COMUNICATO STAMPA

La consigliera comunale  di Castrovillari, Franceasca Dorato, è stata nominata dal Sindaco, Domenico Lo Polito- che  da giugno le aveva chiesto un impegno diretto nell’area dell’esecutivo cittadino-,  Assessore alle politiche del Lavoro, Produttive, Turistiche ed Agricole oltre a ricevere il ruolo di Vice Sindaco.

 “La Doratoha precisato il Sindaco nell’ufficializzare la propria volontà- ha correttamente atteso la conclusione della verifica politico- amministrativa per poi offrire la propria disponibilità; l’incarico – ha aggiunto- è stato conferito al fine di dare il giusto riconoscimento ad una forza politica, qual è quella dei progressisti.

Alla consigliera, nel parlamentino municipale, subentra Giuseppe Oliva. La scelta è stata comunicata dal primo cittadino alla Giunta in un incontro svoltosi ieri pomeriggio, nel quale sono stati affrontati i punti relativi proprio alla vicenda politica, successiva alla verifica, e la stessa integrazione attraverso il nuovo componente che sostituisce il dimissionario Assessore Giovanna Leonetti.

Con il completamento dell’esecutivo- ha dichiarato Lo Polito a margine della riunione- ci si augura di imprimere ancora più vigore all’azione amministrativa, sempre pronta a cogliere le opportunità che il panorama regionale, nazionale ed europeo, offre agli enti locali, senza mai perdere di vista l’attenzione per la non facile quotidianità. Al consigliere Giuseppe Oliva che entrerà in Consiglio Comunale  al posto della neo Vice Sindaco, Francesca Dorato, - ha sottolineato ancora il primo cittadino- l’augurio di un proficuo lavoro e l’invito a portare la competenza maturata nel lavoro e nell’associazionismo a servizio della comunità.

A Francesca gli auguri di un proficuo lavoro da cvinrete.it!

 

 

COMUNICATO STAMPA

Come da programma si sono concluse nel centro storico di Castrovillari le iniziative di Civita..nova, organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco, sotto il patrocino della Regione ed il sostegno pure della Gas Pollino, nonché con l’imprescindibile coinvolgimento di Associazioni, capacità, talenti e vocazioni , rilanciando un messaggio preciso e sempre più importante per la nostra Terra e le nostre comunità: i centri storici e, quindi, i borghi antichi, sono i motori identitari, con le dedizioni degli uomini e donne del lavoro, di quello sviluppo sostenibile che si vuole perseguire coniugando l’esistente con il patrimonio e il costume con la tradizione e la memoria.

Quella che la Pro Loco ha voluto ricordare nella penultima serata con lo spettacolo folklorico dedicato alla città ed a tutti quei contributi che hanno reso possibile e propulsivo l’evento “nel qualecome aveva ricordato il Sindaco, Domenico Lo Polito, alla conferenza di presentazione della manifestazione alla città - l’incontro è il vero Cuore dell’avvenimento” perché , ci piace aggiungere, l’altro è un bene per ciascuno: come dire che il sicuro sviluppo di ogni comunità non è immaginabile o attuabile senza rapporti o relazioni sinergici tra soggetti, con organismi e realtà.

Proprio su questo principio ha mosso i suoi passi “la nove giorni e mezzo” al fine di far vivere il centro storico, tra mostre , spettacoli, visite, certa che la cultura è l’ambito di un popolo per affermare la propria umanità e la propria vita.

Tra l’altro i momenti sono stati, come valutato da diversi, occasioni in cui l’assetto sociale è stato pure interrogato su emergenze ed eccellenze, nella consapevolezza che c’é ancora tanto da fare per tutti, indistintamente.

Giorni, insomma, che hanno rilanciato, tra gli intrattenimenti, le Tensioni presenti e da suscitare.

