di notiziare tutti i consiglieri comunali, di maggioranza e di minoranza, della “svista” avuta; solo il solito silenzio, perché di tale insipienza la città non deve saperne nulla!

Nulla si è previsto per le politiche giovanili, nulla per la formazione professionale dei dipendenti comunali, eppure le possibilità finanziarie ci sono, basti pensare che l’Amministrazione Lo Polito è l’unica che può vantare una corposa riduzione del personale dell’Ente, per pensionamenti e cessazioni del rapporto di lavoro; tra il 2015 e la fine del 2017 la pianta organica del personale si riduce di ben 21 dipendenti, una enorme diminuzione di spesa che questa amministrazione non è stata in grado di utilizzare al meglio, non avendo previsto nessuna forma di progressione per i dipendenti “contrattualizzati” e neppure la trasformazione in full-time dei tanti dipendenti con contratto part-time a 30 ore.

Non va meglio negli altri settori strategici: solo 700 euro stanziati per l’agricoltura, agroalimentare e pesca; 2.500, euro per il trasporto pubblico locale, 5.000 euro per il sistema di protezione civile; solo 20.000 euro per l’edilizia residenziale pubblica e economico–popolare; solo 20.000 euro per la tutela, valorizzazione e recupero ambientale; solo 22.500 per le piccole e medie imprese; in sostanza, tutti i settori che in campagna elettorale sono stati sbandierati come settori su cui investire per la “ripresa”, non hanno le risorse finanziarie per poter agire concretamente sul territorio. Così come non un centesimo è stato stanziato per i comitati di quartiere, sui quali si sono sprecati fiumi di inchiostro.  Immutato per il 2017 rimane anche il pagamento della TARI a carico dei cittadini, e le poche agevolazioni previste sono per lo più fittizie. Anche per il 2017 l’Ente non attuerà il passaggio al sistema della tariffa puntuale basato sull’effettiva produzione di rifiuti prodotti, che avrebbe consentito una diminuzione significativa dei costi a carico dei cittadini e vantaggi per le aziende come la deduzione fiscale di iva e quota parte di imponibile.

Tutto resta come nel 2016, tutto è fermo da anni, senza una visione di città, in compenso si esulta per l’aumentano degli stanziamenti per le borse lavoro, quando in realtà non si dovrebbe festeggiare per l’aumento della povertà.

Dove sta, la vera demagogia e il vero populismo?

Maria Antonietta Guaragna

Ferdinando Laghi

Giuseppe Santagada

Consiglieri Comunali delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”

 

− COMUNICATO STAMPA −

Il bilancio di previsione 2017, approvato a maggioranza dal Consiglio il 13 aprile scorso, per la TARI (tassa rifiuti) propone agevolazioni importanti, non solo per le attività produttive, come ristoranti, pizzerie, bar, ortofrutta e pescherie, ma anche per quei cittadini che utilizzano il compostaggio domestico. Il tutto, naturalmente, alla luce di quei miglioramenti degli standard di raccolta differenziata su cui l’Amministrazione comunale sta imprimendo una particolare accelerazione, con l’apporto dei soggetti interessati e coinvolti, avviando e potenziando pure una serie di innovazioni al fine di rendere più pulita la città ed efficiente lo smaltimento.

Lo precisa l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Pace, il quale ricorda che “per l'anno in corso, al fine di attutire il carico impositivo del tributo e per incentivare la riduzione della produzione dei rifiuti, si attueranno le seguenti riduzioni della tariffa: a) del 30%, per la sola quota variabile del tributo, alle utenze domestiche (per le quali, accanto alla superficie imponibile dell'abitazione, viene considerato anche il numero dei componenti del nucleo familiare) che effettuano il compostaggio domestico e che hanno sottoscritto la convenzione con il Comune entro il 31 dicembre del 20 16; b) fino al 50%, sempre per la sola quota variabile del tributo, alle utenze non domestiche (attività ed esercizi), calcolata con riferimento alle quantità di rifiuti speciali assimilati che il produttore dimostra di aver avviato a riciclo, direttamente o tramite soggetti autorizzati, mediante specifica attestazione rilasciata dall'impresa, a ciò abilitata, che ha effettuato l'attività di recupero ed in proporzione al quantitativo totale teorico di rifiuti prodotto dalla stessa utenza; c) ancora del 30% per abitazioni tenute a disposizione per utilizzo stagionale o altro uso non continuativo ma ricorrente purché non superiore a 183 giorni nell'anno solare; d) ulteriori riduzioni del 30%, sull'intera tariffa, sono previste per le utenze non domestiche che daranno avvio all'attività nel corrente anno localizzandola all'interno del perimetro del centro storico per come delimitato dal Piano Regolatore Generale; e) riduzione del 20% interessa le associazioni di volontariato, regolarmente iscritte nello specifico Albo, che svolgono la loro attività sul territorio comunale; f) infine, una riduzione del 20% è anche prevista per utenze di tipo Bed&breakfast, affittacamere, case e appartamenti per vacanze, se gestiti in forma non imprenditoriale.

