Martedì, 31 Maggio 2016 09:55

Castrovillari. Consiglio Comunale il 7 giugno

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Il presidente del Consiglio comunale di Castrovillari, Piero Vico, su determinazione della conferenza dei capigruppo, ha convocato il parlamentino  locale in prima convocazione  per mercoledì 1 giugno alle ore 13  nella Sala delle Rappresentanze presso palazzo Gallo e, in seconda, per martedì 7 giugno alle ore 9,30 nella sala Consiliare del Palazzo di Città.

Oltre le interrogazioni ed interpellanze, l’Assemblea cittadina affronterà altri due punti riguardanti : l’istituzione  del Consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi con l’approvazione  del regolamento per il funzionamento dello stessononché l’approvazione dello schema di convenzione “Comunità d’Ambito Territoriale Ottimale  della provincia di Cosenza” per la gestione del servizio rifiuti in forma associata.

Queste due proposte verranno rispettivamente illustrate dalla Presidente della Quarta Commissione consiliare Sport, Turismo, Pubblica Istruzione, Cultura e Tempo Libero”, Serena Carrozzino, e dall’Assessore con delega all’Ambiente, Pasquale Pace.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Sicuramente una marcia in più per promuovere il nostro Territorio ed invogliare a trascorrerci qualche giorno.

Così, il Sindaco di Castrovillari, nonché Assessore allo Sport, Domenico Lo Polito, da’ le ragioni che hanno indotto l’Amministrazione comunale ad affidare, al famoso Rosario Iaquinta, pilota castrovillarese e già campione italiano di “Velocità Montagna “, i colori del marketing territoriale “ Attraversando Natura- Castrovillari e le Terre del Parco”.

Questo progetto, come si sa, realizzato, con l’impegno dell’Amministrazione, nell'ambito dei PISL, programmazione europea 2007-2013, risultato finalista , con altri pochi, alla Mostra d'Oltremare di Napoli, all'interno dello SMAU Napoli 2015, per le migliori Smart Communities, eccellenze digitali del sud Italia, vuole attrarre, creando sinergie,  turismo in città e nella Zona.

Da qui l’idea di legare tale elemento a chi, grazie alle proprie capacità, gira per la sua attività sportiva incrociando tantissimi appassionati e curiosi.

Il logo “corre” sulla macchina del pilota già dalla scorsa gara del relativo campionato, tenutasi a Verzegnis (nel Friuli Venezia Giulia).

Per tutte le restanti 10 gare del Campionato  il driver castrovillarese si è offerto di promozionare questa Idea per il Territorio , portando il logo in ogni parte d’Italia sulla sua rinnovata vettura , l’Osella PA 21EVO, elaborata dalla Catapano Corse.

Il prossimo evento del Campionato italiano Velocità Montagna, che vedrà in corsa. Insieme, il pilota ed i colori di Attraversando Natura, si terrà il 12 giugno sul  suggestivo circuito “delle ginestre” -come fu battezzato tanti anni fa dagli appassionati questa parte di territorio per il mare di colori e profumi tra cui sfrecciavano le macchine legate a questo tipo di corse-  di Morano Calabro,  con la sesta edizione proprio della Salita Morano-Campotenese.

Un’occasione , sicuramente, per poter ammirare – in presa diretta-  la vettura di Iaquinta , allestita con i colori di “Attraversando Natura”.

Il Sindaco Lo Polito, per tutto ciò, ringrazia il pilota castrovillarese:  per la disponibilità e sensibilità mostrata nel rendere ancora più visibile, attraverso la propria vettura e capacità di persona appassionata alle proprie radici, il Cuore di questo Territorio, espressione, tra l’altro, dei vissuti e delle tensioni degli uomini e donne di quest’Area che, con il grande e variegato patrimonio, la cultura, le tante testimonianze ed espressioni che  tramandano, rendono la bellezza che consiste da sempre l’esistente della Calabria Citra.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