Un lavoro in progress e un luogo che, nel dare le sue ragioni d’opportunità, si pone come strumento per mettere insieme a partire da un desiderio di dialogare. Questo è mosso dalla volontà di valorizzare e sostenere ogni tentativo umano per dare risposta allo sviluppo, valorizzando, sostenendo e rendendo protagonista la realtà che pone le cose. In questo sta la filosofia di Civita..nova che vuole crescere per ciò che ha e portano in dote da secoli, con sentimento,  le persone, e che possiede il patrimonio con il gusto di una creatività sempre più inclusiva.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Domenica, 25 Settembre 2016 15:47

Pappaterra a Torino con Pollino People Experience

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Vincente la scelta di Slow Food di portare Terra Madre nel cuore della città. Qui raccontiamo il Pollino migliore parlando al mondo con il nostro cibo buono, pulito e giusto.

La mattina il pane di Cerchiara con l’olio Evo delle aziende calabro – lucane e le marmellate prodotte dalla frutta coltivata all’interno dell’area protetta. All’ora dell’aperitivo il Peperone di Senise Igp degustato croccante, poi salumi e formaggi delle tante aziende che operano entro il perimetro del Parco. Ed ancora le freselle condite con ogni prodotto d’eccellenza, insieme alla Melanzana Rossa ed il Fagiolo Bianco di Rotonda, la lenticchia di Mormanno, per finire a sera con una degustazione del Moscato di Saracena, presidio slow food.

 Lo stand di Pollino People Experience al Parco del Valentino lo riconosci dalla varietà del paniere di prodotti che raccontano l’agroalimentare di qualità dell’area protetta più grande d’Italia. Un patrimonio naturalistico di enorme pregio – insignito della Carta Europea del Turismo sostenibile ed entrata a pieno titolo nella rete Global Park dell’Unesco – che si mostra alle centinaia di migliaia di visitatori in visita al Salone del Gusto – Terra Madre di Torino con tutta la forza del gusto delle sue produzioni d’eccellenza.

 E’ qui che il Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, è arrivato in questi giorni per sostenere le tante aziende che hanno deciso di aderire al paniere dei prodotti che sono diventati i testimonial del Parco e delle sue meraviglie. «Vincente – ha dichiarato Pappaterra - la scelta di Slow Food di collocare all'esterno la manifestazione. Il nostro stand sta funzionando ed i nostri prodotti sono largamente apprezzati a dimostrazione della grande qualità della rete di produttori che hanno scelto di vivere e lavorare nel Parco. Paniere che si rafforzerà come offerta in termini di qualità con il marchio di qualità ambientale che stiamo lanciando proprio in questi giorni».

 Pappaterra che domani, domenica 25 settembre, parteciperà in Piazza Castello – presso lo stand di Slow Food CalabriaProfondo Food – al dibattito che ha come tema il benessere rurale, lo sviluppo turistico nel futuro della Calabria, ha sottolineato come il «tema» del futuro prossimo è quello dell’utilizzo dei fondi europei inseriti nel nuovo piano di sviluppo rurale che apre al tema del biologico «nuova frontiera che incrocia – ha dichiarato – l’agricoltura con la qualità ambientale. Questo terreno alimenterà un ricambio generazionale di cui c'è bisogno. La dimensione che si va costruendo è quella del cibo buono che parla il linguaggio della qualità, e giusto perché dobbiamo costruire strategie utili per evitare lo spreco alimentare. Accanto a questo bisogna lavorare perché si riduca il consumo di suolo in termini di speculazione edilizia e si faccia in modo che la terra sia ricondotta a chi vuole fare intrapresa nel settore agricolo. Il Parco, il nostro territorio, l'esperienza di Pollino People Experience ha funzionato e ne è prova che anche qui a Torino che ci sono giovani imprenditori che si sono venuti a misurare con una grande capacità di innovazione».  Il Pollino vuole giocare un ruolo di protagonismo nel campo dello sviluppo rurale. Ne è prova l’accordo già chiuso con la Basilicata per fondi pari ad oltre 5 milioni di euro che «abbiamo ritagliato per il nostro territorio per progetti che riguardano la rete Natura 2000, coniugando l’agricoltura al tema della sostenibilità ambientale. Vogliamo fare la stessa cosa in Calabria, chiedendo alla regione di attivare un tavolo di confronto con il sistema dei parchi calabresi ed innescare una prospettiva di progetto possibile». Temi che il Presidente Pappaterra porterà domani al workshop di confronto a Torino con Cinzia Scaffidi, vice presidente di Slow Food Italia, Francesco Esposito, Assogal Calabria, Mario Grillo di Fattorie Aperte, Carmelo Salvino, Dirigente generale del dipartimento agricoltura della Regione Calabria, Alessandro Zanfino, referente dell’autorità di gestione del Psr Calabria, e Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria.