Al fine, poi, di diminuire il carico impositivo del tributo sono previste riduzioni della tariffa rifiuti per le famiglie economicamente disagiate e per quelle in cui vi sia la presenza di un portatore di handicap che si applicheranno sull'intero tributo e sulla base dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del nucleo familiare dell'utente/richiedente. Tale riduzione è prevista solo per i locali ad uso abitativo e per nuclei familiari superiore a 4 componenti o inferiori dove vi sia la presenza di un portatore di handicap. Gli aventi diritto a tale agevolazione sono tenuti ad inoltrare istanza su apposito modello predisposto dal Comune di Castrovillari, Servizio Tributi, da produrre al protocollo generale del Comune entro il prossimo 3 giugno.

Naturalmente per ulteriori informazioni si può visitare il sito web dell’ente all’indirizzo www.comune.castrovillari.cs.gov.it, o contattare l’Ufficio Tributi competente in materia.

“Insomma una serie di opzione pensate dall’Amministrazione Lo Polito- aggiunge Pace- per incentivare il sistema di conferimento, fondamentale per una qualità ambientale che non può prescindere da gesti e comportamenti virtuosi.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Nella giornata mondiale del Libro - 23 Aprile 2017 - il Centro Cultura e Arte 26, diretto dall'Antropologa Maria Zanoni, con sede in via Tevere 7 a Castrovillari - presenta un reading-memoir sulla vita e le opere di Marguerite Yourcenar, a 30 anni dalla morte, con la Regia del Libero ricercatore di Arti dello Spettacolo e scrittore Enzo Cordasco. Le letture saranno scelte dal recente libro di Cordasco, presidente del Centro Internazionale Antinoo/Archivio Yourcenar di Roma, “Le voci e le ombre, il Teatro di Marguerite Yoursenar”. Il Centro Culturale 26, al suo 40° anno di attività, alle ore 21.00 di Domenica presenterà questa lettura teatrale, anteprima del reading che si terrà a fine mese al Teatro Argentina di Roma, per ricordare la grande scrittrice francese, la cui produzione drammatica viene ritenuta più adatta alla lettura che alla rappresentazione, in linea con il rinnovamento dei linguaggi ed alla loro contaminazione proposta e imposta dai nuovi tempi.

− COMUNICATO STAMPA −

Tradizionale appuntamento con la “biciclettata” Uisp in oltre 110 comuni d'Italia, una passeggiata non competitiva dedicata alle famiglie e agli amatori. Si pedala per piacere e nel rispetto dell’ambiente, per vivere gli spazi urbani in maniera differente e dimostrare che un’altra mobilità è possibile.

La UISP Comitato Territoriale di Castrovillari nella persona del Presidente Avv. Ilaria Oliva organizza nella Città del Pollino "BICINCITTÀ"  Domenica 30 Aprile 2017 partendo da Via Asia alle ore 10:00 con arrivo a Palazzo di Città. 

Ogni anno la manifestazione Bicincittà è legata ad uno o più progetti di solidarietà in Italia o all’estero, destinando parte dei proventi derivanti dalle quote di iscrizione.

Bicincittà per i bambini rifugiati siriani in Libano

La Siria, la guerra, i rifugiati sono al centro dell’attenzione di tutta la società civile. Il Libano, paese confinante, continua ad accogliere famiglie che fuggono dalla guerra. La regione della Bekaa in particolare accoglie il più alto numero di rifugiati siriani, circa 360,733 secondo gli ultimi dati forniti dall’UNHCR.

All’interno di questa emergenza l’Uisp e Terre des Hommes hanno individuato due località di azione dove realizzare un intervento di tipo sportivo e educativo, che sono oggetto della raccolta fondi di grandi iniziative Uisp: Giocagin, Vivicittà e Bicincittà.

La Uisp si occuperà – insieme a Terre des Hommes e alla municipalità di Qasr, della costruzione di un campetto da calcio, che sarà la base di un futuro più grande centro sportivo, in uno dei vasti terreni abbandonati intorno al villaggio, per rispondere alle esigenze e alla voglia di svago dei più giovani abitanti del paese al confine con la Siria e dei paesi limitrofi.  

Durante la manifestazione Bicincittà l’Accademia Pollineana nella persona del Presidente Prof.ssa Bloise propone un evento di affiancamento denominato “#Leggiamo insieme con i Libri in bici ”. La finalità consiste nel diffondere la lettura come veicolo di ben-essere e coesione sociale, anche al di fuori dei contesti tradizionali, per  sperimentare il ben-essere e la simpatia derivanti dall’incontro con gli altri, pedalando in città e portando un libro da leggere. 