L’Archivio di Stato Sezione di Castrovillari e  Mystica Calabria, in collaborazione con Il Diario di Castrovillari e la Confraternita di San Leonardo, organizzano dal 4 al 18 giugno la mostra "Fraternitas. Le Confraternite di Castrovillari", un'esposizione di documenti relativi alle stesse confraternite, arricchita da pannelli illustrativi e oggetti di culto. L'inaugurazione avverrà Sabato 4 Giugno alle ore 11.00 alla presenza del prof. Giovanni Brandi Cordasco Salmena di San Quirico, dell'Università di Urbino Carlo Bo, del prof. Leonardo Alario, esperto e studioso di Tradizioni Popolari, del prof. Cosimo Garofalo, presidente della castrovillarese Confraternita di San Leonardo e di una rappresentanza dell'Ordine di san Giovanni in Gerusalemme. La mostra, senza pretese di voler scrivere la plurisecolare storia delle confraternite di Castrovillari, in particolare quella condotta su un materiale documentario limitato, frammentario e spesso di difficile consultazione, mira a evidenziare e divulgare gli aspetti più significativi della storia sociale e culturale delle confraternite locali ed è finalizzata a favorire e promuovere la conoscenza e l' accesso alle fonti archivistiche del territorio del Pollino, aderendo all' offerta formativa anno 2015 - 2016 della Sezione d' Archivio di Stato di Castrovillari. Molto interessanti i documenti custoditi nell'Archivio Storico Comunale, gentilmente concessi per la mostra, da cui sono state attinte interessanti informazioni. Oggi viviamo una realtà lontana dalle grandi processioni di quegli uomini che attraversavano incappucciati le vie dei paesi e poche sono le confraternite ancora in vita caratterizzate da quel fervore mistico e slancio caritativo. Inoltre le loro regole e i loro statuti riflettono le condizioni storico-culturali dell’epoca della loro fondazione. Le confraternite castrovillaresi, numerose sin dal XVI secolo, con le loro sedi antiche all'interno di chiese e cappelle, avevano come scopo quello di tenere vivo il culto dei santi titolari, provvedere all'assistenza di moribondi e al rispetto del sentimento di pietà verso i morti. Raggruppavano individui appartenenti a una medesima corporazione di arti e mestieri o uno stesso ceto sociale, tenuti a versare al priore una quota annua di denaro, assolvevano un ruolo fondamentale in occasione dell'evento morte, attesa la loro proprietà di sepolture esistenti all'interno delle chiese in cui avevano sede. Tutti i maschi appartenenti ad una medesima confraternita erano tenuti a partecipare vestiti da “fratelli” col cappuccio calato sulla faccia alle esequie di un loro membro. Dal pregevole volume del “Castrovillari 1743. Uno spaccato di vita d’altri tempi” di Salvatore Bugliaro e Antonio Sitongia, leggiamo: «dai dati desunti dal Catasto Onciario di Castrovillari del 1743 risulta che la confraternita della Morte o Anime del Purgatorio in S. Pietro la Cattolica (di cui facevano parte esclusivamente i nobili) era tassata per 68,16 once; quella di S. Giuseppe in S. Giuliano per 32,25 once, quella di S. Giuseppe nella chiesa di S. Maria di Costantinopoli per 35,48 once e quella della B.V. della Consolazione per 13,80 once. Napoleone Bonaparte, Imperatore di Francia e Re d’Italia con proprio decreto del 25/4/1810,  ordinò lo scioglimento delle confraternite e l’incameramento dei loro beni al Monte Napoleone. Alla data delle imperiali disposizioni le confraternite castrovillaresi erano 16: Immacolata, Madonna del Carmine, Morte e Anime del Purgatorio, Nome di Dio, S. Carlo. S. Giacomo, S. Giuseppe (in numero di due), S. Leonardo, S. Maria del Castello, S. Maria degli Angeli, S. Maria della Consolazione (Beata Vergine della Consolazione), S. Maria Scala Coeli, SS. Corpo di Cristo, SS. Crocifisso, SS. Sacramento. Tra le più antiche confraternite di Calabria primeggiava quella di S. Maria Scala Coeli di Castrovillari.  Dopo la restaurazione borbonica del 1815 ripresero la loro attività solo le confraternite del SS. Crocifisso, di S. Giuseppe, di S. Leonardo, della Morte e Anime del Purgatorio, le stesse che attualmente posseggono delle sepolture in cimitero» 

Martedì, 31 Maggio 2016 09:40

Primavera dei Teatri 2016 - terza giornata

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Per il terzo giorno di Primavera dei Teatri, il festival sui nuovi linguaggi della scena contemporanea ideato e organizzato dalla compagnia Scena Verticale, continuano le attività del Primavera Kids tra Palazzo di Città e il Castello Aragonese. 

Tra gli incontri in programma alle 17 al Protoconvento Francescano la presentazione del libro di Dario Tomasello La drammaturgia contemporanea. Il volume attraversa un secolo di storia della nostra drammaturgia, riservando un’attenzione omogenea ai classici conclamati così come agli autori viventi della straordinaria fioritura degli ultimi anni. Le ragioni di questo testo risiedono nella necessità di ricostruire una genealogia drammaturgica complessiva che tenga conto della specificità italiana, tra protagonismo attoriale e policentrismo dei linguaggi della scena, con particolare riguardo per il paradosso pirandelliano e dusiano di un’idiosincrasia prolifica per il teatro e, ancora, per la “funzione Eduardo”, capace di alimentare, grazie alla mediazione di straordinari attori-artisti, molta della nouvelle vague attuale. 

Alle 19 al Capannone dell’autostazione la compagnia Nerval Teatro presenta in anteprima nazionale lo spettacolo Ma perché non dici mai niente? Monologo, un testo di Lucia Calamaro per la regia di Maurizio Lupinelli.

La protagonista del dramma, Mary, è una donna sola, la cui mente cade a pezzi, ma continua a rivolgersi a un marito assente, partito chissà quando e per quale motivo. Rimasta sola, lei aspetta che torni. La sua mente è piena di voci, sprazzi del suo passato, confusi con soldati in punto di morte. Vuoto, sparizioni e qualche illuminazione abitano i suoi ultimi giorni. Difficile giudicarla, ma abbiamo per lei una simpatia spontanea, innata, come per tutti gli avulsi della letteratura e della società, che nella fuga dalla ragione e dalla vita hanno saputo offrirci atti cristallini d’amore per l’esistenza. L’incontro con l’opera di Lucia Calamaro assume il senso di un’entrata in casa d’altri sapendola infestata da fantasmi propri. 