 COMUNICATO STAMPA

All’esito della discussione apertasi dopo la verifica di maggioranza il circolo PD di Castrovillari ha approvato con ampia maggioranza un documento nel quale si sottolinea:

a)      l’autonomia del gruppo consiliare del PD – PSE che, nell’espletamento del proprio mandato, ha svolto, unitamente agli altri gruppi di maggioranza, una verifica del lavoro svolto dopo un anno di mandato. E’ pertanto evidente che le conclusioni tratte dal gruppo di maggioranza non sono automaticamente estensibili al Partito Democratico;

b)      il circolo di Castrovillari del PD ha però colto l’occasione per promuovere una discussione ampia e partecipata, allargata alle componenti istituzionali, sul merito del documento rilevando che:

1)      è un risultato certamente positivo che il gruppo di maggioranza, nella sua interezza, abbia maturato una posizione comune, è ora indispensabile che dia seguito e contenuti propositivi al documento onde superare le criticità evidenziate. Il circolo del PD è ovviamente pronto a dare il suo contributo;

2)      nell’intento di spronare, sollecitare e rendere più efficace l’azione amministrativa, il documento ha finito per trascurare i risultati significativi che sono stati raggiunti in quest’anno e che invece costituiscono il presupposto indispensabile per il cammino dell’amministrazione: un impegno forte e coraggioso sulla legalità di fronte al crollo, sotto i colpi della magistratura, del sistema di potere corrotto creato dal berlusconismo - i cui epigoni locali, per decenza, farebbero meglio a tacere - come conditio sine qua non d’una azione amministrativa credibile ed efficace; la lotta alla povertà e politiche dell’accoglienza come segni distintivi ed irrinunciabili d’un governo di centro - sinistra e d’una amministrazione aperta e solidale; il recupero e l’utilizzo di tutto il patrimonio immobiliare dell’ente nonchè delle società partecipate per la gestione degli impianti comunali, con conseguente liberazione di notevoli risorse da destinare ad altro sono gli ultimi esempi di buone pratiche amministrative di cui si ha bisogno come l’aria;

3)      non si può sottacere che, accanto ai risultati brillantemente e faticosamente conseguiti, esistano ambiti dove ancora esita a venir fuori un indirizzo chiaro ed incisivo al pari di quello impresso alle politiche sociali;

4)      nel rispetto di ruoli e competenze non ritiene di dover entrare in questioni organigrammatiche  prerogativa del primo cittadino cui sollecita il completamento della giunta, un maggior protagonismo degli assessori nell’attività amministrativa, una più chiara definizione di compiti e funzioni per quel che riguarda i componenti del suo staff, ed una maggiore collaborazione ed un miglior coordinamento fra gruppi consiliari, organo esecutivo e staff del sindaco;

5)      in conclusione,  il documento è stato, come tutti hanno affermato ed affermano con comunicati stampa a iosa, l’occasione per fermarsi e fare il punto della situazione dopo un anno di amministrazione; per chiedere ed offrire maggior impegno, maggior discussione, maggior coinvolgimento e maggior decisione e chiarezza sulle scelte amministrative. Un confronto “libero”, “informato” ed “aperto” non può che giovare alla salute d’una maggioranza responsabile e seria che, senza semplificazioni e proclami, pur sentendo tutto il peso d’una situazione difficile intende portare a compimento il mandato ricevuto dalla cittadinanza

6)      Nessuno mai lo ha messo in dubbio ma, talvolta, “repetita iuvant”: il circolo di Castrovillari, ora come allora, è a fianco del proprio Sindaco, del proprio gruppo consiliare, dell’amministrazione tutta perché, uniti, portino a compimento brillantemente il programma di governo.