Grazie

Ilaria oliva

− COMUNICATO STAMPA −

La sosta selvaggia e sui marciapiedi , soprattutto nelle ore serali del sabato, nel centro cittadino di Castrovillari, e ancor più su corso Garibaldi e via Roma, è all’attenzione dell’Amministrazione comunale che chiede agli automobilisti rispetto e senso civico, preannunciando una serie di azioni mirate e dedicate , atte a prevenire tale fenomeno e quindi a combattere questi comportamenti.

L’invito viene dal Sindaco, Domenico Lo Polito, il quale ribadisce la ferma volontà di dare una svolta a queste cattive abitudini e per affermare quel rispetto delle regole fondamentali per ogni crescita e vivibilità urbana.

“Da qui l’iniziativa deterrente, in programma già da domani sera - afferma Lo Polito-, prima di arrivare a reprimere con sanzioni amministrative quanti continuano a lasciare le proprie auto in modo da creare difficoltà di movimento e disagi oltre che a provocare veri e propri impedimenti alla circolazione ed a quanti passeggiano.”

“Una decisione assunta nell’interesse della vivibilità e capacità di accoglienza del centro storico- sottolinea il primo cittadino-, e, tra l’altro, nel rispetto degli stessi esercizi commerciali che operano su quelle arterie cittadine.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Raccontare la ricchezza del volontariato ospedaliero attraverso numeri e attività svolte dalle associazioni nei reparti dell’ospedale Ferrari. Era questo l’obiettivodell’incontro promosso dal CSV Cosenza ieri [avantieri, per chi legge, N.d.R.] a Castrovillari che ha visto la partecipazione delle associazioni AVO, Non più soli, AVIS, Amici del Cuore e ALT.

Le attività del volontariato nel nosocomio della città del Pollino sono iniziative nel 1992 nel centro trasfusionale e ad oggi sono 1150 le persone coinvolte (140 volontari, 980 donatori, 30 tirocinanti) di cui l’85% donne. L’età media dei volontari ospedalieri a Castrovillari è di 48 anni. Sono 66 le ore settimanali svolte in reparto con 300 degenti, in media, incontrati. Nel 2016 le sacche di sangue raccolte sono state 1280 con una media di 24 sacche a settimana.

“L’Avo opera in ospedale, a Castrovillari, dal 1997 – sottolinea il presidente Giuseppe Belluscio – siamo 120 volontari e, dal 2008, ci occupiamo di accogliere e informare pazienti e familiari nei punti Accoglinforma e del servizio Recall per l’abbattimento delle liste d’attesa per le visite”. Anche Maria Salvaggio, presidente Non più soli ha illustrato le attività dell’associazione. “Siamo 200 associati e 45 volontari operativi, stiamo vicino ai malati oncologici offrendo il nostro sostegno, mettendo a disposizione una casa di accoglienza per chi arriva da lontano e donando parrucche alle donne sotto cura chemioterapica”. Ha iniziato con il servizio civile ed è diventata da poco presidente dell’AVIS di Castrovillari, Maria Affortunato. “Sono in AVIS da 11 anni e tocco con mano ogni giorno la felicità. Abbiamo avuto, quest’anno, un incremento di donazioni coinvolgendo soprattutto gli studenti delle scuole e registrando 140 nuove iscrizioni all’associazione”. Sono 25 i volontari operativi nell’associazione Gli Amici del Cuore, spiega Caterina Formica. “Siamo nati per fare prevenzione e dal 2012 siamo attivi in ospedale, non dimenticando la comunità, infatti abbiamo donato al nostro comune 15 defibrillatori”. Si occupa, invece, di trasporto dei pazienti oncologici dal territorio del Pollino al Mariano Santo di Cosenza, l’ALT – Associazione Lotta Tumori, guidata da Anna Maria Rende. “A settembre apriremo una casa accoglienza a Cosenza per chi fa la radioterapia e viene da lontano, come da Castrovillari”.

Salvatore De Paola, direttore sanitario dell’ospedale di Castrovillari, ha sottolineato l’alto grado di umanità dei volontari presenti in ospedale. Fausto Sposato dell’IPASVI ha rimarcato il valore aggiunto del volontariato in ospedale e le differenze tra volontari, medici e infermieri.

“La ricchezza di Castrovillari è nelle associazioni di volontariato che lavorano, operano e danno servizi. Siete tanti e vi ringrazio”, ha affermato il sindaco, Domenico Lo Polito. “Il nostro compito, come volontari – ha dichiarato Gianni Romeo, presidente del CSV - non è quello di sostituirci all’infermiere o al medico, ma dobbiamo essere messi nella condizione di poter svolgere al meglio la nostra azione gratuita accanto all’ammalato. Insieme possiamo fare di più e meglio, cercando sempre di collaborare, tra associazioni e con le istituzioni”.

Lory Biondi – Ufficio stampa CSV Cosenza

Pagina 1 di 332
FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 24th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.