Fanno ritorno a Primavera dei Teatri i Vico Quarto Mazzini con la prima nazionale di Little Europa per la regia di Michele Altamura e Gabriele Paolocà, in scena alle 21 al Teatro Sybaris. Una riflessione sulle motivazioni che spingono l’essere umano a costruire sistemi sociali e sulle motivazioni che poi lo spingono a distruggerli, Little Europa  trae spunto dalla pièce Il piccolo Eyolf di Henrik Ibsen, un dramma concentrato sui colloqui tra un marito e una moglie che, troppo impegnati a rinfacciarsi le proprie colpe, non si accorgono che il loro figlio sta annegando in mare. Attraverso la crisi di un rapporto lo spettacolo racconta la libertà e la gabbia dell’esser se stessi di fronte all’altro, delle regole e delle sue trasgressioni, dell’appartenenza e del solipsismo. Le responsabilità che questa Europa ci chiede per crescere e diventare un organismo di “sana costituzione” sono le stesse che vengono richieste a dei genitori per formare un individuo. Siamo pronti a passare notti insonni per lei? A pulire la sua merda? Siamo pronti a comprendere le sue stravaganze, le sue debolezze, i suoi insegnamenti? Little Europa indaga i luoghi comuni che definiscono le differenze presenti all’interno della comunità europea, le porta all’eccesso, al punto di rottura. 

La giornata si conclude in musica al Castello Aragonese dove, dalle 24.00,le Glorius si esibiranno in concerto corsivo. Una insolita e intrigante fusione musicale al femminile che spazia dal funky al pop, con contaminazioni jazz, in originali arrangiamenti a cappella.

COMUNICATO STAMPA

I cittadini castrovillaresi che si trovano in difficoltà economica per onorare i tributi comunali potranno utilizzare le opportunità offerte dal regolamento sul baratto amministrativo, approvato dal Consiglio comunale nell’ultima seduta.

Lo affermano e ricordano il Sindaco, Domenico Lo Polito, l’Assessore ai Servizi Sociali, Giuseppe Russo, e la presidente della Terza Commissione, Era Rocco, che si è occupata- con il fattivo contributo di tutti i membri dell’organismo- della redazione e del varo della Carta, ribadendo ancora una volta , come è avvenuto in Consiglio pure con le valutazioni delle Civiche, la valenza e portata sociale del sistema previsto dal decreto Sblocca Italia come sconto sulle tasse locali, tra il tipo di lavoro di pubblica utilità da prestare e il tributo da tagliare in cambio proprio di manodopera e servizi per la città e la collettività. 

Un altro passo avanti- aggiungono gli amministratori-  in favore delle categorie più deboli residenti sul territorio di Castrovillari e nell’ambito più generale dell’attenzione che sta portando avanti l’Amministrazione per contrastare il disagio diffuso creato dal particolare momento storico. Il sistema prevede, dunque,  uno sconto sulle tasse locali in cambio di attività di pubblica utilità. In sostanza i cittadini che dovessero trovarsi in difficoltà economiche potranno appunto barattare il pagamento di parte delle tasse comunali in cambio di attività di volontariato. Nello specifico gli interventi riguardano: la pulizia, la manutenzione di aree verdi, piazze, strade, ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso con finalità di interesse generale, di aree  e beni immobili inutilizzati, ed in genere anche  la valorizzazione di una limitata zona urbana o extraurbana.”

Chi vuole  presentare la domanda per fruire di tale opzione dovrà utilizzare l’apposita modulistica allegata al regolamento che potrà reperire presso gli Uffici dei Servizi Sociali dell’Ente o presso il sito www.comune.castrovillari.cs.gov.it .

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

La temporanea sospensione notturna, sin da oggi,  della fornitura idrica, prevista dal  Comune di Castrovillari a garanzia del diritto di tutti e sino a quando  non verrà ripristinato il livello dei serbatoi, interesserà esclusivamente la zona a monte della città, parte di via Falese, parte nord di via dell’Agricoltura, parte nord di via SS. Medici (dallo Stadio in poi), corso Calabria e traverse, via del Pino Loricato nonché le zone rurali di Cammarata.

Per tale motivo l’Amministrazione comunale si appella al senso civico di ciascuno per meglio tutelare la risorsa idrica e al fine di evitare facili sprechi d’acqua potabile come richiamato in più ordinanze.

In particolare non è consentito innaffiare orti, giardini, prati, terrazzi, lavare superfici scoperte o automezzi.

Ogni infrazione, si rammenta, verrà punita a norma di legge e per salvaguardare il diritto di tutti.

Tale misura viene effettuata solo e semplicemente per assicurare una corretta fornitura idrica a tutti i cittadini.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Pagina 1 di 284
FreshJoomlaTemplates.com
Tuesday the 31st. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.