Il segretario del circolo

       Antonello Pompilio

COMUNICATO STAMPA

La Giunta Regionale è sempre stata e continuerà ad essere attenta ai problemi del lavoro.
Per questo motivo non può che essere sensibile anche alla vicenda di Rosario Rummolo, l’autista castrovillarese licenziato dalla Ferloc Srl.. La Regione, pertanto, in questa vicenda non si identifica come controparte del signor Rummolo. Anzi, si è att...ivata già da tempo, attraverso un certosino e paziente lavoro, in particolare dell’Assessorato alle Infrastrutture, per trovare soluzioni ammissibili al problema, considerando che il caso è oggetto, tra l’altro, di due diverse cause ancora pendenti sottoposte al vaglio del Giudice del Lavoro.
L’ultima iniziativa rispetto a questa vicenda, in ordine di tempo, è quella assunta questa mattina dal Presidente Mario Oliverio che ha personalmente contattato telefonicamente il signor Rummolo per assicurargli massima vicinanza e solidarietà e l’impegno a risolvere la situazione incresciosa venutasi a creare a seguito del suo licenziamento.
Dopo il colloquio telefonico con il signor Rummolo, il Presidente della Giunta regionale ha immediatamente contattato il Direttore Generale delle Ferrovie della Calabria, Giuseppe Lo Feudo, investendolo della problematica. Quest’ultimo si è detto immediatamente disponibile a cercare, nel pieno rispetto della legalità, una soluzione al problema.
“Nonostante le oggettive difficoltà, posso affermare -ha affermato il Presidente Oliverio al termine dei due colloqui telefonici- che il lavoro fin qui condotto sta producendo concreti risultati e sono fiducioso che un epilogo positivo della vicenda possa essere a portata di mano. Occorre tuttavia avere pazienza. La forma di protesta assunta dal signor Rummolo non aiuta in alcun modo alla risoluzione del problema, che, come ribadito, è già seguito con attenzione e senso di responsabilità dal governo regionale, nel pieno rispetto della legalità”.
“Se ci si rivolge alle istituzioni e le istituzioni manifestano pubblicamente un impegno –ha concluso Oliverio- bisogna dimostrare fiducia ed essere consequenziali nei comportamenti e nella gestione delle forme di protesta”.

Francesco Dinapoli

Giovedì, 22 Settembre 2016 19:03

A Carnevale ogni foto vale. Premiati i vincitori

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Con la fotografia dal titolo “ il Capitano”, Giuseppe Iazzolino, castrovillarese doc, fotografo per passione, si aggiudica il primo premio del concorso fotografico inerente la 58 edizione del Carnevale di Castrovillari, giunto alla sua 24 edizione. Questa la motivazione che la giuria ha dato allo scatto :  l’attimo sintetizzante un intero evento può a volte racchiudersi in un gesto di burla” assordante”, quasi a richiamare al “reale” lo statico paesaggio in quinta ed evocando il tradizionale clamore carnevalesco. Eccellente risultato di tecnica dell’istantanea. La premiazione è avvenuta sul palco allestito nei pressi del Protoconvento francescano dove è in corso l’edizione 2016 di “ Civita…nova”. Al vincitore è andato un buono spesa e macchina fotografica offerta da Di Lernia Ottica di Castrovillari. A premiare,  il presidente della Pro loco cittadina, Eugenio Iannelli. e Francesco Limonti, l’organizzatore del concorso fotografico targato 2016. Al secondo posto del concorso “ A Carnevale …ogni foto vale”, si è piazzato lo scatto dal titolo “ posa castruviddara” di Alessandra Gatto,premio 100 euro di buono spesa e cavalletto fotografico offerto da Gino Esposito Fotografo; mentre al terzo posto “ Macedonia di colori” di Francesco Propato a cui sono andati 50 euro di buono spesa e borsa fotografica Profumeria Tafuri. La commissione nel procedere all’esame delle opere ha eseguito tre criteri: la creatività-attinenza-emozioni che suscita la foto; l’aspetto prettamente tecnico e la capacità di sintesi e compositiva.  Per quanto riguarda invece il concorso digitale e online, tenutosi su face book tramite i “ like” sulla pagina del carnevale di Castrovillari, il popolo del social ha premiato con 872 like la foto “ il volto della magia” di Francesco Aversa. La foto sarà la copertina del prossimo concorso fotografico nel carnevale 2017.

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Pagina 1 di 301
FreshJoomlaTemplates.com
Wednesday the 28th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.